0409   PANORAMA RECANATESE   2015

> Blog di informazioni quotidiane di Recanati e dintorni diramate da: Comuni - Enti di diversa denominazione - Associazioni varie o trasmesse liberamente da collaboratori volontari - 2^ Edizione < 


Recanati
Paolo Bravi
in Olanda al Mondiale di Ultramaratona
E' la quarta avventura azzurra per l'atleta recanatese.
E' la sua quarta avventura in nazionale, forse la seconda consecutiva con la fascia da capitano. Paolo Bravi (in foto), presidente e portacolori della Grottini Team Recanati, è proiettato verso l'imminente mondiale della 100 km a Winschoten in Olanda.
L'appuntamento è per sabato 12 settembre e l'azzurro è pronto assieme ai suoi compagni a riscattare il Mondiale del 2014 in Qatar dove non si è riusciti a confermare il titolo conquistato a Seregno. In Olanda c'è in palio anche l'Europeo.
"L'obiettivo è quello di migliorare il risultato di Doah, dove nonostante una corsa che è stata definita sotto tono abbiamo conquistato un quinto posto risultando la terza migliore squadra d'Europa - dice Bravi-. Nel corso dei ritiri abbiamo potuto registrare l'ottimo stato di forma di ogni singolo atleta e le sensazioni sono positive. La squadra, diretta dal Coach Maurizio Riccitelli e composta da 6 uomini e 5 donne, si è rinnovata per un buon 50% e la punta di diamante resta Giorgio Calcaterra che arriva dalla sua decima vittoria alla 100 km del Passatore. Cederei volentieri la fascia da capitano a lui per quello che è riuscito a fare in tutti questi anni nel mondo delll'ultramaratona. Paolo Bravi torna nella località olandese quattro anni dopo aver partecipato ad una delle sue prime prove sulla distanza dell'ultramaratona, dopo una prima parte della sua carriera agonistica incentrata sulla classica maratona che lo ha portato a primeggiare anche a New York. Rispetto all'esperienza del 2011 l'ingegnere di Recanati si presenta però ai nastri di partenza non piu' con il bollino di matricola ma come punto fermo della Nazionale.
"A propormi l'Olanda nel 2011 è stato proprio il commissario tecnico Riccitelli anche se in quell'occasione non gareggiai con la maglia azzurra ma come atleta di interesse internazionale - ricorda l'atleta della Grottini Team -. Diciamo che è stato un investimento per il futuro perchè da li ho iniziato un percorso che mi ha portato alla convocazione per Seregno. Poi l'Europeo in Francia e il Mondiale in Qatar. Ora torno in Olanda in un percorso che conosco bene perchè per un 75% è lo stesso del 2011. Per questo ho potuto dare dei buoni consigli ai miei compagni di squadra che speriamo siano utili durante la corsa. Si tratta di un percorso tutto pianeggiante. La concorrenza è agguerrita, le insidie non mancano e c'è l'incognita meteo. Di sicuro ci sarà una bella cornice di pubblico che è mancata a Doah, un paese dove al cospetto di infrastrutture all'avanguardia è venuto meno l'interesse del pubblico. A Winschoten invece il percorso sarà addobbato a festa con il coinvolgimento delle scuole cittadine e e il loro calore sarà uno stimolo in piu' per tutti gli atleti". Paolo Bravi è reduce da una ottima marcia di avvicinamento al mondiale come testimoniano il quarto posto alla maratona di Napoli, il sesto posto assoluto alla 50 km Pistoia - Abetone e il decimo posto alla Wigsforlife di Verona, una gara singolare a scopo benefico che finisce quando l'atleta viene raggiunto da un auto dell'organizzazione.
"In pratica l'auto parte mezz'ora dopo lo start aumentando gradualmente la sua velocità fino a raggiungere tutti i concorrenti. Una bella esperienza che credo ripeterò il prossimo anno magari in un altra parte del mondo, visto che si corre in contemporanea in piu' di 20 città del continente - dice Bravi -. E' stata la mia prima uscita dopo una invernata contrassegnata da una polmonite che mi ha costretto ad uno stop di 40 giorni, e nonostante tutto il mio fisico ha dato segnali importanti confermati poi all'Abetone. Nel male la polmonite mi ha consentito di recuperare le forze fisiche e mentali e in piu' ho superato il problemino all'anca di cui avevo sofferto in precedenza. In sostanza posso affermare di sentirmi meglio dello scorso anno e ho anche migliorato l'azione di corsa che era peggiorata e a tal proposito voglio ringraziare Diego Cacchiarelli, il tecnico dell'Atletica Recanati che segue marciatori e lanciatori, i suoi consigli e la sua professionalita sono stati fondamentali".
A Winschoten Paolo Bravi non sarà solo. Oltre all'imancabile presenza del padre ci sarà anche quella di Sandro Marconi, nella doppia veste di amico e fotografo. "Abbiamo iniziato a correre insieme, anche lui ha nel sangue la passione della corsa ma anche della fotografia - conclude Bravi -. Negli ultimi anni ne ha fatte di così belle che alcuni dirigenti della IUTA gli hanno proposto di venire con noi in Olanda. Non è il fotografo ufficiale perchè si pagherà di tasca propria la trasferta ma la sua passione per gli scatti e la corsa è così tantache non si è fatto sfuggire questa opportunità. Ovviamente ci sarà papà, mio primo sostenitore". A fare il tifo per lui da casa la moglie, il figlio e la mamma a cui dice sempre che sarà la sua ultima gara, gli amici e compagni di allenamento della Grottini Team che stanno per laurearsi campioni regionali Master di corsa su Strada e una intera città che si coccola uno dei pochi sportivi riusciti a conquistare la maglia azzurra della nazionale. A sostenere lui e gli altri compagni di squadra c'è poi l'Italia che corre e un intero settore agonistico che in Olanda potrebbe trovare un modo per rialzare la testa dopo la deludente performance dei recenti Mondiali di atletica svoltisi a Pechino.
Grottini Team Recanati

