|   Home    |   Chi siamo    |   Partners   |   News   |   Contatti   |   Links   |   Mappa   |



cosa facciamo 

Allegra ha intrapreso nel 2006 un lungo cammino di promozione dei rapporti tra Italia e Slovacchia, grazie e con il sostegno di diverse istituzioni. Nel corso degli anni sono stati organizzati eventi in diverse città del Nord Italia, da Bologna a Ravenna, da Milano a Firenze, dal Piave a Venezia. Tra i progetti realizzati vi sono manifestazioni culturali, incontri sociali, mostre itineranti ed eventi dal carattere istituzionale.

Specialmente questi ultimi hanno avuto un carattere particolare e alcuni sono fatti per restare. Tra essi due targhe commemorative dedicate, a Ravenna a Venezia, ai santi slavi Cirillo e Metodio, dialogatori tra l’Est e l’Ovest del continente europeo che un millennio fa, sul territorio dell’odierna Slovacchia, iniziarono un percorso di evangelizzazione delle genti slave; o una targa installata sul Piave nel 2008 per i 90 anni dalla fine della Prima Guerra mondiale, a memoria dei soldati slovacchi caduti in una delle fasi più cruente della Grande Guerra. Queste lastre hanno avuto, al di là del loro carattere artistico, un significato straordinario, considerando da un lato la notorietà delle battaglie del Piave anche in Slovacchia, dove quasi ogni famiglia ha memoria di un nonno o un parente che vi hanno partecipato, e dall'altro dalla devozione degli slovacchi per Cirillo e Metodio. Qui non si parla solo dei fedeli cattolici, e del ruolo che i santi ebbero nella cristianizzazione del Paese, ma del riconoscimento dei missionari da parte dell’intera comunità culturale per il loro ruolo attivo nel dare una forma scritta ad una lingua – la slava – che fino al IX secolo aveva soltanto impiego orale. Tant’è che la prima opera letteraria in lingua slava è il proemio (Proglas) in versi scritto da Cirillo per la prima traduzione del Vangelo in antico slavo.

La grande varietà di attività ha portato Allegra a collaborare con diverse istituzioni, dall’Ambasciata all’Istituto di cultura slovacchi in Italia, a diversi ministeri slovacchi (Cultura, Esteri, Difesa), a istituzioni governative e non, fino all’Ufficio del Governo e al Parlamento nazionale slovacco.

Si parla tanto di Unione Europea, e della ricchezza delle diversità culturali in essa ricomprese. Ma nonostante gli sforzi di certe istituzioni ad essa preposte, la conoscenza effettiva di queste culture è spesso qualcosa di distante dai cittadini che non sono almeno un po’ curiosi. Allegra cerca con le sue attività di avvicinare gli italiani alla conoscenza della Slovacchia, un Paese di interesse culturale e turistico, un luogo che non è così distante – non solo geograficamente, ma anche caratterialmente – dall’Italia. Un Paese che è pienamente Mitteleuropa, allo stesso modo di Vienna (che dista del resto appena 60 chilometri da Bratislava). Un Paese che dopo quattro decenni di isolamento dovuti al regime comunista ha ripreso in mano il suo futuro sviluppando una democrazia matura, un’economia dinamica (per anni la Slovacchia è stata definita la “tigre” dell’Europa dell’Est) che ancora (e nonostante la lunga crisi iniziata nel 2008) è tra le più positive dell’Eurozona, e un aspetto moderno, pur mantenendo uno stretto legame con le sue radici contadine e tutti i riti e il folclore ad esse collegati.

Nell’estate del 2014 Allegra ha portato alcuni giornalisti italiani a visitare una regione di montagna in Slovacchia (ricordiamo che qui sono le montagne più importanti d’Europa dopo le Alpi). E ha riscontrato la piacevole sorpresa di questi professionisti della carta stampata, della tv e del web, nel vedere case curate, città pulite e accoglienti, gente cordiale e strutture turistiche anche di ottimo livello. A fine 2014 Allegra ha organizzato la trasferta in Slovacchia di una troupe di RAI 3, che ha prodotto un servizio di dieci minuti per il programma di viaggi Kilimangiaro (3,7 milioni di spettatori), andato in onda per l'Epifania 2015. Questa attività è strettamente legata alla promozione del turismo slovacco, che Allegra svolge dal 2010, quando fu creato il sito Turismo Slovacchia, forse il più ricco in lingua italiana sull'offerta di informazioni, eventi e curiosità del turismo in Slovacchia.

Del resto è sempre Allegra che ha avuto un ruolo cruciale nello sviluppare il giornale di informazione quotidiana Buongiorno Slovacchia, strumento imprescindibile per la comunità italo-slovacca, così come per le imprese e le istituzioni, che gestisce dal 2010.

Quello che chiediamo agli italiani, viaggiatori e non, è di aprire il proprio cuore e lasciarsi incantare. Non resteranno delusi.

 

Zuzana Solieri

Presidente O.z. Allegra