PANORAMA RECANATESE 
 Mercoledì 22 Febbraio 2017

Camerino
Lo spin off Unicam Pharma & Food Consulting in Silicon Valley
Continuano ad arrivare successi per gli spin off dell’Università di Camerino, compresi quelli di recente istituzione.
E’ questo il caso di Pharma & Food Consulting, giovane realtà imprenditoriale nata nel 2015 che propone servizi e prodotti innovativi nei settori farmaceutico ed alimentare.
La Pharma & Food Consulting è stata infatti selezionata per partecipare al viaggio in Silicon Valley dal 18 al 26 febbraio 2017 previsto dal progetto I.D.E.A. Marche, promosso dalla Regione Marche e dai quattro incubatori marchigiani (BP Cube, Hub21, JCube, The Hive) e rivolto ad un numero limitato di startup.
Integrando competenze e strutture tecnico-scientifiche universitarie, con esperienze industriali concrete, PFC rappresenta un team di supporto per tutte quelle aziende che, interpretando i bisogni del mercato e dei consumatori, rilevano opportunità di miglioramento e manutenzione di prodotti e processi esistenti, nonché lo sviluppo di nuovi. I clienti possono avvalersi di PFC per analisi relative ad uno specifico prodotto o a parte di esso, fino ad arrivare ad un vero e proprio progetto di consulenza, che copra tutti gli aspetti formulativi, produttivi e legislativi, sia per creare linee di prodotti in outsourcing sia per rinnovare o implementare linee già esistenti, proponendo nuovi claim suffragati da dati sperimentali.
L’obiettivo della missione nella Silicon Valley sarà quello di far emergere la nuova generazione di imprese innovative “Made in Marche”.
“Siamo estremamente soddisfatti per questo importante risultato – ha dichiarato la prof.ssa Giulia Bonacucina, docente Unicam della Scuola di Scienze del farmaco e dei prodotti della salute di Unicam, nonché presidente dello spin off. Questa occasione rappresenta infatti una concreta possibilità per favorire incontri one to one con operatori finanziari ed industriali, agevolare partnership commerciali e attività di formazione mirata alla scalabilità internazionale”.
Egizia Marzocco

Ancona
Aerdorica: il consiglio regionale istituisce la commissione d'inchiesta
Chiamata a fare chiarezza sulle vicende della Società aeroportuale nell’arco delle gestioni che si sono succedute, sarà composta da undici componenti. Entro dieci giorni Mastrovincenzo convocherà la prima seduta per l’elezione del presidente e vicepresidente. 
Il Consiglio regionale delle Marche ha dato il via libera (unico astenuto il consigliere Udc, Luca Marconi) all’istituzione di una Commissione di inchiesta sulla Società Aerdorica spa e sulle vicende che hanno accompagnato la sua attività nell’arco delle diverse gestioni. 
“Sono particolarmente soddisfatto - ha detto il Presidente Antonio Mastrovincenzo – dell'approvazione della Delibera presentata dall'Ufficio di Presidenza: la Commissione di inchiesta rappresenta una buona opportunità' per fare chiarezza sul passato e per ragionare sul futuro di una infrastruttura strategica per il nostro territorio. Entro dieci giorni convocherò la prima seduta della Commissione per l’elezione di presidente e vicepresidente.”
L'atto è stato illustrato in Aula dal Vice Presidente del Consiglio regionale, Renato Claudio Minardi, che, nel suo intervento, ha tenuto a ribadire l'importanza dell'aeroporto per lo sviluppo economico e turistico della regione.
“Questa infrastruttura rappresenta un polo fondamentale nel sistema dei trasporti regionali – ha detto Minardi - e la Commissione d'inchiesta servirà a chiarire aspetti legati alle passate gestioni nell'ambito, ovviamente, delle competenze proprie al Consiglio regionale, stabilite dallo Statuto e dal Regolamento interno dell'Assemblea legislativa, nell'assoluto rispetto delle attività in corso da parte della Magistratura che non riguardano le finalità della Commissione oggi istituita.”
La richiesta di istituzione era stata formulata da tutti i consiglieri dei gruppi di opposizione e recepita da una delibera dell’Ufficio di Presidenza, oggi accolta dall’Aula. La Commissione sarà composta da 11 componenti: Francesco Giacinti, Enzo Giancarli, Fabio Urbinati, Francesco Micucci, Renato Claudio Minardi (tutti Pd), Boris Rapa (Uniti per le Marche), Gianni Maggi, Piergiorgio Fabbri (M5S), Piero Celani (FI), Sandro Zaffiri (Lega nord) e Elena Leonardi (FdI). La Commissione, entro il termine del 31 ottobre 2017, avrà il compito di verificare l’efficienza, l’efficacia, l’economicità e le capacità manageriali delle gestioni succedutesi nella conduzione dell’Aeroporto delle Marche e la presentazione di proposte per il rilancio strategico della società. (l.b.)