Ancona
Domenica i Geologi scenderanno in Piazza Roma

Il giorno 6 settembre, i geologi italiani scenderanno in piazza per parlare alla gente. "Georischi, li (ri)conosco" è il tema della giornata nazionale sul geo-rischio voluto fortemente dal Consiglio Nazionale dei Geologi per informare il cittadino comune e dare un forte impulso verso la conoscenza sociale dei rischi naturali, su come riconoscerli (appunto) e su come affrontarli. Anche i geologi marchigiani scenderanno in piazza e lo faranno ad Ancona in Piazza Roma dalle ore 10.00
"La conoscenza del territorio e dei georischi - ha dichiarato Piero Farabollini, consigliere del CNG e Professore associato di Geologia ambientale dell'Università degli studi di Camerino - è appunto alla base della prevenzione. Con questa iniziativa si vuole portare la popolazione alla presa di coscienza di come si possa convivere con i rischi naturali e difendersi da essi attraverso la conoscenza dei fenomeni naturali stessi attivando così meccanismi virtuosi basati su azioni di mitigazione e soprattutto su procedure di prevenzione".
Il 19% del territorio delle Marche è a rischio idrogeologico ma c'è anche l'erosione costiera.
"Le Marche - ha affermato Andrea Pignocchi, presidente dell'Ordine dei Geologi delle Marche - è una delle regioni dove il rischio idrogeologico, sismico e costiero, ogni anno produce centinaia di milioni di euro di danni. Circa il 19% del territorio, ovvero 1.600 km2, è a rischio idrogeologico (censite 42.522 frane tra cartografabili e non), 190 km2 a rischio esondazioni, 6 km2 a rischio valanghe con il risultato che il 99% dei comuni marchigiani è interessato da dissesti. L'obiettivo è pertanto quello di sensibilizzare la popolazione verso la conoscenza dei rischi naturali e promuovere la figura del geologo. Per non parlare poi della pericolosità sismica del territorio: basti pensare ai numerosi eventi sismici, ultimo dei quali quello del 1997-98, che hanno da sempre flagellato il territorio marchigiano".
La manifestazione, che si terrà ad Ancona in piazza Roma a partire dalle ore 10.30, vedrà la collaborazione dei Geologi dell'Università degli Studi di Camerino e dell'Università degli Studi di Urbino che parleranno di rischio idrogeologico, di pericolosità sismica del territorio e di rischio sismico, attraverso esercitazioni con strumentazioni di tipo geofisico e modellizzazioni al computer. Sarà anche illustrata la struttura della Terra e la sua suddivisione nelle placche litosferiche: un puzzle ed una gigantografia illustrante la suddivisione della crosta terrestre in pacche litosferiche permetterà di far comprendere i meccanismi all'origine dell'evoluzione della superficie terrestre e della teoria della Tettonica delle placche fino alla distribuzione dei vulcani e degli ipocentri dei terremoti.
"Molte delle attività - ha concluso Piero Farabollini - saranno rivolte proprio ai bambini in modo da far crescere in loro la consapevolezza che gli eventi naturali possono essere combattuti e mitigati solamente attraverso la loro conoscenza, la conoscenza delle modalità con le quali avvengono e sul perché arrecano danno al sistema antropico. Ad oggi la gestione del territorio è sempre più caratterizzata dal continuo e perdurante ricorso a dichiarazioni di stato di emergenza e a interventi di riparazione e di ripristino danni post - emergenza; abbiamo necessità di un approccio innovativo, che abbassi i costi sociali ed economici dei rischi presenti sul territorio e che abbia come obiettivo il rispetto e la valorizzazione della nostra regione che esibisce caratteristiche paesaggistiche, culturali e storiche uniche e di alto valore. E questo approccio passa proprio attraverso la crescita dei nostri figli nei confronti del territorio. I bambini diventeranno così Geologi per un giorno".
"Con questa iniziativa nazionale che si svolgerà in concomitanza in tutte le regioni d'Italia - sostiene Michele Gliaschera, coordinatore della Commissione Protezione civile dell'Ordine dei Geologi della Regione Marche - si spera di contribuire a cambiare il comportamento remissivo della società nei confronti degli eventi naturali a favore di una percezione consapevole di come affrontare i rischi geologici".
Consiglio Nazionale dei Geologi
Jesi
Inaugurata la Chiesa del nuovo Ospedale Carlo Urbani

