Amici di Palazzo Te e dei Musei Mantovani


 Mantova, Palazzo Te (1525-1535), Camera di Ovidio o delle Metamorfosi. Affresco di Palazzo Te in costruzione. 




Per festeggiare il 22^ anno di attività 

l'Associazione ha donato alle Raccolte civiche 

il dipinto

"VIA RIPETTA", 

olio su cartone, 

e uno STUDIO GRAFICO 

di Armando Spadini (Firenze 1883-Roma 1925)





L’Associazione Amici di Palazzo Te e dei Musei Mantovani - associazione di volontariato culturale senza fini di lucro - è nata a Mantova nel 1997.

Per statuto essa:

  •  affianca le iniziative sia di enti pubblici sia di privati, prestando la propria opera direttamente o indirettamente;
  • si fa promotrice e incoraggia acquisti e donazioni di beni artistici e culturali che incrementino il patrimonio pubblico;
  • sostiene e facilita l’istituzione di nuovi musei, di enti o di società per la diffusione e la conoscenza dei beni culturali;
  • promuove e gestisce attività culturali-educative;
  • promuove e svolge attività di carattere editoriale-pubblicistico avvalendosi di diversi mezzi di comunicazione.

L'Associazione favorisce e appoggia il decentramento territoriale per mezzo delle Delegazioni che operano nelle realtà locali e promuovono la cultura del patrimonio in particolare nella loro area.

Attualmente sono attive le delegazioni

  • dell'Asolano, con sede ad Asola;
  • dei Castelli e dei Territori di Confine, con sede a Villimpenta;
  • degli Amici dell'Archivio di Stato di Mantova

E’ stato anche costituito un “Gruppo giovani”, per iscritti dai 18 ai 35 anni, che gode di propria autonomia e fa parte dei Giovani Amici dei Musei Italiani.

Le Delegazioni e il Gruppo giovani possono organizzare e svolgere attività autonome rivolte sia alla propria realtà, sia all’intera Associazione. 

L’Associazione fa parte della Federazione Italiana delle Associazioni Amici dei Musei (FIDAM), del Sistema dei Musei dei Beni Culturali Mantovani ed è tra gli enti che hanno dato vita al Comitato Promotore per la formazione del Sistema ecoturistico e della didattica del Parco del Mincio.

Ha inoltre promosso la costituzione di Comitati per il recupero di beni monumentali e per l’incremento del patrimonio culturale.

Negli ultimi anni i Comitati hanno operato a favore

  • della Chiesa abbaziale di San Benedetto in Polirone (acquisto, restauro e ripristino in loco della settecentesca pala d'altare del pittore Saverio Della Rosa);
  • della Parrocchiale di Schivenoglia (acquisto, resturo e donazione del "Transito di San Francesco" di Francesco Raineri detto lo Schivenoglia);
  • del Complesso Cavriani a Sacchetta di Sustinente (resturo del complesso); 
  • della Cappella della beata Paola Montaldi a Volta Mantovana(restauro della cappella);
  • del Museo Archeologico Nazionale di Mantova (esposizione del reperto neolitico Amanti di Valdaro). 

Oltre alle donazioni a musei, edifici religiosi, archivi del territorio, in questi anni l’Associazione ha

·   recuperato a Mantova, l’ex chiesa mantegnesca di Santa Maria della Vittoria con un accurato lavoro scientificamente corretto sul piano ambientale e storico-artistico coordinato dall’ing. Paolo Corbellani e dall’arch. Speranza Galassi;

·     progettatorealizzato ed edito lo studio di tutti gli edifici teatrali storici della Provincia di Mantova, I teatri storici nel territorio mantovano. Forme e funzioni, a cura di Noris Zuccoli, con i contributi scientifici di un gruppo di docenti del Politecnico di Milano Sezione di Mantova – soci e non dell’Associazione;

·    collaborato con i Comuni di Mantova e di Sabbioneta nel percorso che ha portato il sito a essere riconosciuto patrimonio mondiale dell’UNESCO, preparando la base documentaria storico-artistica delle due città.

·     Dal 2016, l'Associazione ha adottato il loggiato orientale del Ponte coperto delle Pescherie di Giulio Romano a Mantova, e dato vita alla Fondazione "Le Pescherie di Giulio Romano" per progettare il risanamento, il recupero e la valorizzazione  del loggiato di Levante e il collegamento del piano del ponte a quello del corso del Rio, l'antico canale che attraversa la città, per restituire alla comunità la fruizione dell'area. 

 

 SINTESI DELLE ATTIVITÀ SOCIALI DELL’ANNO 2018

 

Dal 1 gennaio al 31 dicembre:

 PRESENTI/PARTECIPANTI

COMPLESSIVAMENTE  35.400 ca.

Gestione del Gruppo di Mantova 33.700

Gestione della DEL. dell’ASOLANO 1.551

Gestione del Gruppo Giovani 166


ATTIVITÀ 

Gruppo di Mantova

 Sede:

MANTOVA, MADONNA DELLA VITTORIA 

(Visite monumento, Esposizioni, Eventi)Eventi )

Totale giorni apertura 223; moduli 365

Totale presenze  10.253

  Altre sedi:

PARCO DELLE BERTONE (Goito) 

Apertura gg. 63

Visite al giardino e alla Palazzina d'Arco 63

Eventi culturali 20

Totale presenti/partecipanti: 7.935 


VIAGGI e VISITE CULTURALI

Gruppo Mantova: iniziative realizzate 32

Totale partecipanti: 885


DELEGAZIONE DELL'ASOLANO

Totale partecipanti alle attività: 2713

ASOLA, MUSEO G. BELLINI.

Aperture ordinarie gg. 48

Presenti/partecipanti: 1071

Eventi  12

Presenti/partecipanti: 184

VIAGGI e VISITE CULTURALI 17

Partecipanti: 296

GRUPPO GIOVANI AMICI

Eventi 7

Partecipanti: 148

 VIAGGI e VISITE CULTURALI 2

 Partecipanti: 18

 

 
Pagine secondarie (2): Archivio IL RIO - crociera quattro ponti
Ċ
alessandro zacchè,
17 gen 2019, 04:45
Comments