Ancona
Valorizzazione delle eccellenze produttiva merchigiane
Bora:''Bando della Regione per sostenere progetti con sigillo di qualità UE''
Valorizzare le eccellenze produttive marchigiane che hanno ottenuto il sigillo di qualità (Seal of excellence) della Commissione europea. È l’obiettivo del bando promosso dalla Regione che, a regime, avrà una dotazione di 3 milioni di euro, destinata a promuovere le ricadute industriali e occupazionali generate dalla realizzazione di queste iniziative strategiche. Gli investimenti dovranno essere localizzati nelle Marche. Le imprese straniere potranno avviarli all’interno dell’Unione europea, a condizione che aprano la loro sede nel territorio regionale. I progetti andranno presentati entro il 2 maggio 2017, utilizzando la piattaforma informatica https://sigef.regione.marche.it “Le Marche sono la prima Regione in Italia, e tra le prime a livello europeo, a sostenere, con proprie risorse, la ricerca di eccellenza di portata internazionale, certificata con il sigillo di qualità della Ue – afferma l’assessora alle Attività produttive, Manuela Bora – Sono progetti marchigiani che hanno superato la selezione di Horizon 2020 (Fase 2 dello Sme Istrument)”, ma non finanziati per insufficienza delle risorse. La probabilità di essere selezionati da questo programma, gestito direttamente dall’Unione europea, è molto bassa, attorno al 9 per cento. Le Marche hanno allora scelto di non disperdere queste progettualità innovative, offrendo una seconda opportunità fornita dai fondi strutturali gestiti dalla Regione, in questo caso il Por Marche Fesr 2014-2020”.

Ancona
Univmp: 60 anni di Unione Europea,  sfide e prospettive 
Oggi (mercoledì 22 febbraio) alle ore 15 presso la facoltà di Economia ad Ancona si tiene la prima delle iniziative previste a livello nazionale dalla rete dei Centri di 
Documentazione Europea e dalla Rappresentanza Italiana della Commissione Europea per celebrare i 60 anni dai Trattati di Roma "60 anni di Unione Europea: sfide e prospettive " è il titolo del convegno che si terrà Mercoledì 22 febbraio alle ore 15.00 presso la facoltà di Economia ad Ancona. 
 Mercoledì 22 febbraio ore 15.00 presso la facoltà di Economia ad Ancona si tiene la prima delle iniziative previste a livello nazionale dalla rete dei Centri di Documentazione Europea e dalla Rappresentanza Italiana della Commissione Europea per celebrare i 60 anni dai Trattati di Roma "60 anni di Unione Europea: sfide e prospettive " è il titolo del convegno che si terrà Mercoledì 22 febbraio alle ore 15.00 presso la facoltà di Economia ad Ancona. Si tratta della prima iniziativa tra quelle previste a livello nazionale dalla rete dei Centri di Documentazione Europea e dalla Rappresentanza Italiana della Commissione Europea per celebrare i 60 anni dai Trattati di Roma che rappresentano il momento decisivo per la costituzione delle Comunità Europee. L’occasione offre lo spunto per una riflessione critica sugli aspetti storici, politici, giuridici ed economici dei processi di costruzione della UE e dei limiti che frenano le prospettive di sviluppi futuri. L’incontro organizzato dal CASE Centro Alti Studi Europei, dall’Università Politecnica delle Marche e dalla Accademia Marchigiana di Scienze Lettere ed Arti, prevede interventi di esperti di questioni europee.
Ci saranno: CARLO CURTI GIALDINO Professore ordinario di Diritto della UE alla Sapienza-Università di Roma, ha insegnato in numerosi atenei italiani ed esteri. 18 anni di lavoro presso la Corte di Giustizia Europea del Lussemburgo giustificano da soli il soprannome di “sciamano dei Trattati Europei” affibbiatogli dalla stampa specializzata. LUIGI VITTORIO FERRARIS: lunghissima carriera diplomatica in varie parti del mondo, per 7 anni Ambasciatore presso la Repubblica Federale Tedesca, poi Consigliere di Stato e Presidente Onorario di sezione e Sottosegretario di Stato agli Affari Esteri. Autore di oltre 400 saggi ed articoli di politica e relazioni internazionali. PIETRO ALESSANDRINI: Professore Emerito dell’Università Politecnica delle Marche. Studi ad Ancona ed Oxford poi all’Ufficio Studi della Banca d’Italia. Insegna Economia Monetaria e Politica Monetaria europea. E’ stato Segretario Generale della Società Italiana degli Economisti. Presidente della Fondazione Giorgio Fuà. Collabora dal 1998 con la Redazione economica del GiornaleRadio RAI.