Giovedì 3 settembre, alle ore 18, si è tenuta la cerimonia di inaugurazione per la benedizione della Chiesa del nuovo Ospedale Carlo Urbani di Jesi.
La Santa Messa è stata concelebrata dal Vescovo di Jesi, Mons. G. Rocconi, insieme al Cappellano in pensione Don Aldo Anderlucci e al nuovo Cappellano del Presidio Urbani Don Giovanni Bosco. Erano presenti, oltre al Direttore Generale ASUR Dott. Alessandro Marini, il Direttore di Area Vasta 2 Ing. Maurizio Bevilacqua, il Consigliere Regionale Dott. Enzo Giancarli, il Direttore Medico del Presidio di Jesi Dott.ssa Virginia Fedele, i rappresentati del personale ospedaliero e di E'Associazioni di Volontariato.
La Direzione di Area Vasta ha precisato che la nuova Cappella è stata realizzata in una zona del pianoterra che permette un comodo accesso sia per i degenti sia per gli utenti esterni, i quali possono facilmente raggiungerla tramite l'ingresso 16.
Attiguo alla Chiesa è posizionato l'alloggio del Cappellano che opera in Ospedale e che assiste spiritualmente pazienti, familiari e tutti coloro che a lui si rivolgono.
La Santa Messa sarà celebrata nella nuova Cappella tutti i giorni feriali alle ore 17.00 e nei giorni festivi alle ore 9.00.
Jesi
Stabat Mater apre oggi il 15° Festival Pergolesi
Nel pomeriggio convegno e intitolazione della piazza a Degrada

