Il fatto storico.










La dinamica dei quanti storici è un toccarsi, informarsi:  insieme.







Convegno:
Sviluppi della Creatività e Reti di Condivisione del Cambiamento. Firenze, 21/11/2005 - Palazzo Strozzi.















Complessità: la moltiplicazione di fatti-spazi-tempi che si mostrano in forme, profumi, colori...
catturati dall'occhio-mente Osservatore.


Nella dinamica dei fatti storici si può porre un'area di buio cognitivo, il vuoto quantistico , e una di acquisizione spazio-temporale, la forma, che si svela:
  • Il vuoto è uno spazio-tempo, ricco di tensioni, di "oscillazioni", di impercettibili movimenti che non hanno preso ancora un senso-direzione. Si è nello spazio-tempo del non ancora ordinato che non è un'assenza di vita, ma una traccia di vita, meglio un seme che ha in sé il tutto della vita, ma senza la forma; si pensi ad un seme di felce che ha in sé la felce non formata o ad uno zigote che ha in sé l'informazione di neonato-bambino-uomo-vecchio che si stenderà, poi, nello spazio-tempo.
  • La forma è la cresta della molteplicità di fatti che hanno preso una direzione storica e hanno iniziato ad auto-organizzarsi in sistemi di sistemi complessi, come una grande co-abitazione che pulsando, vive.
  • La Storia è la Casa della Vita: BioStoria, appunto.
In tale passaggio dal vuoto alla veste-forma si ha l'atto di nascita dell'individuo storico, come l'attraversamento di un tunnel che dal buio porta alla luce. Il mostrarsi della vita è nella nuvola, nel sorriso di una donna innamorata, nello schiudersi di una corolla di bianca margherita, nel crollare di un costone di montagna, ecc. In tale mostrarsi la storia-vita si presta ad essere conosciuta.


 













"Anche se non apro bocca posso parlarvi con gli occhi per mezz’ora buona. Guardandovi negli occhi posso dirvi se nel vostro cuore c’è pace oppure no. Ci sono persone che irradiano gioia e nei loro occhi si scorge la purezza."
Madre Teresa di C.








© 2010 - Il Filo s.r.l.
e-mail:


Il bacio
(esempio di fatto storico)









Il Fatto è ogni singolo quanto del movimento di naturalizzazione dello Spazio-Tempo e assume,  se raggruppato, isolato e definito, la veste nominale di Evento Storico:
  •  il bacio.
Nell'azione bacio concorrono una molteplicità di perturbazioni quantiche che confluiscono negli stati cardiaci, olfattivi... che insieme si armonizzano nel momento dell'atto, come un accoppiamento strutturale:
  • tutto è Storia.
  • Tutto può assumere Nome.
La Storia è l'insieme di tutti i Fatti vitali nelle molteplici forme degli svariati strati di Presente; mentre inome è il confine semantico di un isolato complesso e si pone come la sua gabbia concettuale di significato:
  •  il Significato semantico è altro dal fatto, con esso si è sul piano della storiografia, come il racconto, il modello, la carta intorno alla storia; questo è un processo inarrestabile e inalienabile che non può essere tenuta prigioniera nel concetto mentale umano.
L'errore degli storici e degli stessi scienziati è stato aver confuso il fatto vitale con la lettura del fatto che è una riduzione storiografica, piano mentale-cognitivo.












L’Osservatore CircoScrive la realtà e costruisce le gabbie semantiche e mentali che rendono stretta la vita.





( La gabbia concettuale)








La Spugna Storica e le Trame d'evento.

(Modello di M. Mastroleo)


Voce ai silenzi -"Nella notte... Orditi non gridati si tendevano alle bigamie dei pensieri, per essere intessuti, come voci di silenzi, nelle trame di Poesie non ancora nate. Ricami di voli. Antonia Colamonico (Il Filo. 1994)

Comments