Loreto
Regione: Malaigia visita a sorpresa l'ospedale
Visita a sorpresa della Vicepresidente dell'Assemblea Legislativa Marzia Malaigia, in qualità di consigliere regionale e componente della Commissione Sanità regionale all'Ospedale di Loreto, che ha voluto essere accompagna dal consigliere comunale di Loreto, Gianluca Castagnani.
Considerata l'importanza che riveste il Santa Casa di Loreto per un ampio bacino di utenza e in vista di una nuova stagione turistica, la Malaigia ha voluto sincerarsi di persona che tra i vari reparti, l'ex Punto di Primo Intervento abbia mantenuto le professionalità adeguate per la situazione.
L'arrivo della Malaigia è stato movimentato: "mi sono trovata difatti proprio nel momento dell'accesso di una persona grave, dapprima classificata con il codice rosso. Un paziente poi stabilizzato dalla dott.ssa Fornaro, che ha risposto alle terapie e poi è stato trasferito d'urgenza ad Osimo".  Questa è la realtà: la necessità pertanto di mantenere sempre alto il livello di guardia e dotare di mezzi e strumenti un PAT (purtroppo ex PPI) che serve tutta la bassa Valmusone oltre che la costa dal Conero sino a Porto Recanati.
Spostandosi alla  Radiologia, le domande e il sopralluogo della Consigliera regionale hanno avuto la conferma sulla necessità di maggior personale medico. Per Castagnani: occorre una refertazione anche pomeridiana degli accessi d'urgenza extra-PAT, poiché molti pazienti si trovano costretti a riprendere l'auto e recarsi ad Osimo, se non a Jesi. Dato che di pomeriggio i referti li esegue un dottore che si trova ad Osimo, mi domando - continua inoltre Castagnani – se ci fossero delle disfunzioni tecniche e se il referto on line non potesse essere eseguito, quali conseguenze ci sarebbero.
La risonanza ancora non funziona nonostante i proclami di qualche altro politico e sarà comunque un macchinario che potrà eseguire limitate tipologie di diagnosi.
Visitando l'ex medicina, oggi "Cure Intermedie" la Malaigia ha verificato che oltre agli arredi a dir poco obsoleti e non adeguati, mancano ancora una decina di posti letto rispetto a quelli previsti, causa mancato adeguamento e messa a norma di un'ala del secondo piano dell'Ospedale, dove non sono a norma nemmeno alcuni impianti.
Inoltre tre medici, per la Malaigia, sono oggettivamente pochi, visto che devono garantire anche gli ambulatori, dato che i medici di medicina generale non hanno ancora attivato il loro servizio.
Stessa cosa vale la Radiologia, dove oltre al cantiere della Risonanza, continua  il cantiere dell'accesso alla Radiologia che ha penalizzato anche le stanze della fisiatria, trasferite al secondo piano.
Insomma, per la Malaigia, un segno "più" per la presenza di personale di elevata umanità e professionalità, sia medico sia infermieristico e assistenziale, un segno "meno" per i perenni cantieri che penalizzano gli utenti.
Castagnani pone inoltre una questione che pare ancora non sia risolta: si tratta della  refertazione che si avrà una volta avviato il magnete della risonanza: i medici addetti a questa strumentazione faranno refertazioni solo per questa macchina o si tornerà ai precedenti livelli essenziali di prestazioni e di efficenza, anche economica?
La Malaigia ha promesso vigilanza su tutti gli aspetti del Santa Casa considerate le particolarità di questo Ospedale e della città che ospita il Santuario Mariano, in vista dell’arrivo anche di pellegrini è bene tenere a mente che “la loro condizione fisica non sempre ottimale”. 

Macerata
Seminario "A sea of culture", due giorni dedicati alle relazioni internazionali
Un seminario internazionale con protagonisti gli operatori culturali, le istituzioni e le imprese creative per discutere e auspicabilmente giungere a sottoscrivere una dichiarazione di intenti per una proficua collaborazione nell’area della macroregione adriatico-ionica nei settori della valorizzazione del patrimonio culturale materiale e immateriale e della progettazione europea comune. Molte infatti in questo campo le opportunità di prossima uscita offerte dall’Europa in generale e, più in particolare, dai programmi legati alla strategia adriatico ionica da cogliere.
Questo il senso e l’obiettivo dell’evento A Sea of Culture, seminario di due giorni al via nel pomeriggio di venerdi 24 febbraio e sabato 25 al mattino a Macerata presso il Teatro della Filarmonica. L’evento porta a conclusione il progetto regionale di Distretto Culturale Evoluto denominato Adriatico affidato da Regione Marche al capofila SVIM.
In collaborazione con il Comune di Macerata e con l'Università di Macerata, la due giorni è un'occasione importante per confrontarsi sulle strategie di sviluppo fondate sulla valorizzazione del patrimonio.
"Siamo felici di ospitare un convegno che offre possibilità di crescita per i nostri territori - afferma il sindaco Romano Carancini.- Ringraziamo gli organizzatori per aver scelto la città di Macerata come incubatore culturale per nuove relazioni di pace e di sviluppo".
Oltre venti ospiti illustri da Serbia, Croazia, Grecia ed Albania in rappresentanza di istituzioni e prestigiosi hub culturali.   Sono attesi tra gli altri: il responsabile per i progetti culturali dell’ambasciata croata in Italia, il Sindaco di Gjrokaster, il dirigente del dipartimento della cultura del Comune di Tirana, un alto rappresentante del ministero della cultura Serbo, il responsabile delle relazioni internazionali del comune di Salonicco, il direttore del museo di arte contemporanea di Zagabria, i direttori di due importanti festival musicali di Belgrado, il direttore dell’Istituto archeologico di Tirana.  A questi si aggiungeranno rappresentanti di istituzioni, imprenditori ed operatori culturali marchigiane.
Si tratta dunque di una importante occasione che conclude un Progetto che ha consentito in più di due anni di attività, di mettere a confronto, elaborando strategie e progetti comuni, numerosi operatori, pubblici e privati, nel settore dei beni culturali con l’obiettivo di condividere in tutta l’area adriatica un modello di sviluppo che il Distretto Culturale delle Marche ha reso fattivo nel nostro territorio.
Oggi le nuove strategie europee rendono dunque fattiva la possibilità di elaborare progetti integrati in area adriatica nella quale i soggetti pubblici e le imprese private marchigiane possono trovare occasioni di lavoro insieme ai partner dell’altra sponda dell’Adriatico
I temi trattati, tutti volti a rafforzare le forme della cooperazione in campo culturale in area adriatica saranno tra gli altri quelli delle tecnologie innovative per lo sviluppo e la promozione del patrimonio culturale, le nuove relazioni tra il patrimonio ed il turismo in area adriatica ed infine i nuovi modelli di allestimenti museali.
L’iniziativa è promossa da Svim spa, Comune di Macerata e Università di Macerata.
Info: info@playmarchesrl.it, www.comune.macerata.it .