Stabat Mater con Eva Mei e Sara Mingardo, due delle più belle voci della lirica, a Jesi per l’inaugurazione del XV Festival Pergolesi Spontini, venerdì 4 settembre al Teatro Pergolesi alle ore 21. Suona l’Accademia Barocca de I Virtuosi Italiani, Alberto Martini concertatore e violino solista; un programma tutto di Pergolesi con una dedica speciale al musicologo Francesco Degrada.
Giovanni Battista Draghi nacque a Jesi nel 1710. Il soprannome Pergolesi deriva dal nonno Francesco, un artigiano originario della cittadina di Pergola trasferitosi nel 1635 nella città natale di Giovanni Battista. Fu forse il primo musicista che raggiunse in brevissimo tempo fama universale in ogni più sperduto angolo d'Europa e presso ogni ordine di pubblico. Il suo capolavoro è la sequenza Stabat Mater per soprano, contralto, archi e basso continuo, l’ultima sua opera scritta sulle soglie della morte che stroncò il musicista all’età di soli ventisei anni, e che verrà eseguita al Teatro Pergolesi di Jesi venerdì 4 settembre 2015, per la serata inaugurale del XV FESTIVAL PERGOLESI SPONTINI, rassegna internazionale a cura della Fondazione Pergolesi Spontini.
Il “Concerto per Francesco Degrada”- questo il titolo del primo appuntamento - è affidato a due soliste d’eccezione, il soprano Eva Mei e il contralto Sara Mingardo, che eseguiranno alcune delle più celebri composizioni di Pergolesi tra cui le due antifone Salve Regina in fa minore per contralto, archi e continuo, e Salve Regina in la minore per soprano, archi e continuo, ed il Concerto in si bemolle maggiore per violino, archi e continuo, per le Edizioni Fondazione Pergolesi Spontini. Ad accompagnarle su strumenti originali l’Accademia Barocca dei Virtuosi Italiani, concertatore e violino solista Alberto Martini.
Francesco Degrada, è stato il massimo esperto a livello mondiale dell’opera di Giovanni Battista Pergolesi, di cui ha redatto il definitivo catalogo, liberandolo da false ed inattendibili attribuzioni, e consentendo di riproporre i capolavori pergolesiani in edizione autentica e conforme alla volontà originale dell’autore.
Jesi gli è tributaria sia della impostazione di tutte le attività di produzione lirica pergolesiana che hanno trovato e continuano a trovare nel Festival Pergolesi Spontini la massima espressione, sia dell’impostazione di tutte le attività musicologiche della Fondazione Pergolesi Spontini legate a Pergolesi ed in parte anche a Spontini.
Al ricordo del musicologo milanese e dell’attrice Valeria Moriconi, nel decimo anniversario della loro scomparsa, si lega il tema del Festival 2015 dal titolo “Lacrimosa memoria, sorridente levità” che accompagna fino al 20 settembre tutti gli eventi a Jesi, Maiolati Spontini, Montecarotto, Ostra, San Marcello, con presenze di rilievo nel panorama nazionale ed estero.
Il programma di venerdì 4 settembre si apre alle ore 17 alle Sale Pergolesiane del Teatro Pergolesi con la prima sessione del Convegno internazionale di studi “Lacrimosa memoria, sorridente levità” sul tema “Il solco tracciato da Francesco Degrada: un bilancio a 10 anni dalla scomparsa”.
Alle ore 18,30, inoltre, la città di Jesi omaggia Degrada con l’intitolazione del “Largo Francesco Degrada”, negli spazi antistanti gli uffici della Fondazione Pergolesi Spontini nel Teatro Pergolesi.
La prima sessione del convegno, curato dal Comitato di Studi Pergolesiani della Fondazione in collaborazione con il Centro Studi Pergolesi dell’Università di Milano, proseguirà poi sabato 5 settembre nella Sala Maggiore della Fondazione Carisj (ore 9.45-13,30 ).
Tra i relatori del convegno, sono William Graziosi e Giovanni Oliva della Fondazione Pergolesi Spontini, Renato Di Benedetto del Comitato Scientifico Pergolesiano e dell’Edizione Nazionale opera omnia Pergolesi, Francesco Cotticelli (Seconda Università degli Studi di Napoli), Paologiovanni Maione (Conservatorio S. Pietro a Majella, Napoli), Cesare Fertonani (Università degli Studi di Milano), Angela Fiore(Université de Fribourg), Franco Piperno (Università La Sapienza, Roma), Raffaele Mellace (Università degli Studi di Genova), Claudio Toscani (Università degli Studi di Milano), Cesare Fertonani (Università degli Studi di Milano), con testimonianze audio/video del M° Riccardo Muti , del M° Roberto De Simone e di Dale Monson (Hugh Hodgson School of Music, University of Georgia, USA).
Programmi completi e biglietti su www.fondazionepergolesispontini.com
Fondazione Pergolesi Spontini
Montecosaro
Ritorna il Settembre Musicale Montecosarese

