Home page




Gruppo di Lavoro RIFIUTI del Veneto

Verbale riunione venerdì 15 gennaio 2016. ( http://www.gruppolavororifiutiveneto.it/)
Al punto 2 del verbale allegato Laura Rossi e Marco Rampon illustrano la situazione dell’inceneritore di Schio-Cà Capretta.
E’ un inceneritore figlio delle giunte comunali Pd (soprattutto Berlato Sella), come quello di Padova (soprattutto Zanonato). Le tre linee bruciavano:
- la prima (nata nel 1983) 36 tonn/giorno;
- la seconda (1993) 90 tonn/g;
- la terza (2003) 100 tonn/g; per un totale (fermi di manutenzione compresi) di circa 200 tonn/g.
.........continua sul file.
Vai su iniziative realizzate

Interessante Convegno pubblico organizzato da AVR (Alto Vicentino Ricicla)  del  20 Maggio 2015  ore 20.30. Presso Rusticò Pettinà, via Caile 10 - Poleo - Schio (VI).
"RIFIUTI: raccolta - riciclo - smaltimento. QUANTO CI COSTANO? Esperienze a confronto"
Ne parliamo con:
- FABIO DANI, Presidente di Utilya Srl, società che gestisce i rifiuti nel Basso Vicentino
- ANNA DONA’, Assessore all’Ambiente del Comune di Schio
- FRANCESCO LUCA, Assessore all’Ambiente del Comune di Marano Vicentino

Vai su iniziative realizzate , disponibile sintesi, video e audio



Interessante serata organizzata il 31 gennaio 2014 da AVR (Alto Vicentino Ricicla) in collaborazione con Cineforum Altovicentino.
Presentazione e proiezione del film: SPORCHI DA MORIRE "Nulla si crea, nulla si distrugge, tutto si trasforma".
Al termine dibattito su inceneritori con: MICHELE BOATO: Direttore Ecoistituto del Veneto “Alex Langer”

Vai su iniziative realizzate , disponibile: presentazione,  trailer del film e dibattito finale


Bellissima serata organizzata da AVR:
INCENERITORE: Inquinare l’ambiente senza risolvere il problema dei rifiuti Prof. Gianni Tamino Biologo – Università di Padova
22 Aprile 2013 - ore 20.30 Palazzo “Toaldi Capra”, via Pasubio - Schio
Vai su iniziative realizzate, disponibile:
sintesi dell'evento, video e audio


Bruciare denaro e avvelenare l'aria ...
..... non è intelligenza!

Quasi tutto ciò che buttiamo potrebbe essere riutilizzato o recuperato
e tornare ad essere una materia prima.


OGGI E' POSSIBILE!!!
Oggi, come non mai, bruciare i rifiuti è una follia, sia dal punto di vista economico che sanitario:

- di cosa sono fatti i "rifiuti" se non da materie prime preziose, non inesauribili: alberi (carta, legno), minerali (vetro), petrolio (plastica), metalli (ferro, rame), ecc.? La scarsità e il costo sempre più alto di tali materiali rende sempre più evidente l'insostenibilità economica e ambientale del loro incenerimento invece del loro recupero e riciclo;

- si vuol far credere che bruciandoli spariscano, mentre anche i bambini sanno che in natura "nulla si crea e nulla si distrugge" (legge di Lavoisier) e perciò i "rifiuti" bruciati escono dall'inceneritore semplicemente trasformati in: fumi, ceneri leggere e pesanti (il 30% di quanto bruciato!), fango, acqua, tutto molto più inquinato e dannoso per l'ambiente e la salute di quando sono entrati perchè pieni di sostanze pericolose e nocive (metalli pesanti, diossine e furani, mercurio, ossidi, acidi, ecc.).

Ogni giorno respiriamo circa 20 metri cubi d'aria, beviamo qualche litro di acqua,

mangiamo qualche etto di cibo.

ARIA, ACQUA e CIBO sono la nostra vita......DIFENDIAMOLI!!!