San Severino
Giornata formativa dedicata a giovani e occupabilità 
“Giovani e occupabilità” è il titolo della giornata formativa organizzata dall’Istituto Tecnico Tecnologico Statale “Eustachio Divini”, e dal Comune di San Severino Marche, per sabato 25 febbraio, a partire dalle ore 9, al teatro Italia. Dopo i saluti del sindaco di San Severino Marche, Rosa Piermattei, del rettore dell’Università degli Studi di Camerino, Flavio Corradini, e del prorettore di Unicam delegato ai rapporti con enti e istituzioni, Andrea Spaterna, interverrà l’assessore regionale all’Istruzione e alla Formazione Professionale, Loretta Bravi. A seguire il segretario di Fim – Cisl Marche, Rocco Gravina, il segretario della Uil Marche, Manuel Broglia, e il segretario della Cgil Macerata, Daniel Taddei, parleranno di: “Modalità di contrattazione e concertazione allargata per l’occupabilità”. Di come combattere la disoccupazione giovanile parleranno invece, sempre nel corso della giornata di studi, Matteo Piersantelli di AM Microsystems, l’ingegnere elettronico biomedico Chiara Luciani e il titolare della Astrotel, Luciano Carbonari. Le conclusioni dei lavori saranno affidate all’assessore regionale Loretta Bravi. L’occupabilità indica la capacità delle persone di essere occupate o di saper cercare attivamente, di trovare e di mantenere un lavoro: la occupabilità si riferisce dunque all’abilità di ottenere un impiego, che sia un primo o un nuovo impiego, quando necessario, effettuando transizioni da una condizione di non lavoro o da una precedente, diversa occupazione. Accrescere l’occupabilità è generalmente un obiettivo prioritario delle politiche per l’occupazione verso il quale sono orientati molti interventi cofinanziati dal Fondo sociale europeo.

Recanati
Biblioteca comunale sempre più frequentata 
Biblioteca sempre più frequentata e con numeri che continuano la loro salita: anche il 2016 appena alle  spalle fornisce una lettura di questo servizio sicuramente vincente, una presenza, soprattutto tra i più giovani, ormai consolidata nella realtà locale. "Sono molto soddisfatta della crescita della nostra Biblioteca Comunale, vero cuore pulsantee cultura della comunità cittadina" - afferma l'Assessore alle Culture e Pubblica Istruzione Rita Soccio, che continua - "fin dall'inizio del mio mandato, ho sempre sostenuto e cercato di implementare questa importante istituzione pubblica con l'attivazione di nuovi progetti e riorganizzando gli spazi con il prezioso aiuto del personale interno.  Insieme siamo costantemente impegnati per promuovere la biblioteca come fattore imprescindibile per il benessere e lo sviluppo di una società sana e consapevole". Un rapido confronto con l’anno precedente analizza numericamente il fenomeno: sono stati 12868 le presenze con un ragguardevole + 2334 ( circa +18%)  il cui aumento è dovuto in maniera particolare agli studenti che sono stati 6381 (+ 1403 rispetto al 2015), a significare che i giovani hanno individuato nella biblioteca non solo un luogo di studio ma anche di incontro, di socializzazione e amicizia, lo dimostra il fatto che la voce  “studenti” non è riferita soltanto alla fascia che comprende gli universitari ma anche ai ragazzi delle scuole medie superiori di primo e secondo grado. Aumento anche per la fascia degli “0-6” che sono i bambini in età prescolare (+70 unità); crescono anche gli utenti inseriti nella categoria “Altro” (circa +700) ovvero coloro che svolgono professioni non rientranti nelle categorie di operai, casalinghe, pensionati, impiegati e docenti . Altro dato significativo è che tra i 4493 prestiti  ce ne  sono ben 1840 destinati a bambini e ragazzi, grazie anche alle iniziative legate a Nati per Leggere ormai diventate stabili: “Letture in braccio “ (0-3 anni), “Letture ad alta voce” (3-6 anni), “Alchimia di latte e parole” a sostegno dell’allattamento in collaborazione con gli operatori sanitari del Consultorio. Durante le quali le presenze di bambini sono quantificabili in una media di circa 15 unità,a loro vanno aggiunti gli accompagnatori che sono figure familiari come genitori e nonni. Tra le altre attività della biblioteca i corsi: di alfabetizzazione “Impariamo insieme l’Italiano” rivolto in modo particolare agli stranieri; di informatica “Impara a navigare nell’informazione”. Alto il consenso per il servizio interbibliotecario: all’utente si offre la possibilità di avere un titolo che non si possiede in biblioteca, lo si  richiede ad un’altra poi una volta che il lettore lo ha tenuto per 30 giorni, lo si rispedisce alla biblioteca prestante. Il servizio funziona non solo in entrata ma anche in uscita da quella di Recanati. Le richieste sono state 109, 25 in più rispetto a quelle del 2015. L’ampliamento di orario con l’apertura a tutti i pomeriggi (da lunedì al venerdì dalle ore 15,30 alle 19,00) che si è aggiunto a quello del mattino (da lunedì a sabato dalle ore 9,00 alle ore 13,00) ha comportato un livellamento di presenze tra mattino e pomeriggio prima assolutamente asimmetrico. Ciò conferma che le richieste che provenivano nei confronti di un’apertura maggiore del servizio trovino riscontro nei numeri registrati. Un aspetto da non tralasciare è legato al fatto che sull’aumento costante  delle presenze dal mese di settembre 2016 in poi (più di 1000 presenze al mese) sembrano non aver influito i lavori di sistemazione del centro storico e la successiva pedonalizzazione, nel senso che l’accesso alla biblioteca non è stato demotivato alla frequenza.