Dopo una pausa di nove anni riprende il “Settembre Musicale Montecosarese ”, manifestazione che, grazie alle esibizioni dei tantissimi artisti ospitati (anche di fama internazionale), ha permesso a Montecosaro di diventare uno dei punti di forza della cultura marchigiana.
Nato nel 1980 grazie alla professionalità e competenza del compianto don Giovanni Perugini, il “Settembre Musicale Montecosarese” prosegue ripartendo dalla ventottesima edizione, con il patrocino del Comune di Montecosaro e con  l’organizzazione a cura della corale Santa Cecilia , del comitato Giovani Allegri e del blog Montecorriere.
Saranno tre i concerti in programma - dichiara il direttore artistico Giorgio Quattrini - e si svolgeranno a Montecosaro il secondo, terzo e quarto sabato di settembre. Il 12 settembre, al Teatro delle Logge: “Il quintetto di fiati e la voce”, musiche da film, arie liriche famose e melodie napoletane popolari eseguite dal Nino Rota Quintet e dal soprano So Eun Jeon. Il 19 settembre, sempre al Teatro delle Logge: “Cinque anniversari per una storia Magnificat”, una straordinaria storia raccontata con parole, musica e filmati, sulla base di cinque importanti ricorrenze, interverranno padre Armando Pierucci, organista di fama mondiale e fondatore della straordinaria scuola Magnificat di Gerusalemme, Nicola di Francesco, rappresentante del premio Vallesina, la corale S. Cecilia e il quartetto d’archi Eudora. Infine il 26 settembre, nella chiesa S. Lorenzo Martire: “Rassegna di cori polifonici”, con la partecipazione delle corali montecosaresi S. Cecilia e Agape, del coro Oddo Marconi di Montefano e del coro Incanto Teatino della provincia di Chieti. Per tutte le serate l’ingresso è libero.
Camerino
La Corsa alla Spada in vetrina all'Expo Center delle Marche

Il corner AMRS (Associazione Marchigiana Rievocazioni Storiche) allestito all'interno del Diamond Palace Loriblù di Porto Sant'Elpidio - luogo scelto dalla Regione Marche come Expo Center Marche nel contesto di Expo 2015 - ha ospitato questa settimana la Corsa alla Spada e Palio.
L'esposizione di abiti rinascimentali, oggetti preziosi, scudi, stemmi, armature resterà in piedi fino a questa domenica 6 settembre. Sono state riprodotte le scene della recente incoronazione del Duca Giovanni Maria Varano e di un banchetto rinascimentale che vede seduti a tavola i Signori da Varano, circondati da nobili e armati e dagli stemmi varaneschi e dei terzieri. A fare da cornice all'esposizione le gigantografie degli tutti atleti che hanno vinto la spada in questi trentaquattro anni di manifestazione.
Un'occasione da non perdere per la Corsa alla Spada e Palio, il cui lavoro non si ferma con la fine delle manifestazioni, ma prosegue costante durante tutto l'arco dell'anno.

Ancona
Temporary export manager, la Cna tecno quality accreditata presso il Mise come fornitore