Castelfidardo
Totalmente gratuito il servizio trasporto disabili per le famiglie che ne fruiscono 
"Disapplicazione delle tariffe": dietro il freddo linguaggio tecnico, una scelta importante dell’Amministrazione che ha reso gratuito il “trasporto disabili”. Il servizio comprende il trasporto giornaliero dei ragazzi ai centri di riabilitazione e recupero, alle scuole dell’obbligo e agli Istituti superiori, ai laboratori pomeridiani e alla piscina di Ancona. 
Ad usufruirne, 37 famiglie cui nel 2017 non sarà richiesto alcun pagamento. Nell’anno scolastico 2013/2014, era stato invece introdotto un rimborso di 1 € a viaggio (spostamento in territorio cittadino) o 1,50 € (fuori comune).
Nel rinnovare l’affidamento del servizio che include trasporto ed assistenza del disabile a Croce Verde e Anffas onlus Conero cui viene riconosciuto un compenso a km di 1,15 € (a fronte di 1,24 € dell’anno scorso) per una spesa che annualmente si aggira sui 115.000,00 €, l'Amministrazione ha dunque evitato di scaricare qualsiasi spesa sull'utenza.
“E’ un aspetto su cui ci eravamo impegnati in campagna elettorale – spiega il sindaco Roberto Ascani – perché ci sembrava fuori luogo e incongruente che il Comune offrisse il servizio ma d’altro lato ne richiedesse una parziale compensazione: da gennaio 2017, è tutto definitivamente gratuito per chi ne fruisce”.

San Severino
Cna e Cia: confronto sulla ricostruzione in città 
Taglio del nastro, lo scorso 17 febbraio, per la nuova sede di CNA e CIA a San Severino Marche, in via Virgilio da San Severino. 
Per l'occasione, l’incontro “L’anima dei luoghi, un confronto sulla ricostruzione”, organizzato all’Istituto “Tacchi Venturi” in collaborazione con il Centro di Educazione Ambientale Casa Ecologica, ha offerto un momento di confronto tra esperti, istituzioni, tecnici e amministratori sul tema della ricostruzione post sisma.
Ospite del convegno anche il consigliere regionale civitanovese Francesco Micucci, al quale è stata data la disponibilità da parte delle associazioni di categoria CNA e CIA, dei sindacati CGIL e CISL, Università di Macerata ed esperti per la creazione di un tavolo di discussione a livello regionale relativo alla fase di ricostruzione soprattutto da un punto di vista sociale e relazionale. Ad aprire i lavori dell’assemblea, coordinati da Leonardo Virgili responsabile CEA Casa Ecologica, i saluti della presidente regionale della Confederazione Italiana Agricoltori Mirella Gattari e del presidente CNA Provinciale di Macerata Giorgio Ligliani, che hanno preceduto l’introduzione fatta dal Direttore Provinciale CNA Luciano Ramadori.
"La ricostruzione non è solo una scelta urbanistica e architettonica. Riguarda la memoria dei paesi, la possibilità di mantenere la rete di relazioni e legami che li costituisce, la capacità di rigenerarne e re-inventarne l’identità. Per questo è necessario riflettere da subito, ora che la macchina della ricostruzione sembra mettersi in moto, su «dove e come ricostruire» e sul suo senso per il futuro dei paesi colpiti."
Il collegamento telefonico con il professor Vito Teti, docente di Antropologia Culturale Università di Calabria, ha aperto il dibattito, evidenziando quanto sia importante evitare di perdere quest'anima dei luoghi, fatta di reti sociali, di comunità che solo il tempo potrà restituire. “Il terremoto" ha spiegato Eleonora Cutrini, docente di Economia Applicata dell’Università di Macerata, “ha colpito un territorio la cui economia era già fragile, quindi la ricostruzione potrebbe essere un'occasione per ripensare quest'area anche da un punto di vista economico, comprenderla, rigenerarla verso una cultura dell'accoglienza, della formazione continua, per porsi di fronte al mondo e intercettare i suoi bisogni specifici”.
Elena Battaglini, responsabile della ricerca “Economia Territoriale” della Fondazione Di Vittorio, ha sottolineato la ciclicità del fenomeno sismico: “è dalla negazione del rischio che nascono i problemi. Nelle crisi che si sono succedute in Italia si sono messi in campo diversi modelli di intervento, ma è stata la partecipazione dal basso a fare la differenza. Credo che anche in questo caso si possa andare verso quella direzione.”
Il Rettore dell'Università di Macerata Francesco Adornato è intervenuto rimarcando il ruolo delle Università “quali luoghi del pensare, nel ricostruire questa idea di futuro, usando nuove categorie”.
Le conclusioni sono state affidate al professor Massimo Sargolini docente di Urbanistica dell’Università di Camerino e componente del Comitato Tecnico Scientifico per la Ricostruzione, il quale ha sottolineato come “la ricostruzione debba tener presente l'anima dei luoghi, in un rapporto spazio-temporale. Ricostruire tutto com'era? Non sarà possibile. È da capire e reinventare”.

San Severino
L'on. Rampelli in visita istituzionale alla città
Visita istituzionale del capogruppo di Fratelli d’Italia alla Camera dei Deputati, onorevole Fabio Rampelli, nella città di San Severino Marche. Accompagnato dal coordinatore regionale di Fdi - An, Carlo Ciccioli, dal consigliere regionale Elena Leonardi, dal responsabile dell’organizzazione di Fratelli d’Italia nelle Marche, Angelo Bertoglio, e dal coordinatore locale, Fabio Verbenesi, il deputato è stato accolto dal consigliere comunale con delega alla Sicurezza e alla Polizia Locale, Jacopo Orlandani, che ha portato i saluti del sindaco e dell’Amministrazione comunale. 
Nel corso dell’incontro è stata rappresentata la situazione della Città di San Severino Marche e si è parlato delle difficoltà che vivono ogni giorno i terremotati ma anche i titolari delle attività produttive a seguito del sisma. Poi sono stati affrontate le problematiche della sanità e della viabilità.
“In queste realtà gli ospedali devono essere potenziati non chiusi” è stata la risposta dell’onorevole Rampelli che si è reso disponibile ad affrontare personalmente ogni criticità legata al sisma per venire incontro alle Amministrazioni locali e alle richieste della cittadinanza.

Tolentino
Tanta solidarietà da Brescello e Scandiano 
In questo fine settimana, oltre 20 Volontari provenienti da Comuni dell’Emilia Romagna e facenti parte del Gruppo comunale di Protezione Civile di Brescello, del gruppo della Croce Rossa di Scandiano e dal gruppo comunale della Protezione Civile Il Campanone di Scandiano, sono giunti a Tolentino per consegnare una grande quantità di indumenti e materiale scolastico e didattico che è stato raccolto nelle scuole di Brescello, Taneto, Praticello, Boretto, Mezzani e Sorbolo.
La donazione alla Città di Tolentino è avvenuta per mezzo del locale gruppo di Protezione Civile.
Inoltre sono stati donati quasi 600 euro alle scuole di Caldarola.
A ricevere la delegazione emiliana il Sindaco Giuseppe Pezzanesi che ha accompagnato il gruppo anche in una breve visita della Città e che ha ringraziato personalmente tutti gli amici emiliani che hanno voluto testimoniare con la loro presenza e con le donazioni, la loro solidarietà.

Macerata
Carnevale al Lauro Rossi insieme alla FORM
In programma due capolavori per l'infanzia: il Carnevale degli animali e Pierino e il Lupo,
Il “giovedì grasso” si festeggia con l’Orchestra Filarmonica Marchigiana. La FORM porta al Teatro Lauro Rossi, a Macerata, due delle più famose fiabe musicali scritte appositamente per l’infanzia: il Carnevale degli animali e Pierino e il Lupo.
Domani giovedì 23 febbraio, alle 21, va in scena il Family concert, un appuntamento da non perdere dedicato a bambini, ragazzi e alle loro famiglie. 
Si comincia con il Carnevale degli animali, una composizione musicale pensata e scritta da Saint-Saëns nel 1886 per presentare ai più giovani il suono e le caratteristiche degli strumenti musicali che compongono un’orchestra, associandoli in maniera curiosa a degli animali che ben si sposano a quelle stesse caratteristiche. È così che il contrabbasso diventa un elefante, il violoncello un cigno e i violini delle galline. Una descrizione umoristica fatta attraverso la magia e l’immediatezza del linguaggio musicale.
A seguire la fiaba musicale per bambini op.67 Pierino e il Lupo, scritta dal compositore russo Sergeij Prokof'ev, per divertire i piccoli e nello stesso tempo per introdurli alle magie della “tavolozza timbrica orchestrale”.
Grazie all’energia della voce narrante di Luigi Maio e accompagnati dalle descrizioni musicali dei singoli personaggi, gli spettatori vengono proiettati nel mondo di Pierino e dei suoi amici animali in un avventuroso viaggio. Ogni personaggio è interpretato da uno strumento musicale: l’uccellino dal flauto, l’anatra dall’oboe, il gatto dal clarinetto, il nonno dal fagotto, il lupo da tre corni, Pierino dal quartetto d’archi, gli spari dei fucili dai timpani e dalla grancassa. Il finale è un tripudio di tutti i protagonisti che sfilano in un gioioso corteo al ritmo di marcia trionfale.
Protagonisti insieme all’Orchestra, condotta dal primo violino concertatore Alessandro Cervo, Luigi Maio, già acclamato in passato dal pubblico marchigiano per le sue originali e divertenti esibizioni e per la sua travolgente vivacità, e i giovani pianisti Enrico Cicconofri e Davide Martelli.
Per Luigi Maio, il poliedrico artista genovese che ha coniato per sé il termine di “musicattore” a sintetizzare la sua multiforme natura di attore, musicista, autore e cantante, Pierino e il Lupo rappresenta un vero e proprio “cavallo di battaglia”.
Ospite d’eccezione della serata l’Orchestra di bambini de El Sistema, della Scuola Civica di Musica “Stefano Scodanibbio” di Macerata, a cui spetta l’ouverture, con l’interpretazione di diversi brani famosi della tradizione musicale classica.
Biglietto speciale a 5 euro.
INFO FORM-Orchestra Filarmonica Marchigiana tel. 071 206168| fax 071 206730| info@filarmonicamarchigiana.com  Biglietteria Teatro Lauro Rossi tel. 0733 230735 | fax  0733 261570 | boxoffice@sferisterio.it .

Macerata
Carnevale maceratese: è in arrivo la 27^ edizione  
La madrina sarà Veronica Maya.
Domenica 26 febbraio torna nella tradizionale cornice dei giardini Diaz il Carnevale maceratese, giunto quest’anno alla 27^ edizione.
Organizzato dalla Pro Loco di Piediripa, con il patrocinio del Comune e della Provincia di Macerata e della Regione Marche, il Carnevale 2017 promette ancora una volta una giornata ricca di divertimento e spensieratezza per adulti e bambini.
La sfilata dei carri – cinque a cui se ne aggiungono altri due fuori concorso -  e dei sei gruppi mascherati, che prenderà il via alle 14, sarà animata dalla Banda città di Petriolo con tanto di majorettes al seguito, da  La lombarda  anni 70  di  Santa Maria Nuova e dal gruppo storico di sbandieratori di Corinaldo. Presentatori della kermesse saranno Daniza Marziali e Marco Moscatelli mentre madrina del Carnevale quest’anno sarà Veronica Maya, popolare showgirl e conduttrice televisiva.
Nel corso della manifestazione, che quest’anno più che mai assume  carattere solidale, la Pro Loco di Piediripa, da sempre attenta alle rievocazioni storiche e a tramandare alle giovani generazioni le tradizioni di una volta, consegnerà i fondi raccolti durante la Rievocazione del Canto della Pasquella nel periodo natalizio, non solo come solitamente avviene ai rappresentanti dell’Istituto Bignamini di Falconara ma anche alla popolazione terremotata, in particolare alle Pro Loco di Pievetorina e Pievebovigliana per la realizzazione di un centro aggregativo e di accoglienza. 
Il Carnevale Maceratese, che in caso di maltempo rimanderà i festeggiamenti al 5 marzo, promette anche dolci, vino e caramelle offerti dalla Pro Loco di Piediripa e dall’azienda agraria Lucangeli. (lb)

San Severino
Teatri Sanseverino al cinema con ''Il condominio dei cuori infranti'' 
Doppio appuntamento al cinema giovedì 23 febbraio e venerdì 24 febbraio per la rassegna di film promossa dalla direzione artistica del San Paolo in collaborazione con quella dei Teatri di Sanseverino. All’Italia, con spettacolo unico ad ingresso gratuito alle ore 21, viene presentato “Il condominio dei cuori infranti”, film di Samuel Benchetrit con Isabelle Huppert, Valeria Bruni Tedeschi e Gustave Kervern. In un immobile grigio delle banlieue parigine precipita John Mckenzie, un astronauta americano finito fuori rotta. Raccolto sul tetto da madame Hamida, una donna marocchina che lo ama come un figlio, Mckenzie attende che la Nasa lo riconduca a casa. Qualche piano sotto Charly, adolescente che vive con una madre assente, soccorre la nuova vicina, Jeanne Meyer, attrice degli anni Ottanta caduta dal piedistallo e chiusa fuori dalla porta. Al primo piano crolla a terra Sternkowtiz dopo cento chilometri di cyclette e una disastrosa riunione condominiale. Tre cadute che troveranno nell’altro una ragione: John infilerà la via di casa a colpi di affetto e di cuscus, Sternkowtiz scoprirà l’amore con un’infermiera lunare, Charly supplirà la madre con Jeanne e Jeanne comprenderà la bellezza degli anni negli occhi di Charly.
Il film di Samuel Benchetrit è una commedia surreale e sociale che descrive la realtà nella sua desolazione e la riscatta attraverso la mobilitazione di un’umanità inattesa. Scrittore e regista, Benchetrit pesca nella sua autobiografia e mette in schermo le banlieue della sua infanzia, osservandone l’impassibilità e facendone esplodere il contenuto emotivo. “Il condominio dei cuori infranti” combina realismo sociale e scrittura tragicomica, affrontando poeticamente l’emarginazione. Il film di Benchetrit afferma la sua natura altra, intima e densa svolgendo una serie di ritratti maschili e femminili che condividono un condominio e un’assenza, il sentimento forte di una mancanza: il figlio per madame Harmida, la madre per Charly, la homeland per John, la compagna per Sternkowtiz, un ruolo (nella vita) per Jeanne. I personaggi di Benchetrit incarnano la solitudine contemporanea sfuggendo tuttavia lo stereotipo grazie alla frontalità della messa in scena e a battute secche che li inchiodano al proprio ruolo o lo definiscono con humour e trasformano in poesia la banalità del quotidiano.
Ancona
Donati 3 nuovi defibrillatori al Porto
Donati tre defibrillatori al Porto. Le apparecchiature saranno collocate in punti strategici del Porto all'interno di apposite teche su colonnine portaservizi installate presso la nuova biglietteria marittima, il terminal crociere e in prossimità della sede dell'Autorità.
La consegna è avvenuta ieri mattina nella sede dell'Autorità, presenti Riccardo Sestili, direttore della centrale operativa del 118, la coordinatrice Paola Massei e il presidente dell'Adsp Rodolfo Giampieri. 
L'iniziativa è stata promossa nell'ambito del progetto 'In porto batte il cuore', nato dalla collaborazione tra la Direzione della Centrale operativa 118 e l'Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Centrale.

P.Recanati
Questura: blitz all’Hotel House
Blitz questa mattina all’Hotel House, il Palazzone multietnico di Porto Recanati. Diversi agenti della Questura di Macerata hanno eseguito una perquisizione in un appartamento del 12esimo piano del palazzone, dove vive un tunisino, già noto alle forze dell’ordine. L’extracomunitario per la paura di essere colto con la droga in casa, ha cercato di disfarsene gettandola dalla finestra, dopo averla avvolta in un calzino. L’involucro,  raccolto dai poliziotti  si è rivelato contenere cocaina, divisa in nove dosi pronte per lo spaccio. L’uomo è stato denunciato per spaccio.

Camerino
Gianni Morandi e Cesare Bocci tra le rovine del terremoto
Il cantante Gianni Morandi ha visitato oggi Camerino: l’università, il centro storico e la zona rossa insieme all’attore Cesare Bocci.
Ad accogliere Morandi c'erano tantissime persone con molte delle quali si è scattato dei selfie. Morandi è arrivato nella città dicale alle 11 precise e subito si è recato all'Unicam dove è stato accolto dal prorettore Claudio Pettinari. Quando è uscito dalla sede dell'ateneo ha indossato un caschetto dei vigili del fuoco ed ha visitato la zona rossa. Fortemente impressionato dalle macerie del terremoto ha esclamato: ''Non mi aspettavo tanta distruzione''. La tragica situazione in cui versa la città dei Da Varano ha colpito anche Cesare Bocci che ha commentato: '' Qui si è fermata la vita''. Gli illustri ospiti hanno poi visitato il Camerino city park e la zona container di Vallicelle. Alle 13, pranzo con gli studenti nella mensa universitaria. 
 
Caldarola
Consegnata l'area container
Il sindaco di Caldarola, Luca Giuseppetti, ha inaugurato oggi l'area container che ospitarà temporaneamente una ventina di persone. Una soluzione questa chiesta da 10 comuni tra le province di Macerata e Perugia. Nelle Marche sono otto i comuni che hanno fatto richiesta dell'installazione di aree alloggiative in container pe un miglianio di posti. L'area di Caldarola segue quelle già completate e consegnate a Petriolo, Pieve Torina, Amandola, Tolentino, Camerino e Visso, complessivamente dispone di oltre 850 posti letto; mentre le persone ospitate sono circa 480. A San Ginesio si sta predisponendo l'area che potrà ospitare oltre 40 persone.

Camerano
Carnevale:  calendario delle feste
Il Comune di Camerano, in collaborazione con il Centro Sociale "San Germano", la Cooperativa Castelvecchio Service e la Parrocchia "Immacolata Concezione", organizza due momenti di festa con giochi e intrattenimenti in occasione delle festività di Carnevale. 
La  festa centro sociale "San Germano", giovedì 23 febbraio ore 15.00 Sala Convegni del Palazzo Comunale, e il Carnevale dei bambini, martedì 28 febbraio ore 18.00 al Palazzetto dello sport di Camerano.

REGIONE MARCHE

ITALIA

METEOSAT EUROPA