n grande riconoscimento che premia l’attività svolta a sostegno delle pmi che cercano sbocchi all’estero. Le aziende che otterranno il voucher potranno scegliere il proprio TEM esclusivamente tra le società di consulenza accreditate presso il Ministero, come appunto la Tecno Quality.
Martedì scorso, 1° settembre, il Ministero dello Sviluppo Economico (MiSE) ha pubblicato l'elenco ufficiale dei fornitori di Temporary Export Manager per le imprese che accederanno ai Voucher per l'Internazionalizzazione attraverso il Bando pubblicato con DM del 15 maggio 2015. Tra questi, figura Cna Tecno Quality Srl, società di consulenza aziendale della Cna Provinciale di Ancona. “Si tratta di un risultato molto importante – dice il responsabile della Cna Tecno Quality Alessandro Molitari – che riconosce il grande lavoro svolto attraverso il nostro servizio Export Box, che da oltre quattro anni affianca le imprese nel loro percorso di internazionalizzazione fornendo una gamma di strumenti e competenze su misura per permettere loro di operare in modo consapevole ed efficace nei mercati esteri. Abbiamo già aiutato tantissime imprese, piccole e medie, di svariati settori, a cogliere nuove opportunità di business nei mercati europei ed extra europei, allargando la loro visione strategica e trasferendo competenze e metodologie indispensabili per ampliare e consolidare il loro mercato di sbocco”. Tutti questi fattori sono stati riconosciuti ed apprezzati in primis dalla Regione Marche che nel maggio scorso ha inserito la Cna Tecno Quality Srl nell'Elenco ufficiale dei fornitori di servizi avanzati e qualificati per le pmi marchigiane e infine dal Ministero per lo Sviluppo Economico che ha accreditato la società quale fornitore nazionale di consulenti Temporary Export Manager (TEM) per le aziende che accederanno ai Voucher per lnternazionalizzazione del MiSE.
“Nello specifico – spiega ancora Molitari - il bando mette a disposizione voucher a fondo perduto di 10.000 euro per ciascuna azienda che consentiranno alle imprese di dotarsi di TEM per operare nei mercati esteri. I TEM sono professionisti specializzati nelle tematiche legate all'export, che assistono l'imprenditore nel definire le strategie di internazionalizzazione e svolgono tutte le attività operative di un ufficio commerciale estero. Le aziende che otterranno il voucher potranno scegliere il proprio Temporary Export Manager esclusivamente tra le società di consulenza accreditate presso il Ministero, come appunto la nostra”.
La procedura di registrazione online è attiva dal 1° settembre 2015. L'invio delle domande di accesso al contributo è previsto a partire dalle ore 10.00 del 22 Settembre 2015.
CNA Ancona

Loreto
Ex sindaco miracolato dopo 50 giorni di coma

Mentre Loreto si appresta a festeggiare na Natività dell Madonna, è arrivata nella cittàmariana la notizia di un’altra prodigiosa guarigione attribuita all’intercessione della Beata Vergine Lauretana che riempie i cuori di gioia.
Protagonista di questa storia incredibile è l’ex sindaco di Fara Filiorum Petri, piccolo comune con meno di duemila abitanti nel cuore dell’Abruzzo, alle porte del Parco Nazionale della Majella. Domenico Bucciarelli, oggi consigliere comunale e di professione avvocato cassazionista, ha circa 35 anni quando scopre di essere affetto da una grave forma di fibrosi polmonare di tipo irreversibile. La prognosi è da subito infausta ma i tempi di permanenza in vita non sono prevedibili.
E’ l’inizio di un lungo calvario. Dopo anni di cure con immunosoppressore e cortisone, le sue condizioni di salute precipitano drammaticamente e Domenico è costretto a letto attaccato ad una bombola di ossigeno. L’unica via di salvezza è sottoporsi ad un trapianto di polmone. Nel 2007, accompagnato dalla moglie e dal padre Giuseppe, affronta il viaggio della speranza verso il Policlinico San Matteo di Pavia. Per tenerlo in vita, in attesa di trovare un donatore compatibile, viene intubato con il Novalung, un dispositivo provvisorio che riproduce le funzioni del polmone.
La sera del 27 ottobre entra in coma farmacologico. Durante il lungo sonno, durato 50 giorni, molte persone hanno pregato per la vita di Domenico, molto conosciuto nel paesino di Fara Filiorum Petri e nell’intero territorio teatino. Un gruppo di preghiera organizzato da una fedele del posto, la signora Rubina, parte alla volta della Santa Casa di Loreto. Nel giorno del suo 40esimo compleanno, avviene l’inaspettato. Il Novalung aveva raggiunto il limite massimo di funzionalità ed era indispensabile pulirne il filtro.
Per farlo occorreva fermare la macchina, un’operazione di appena dieci minuti che avrebbe però ucciso Domenico. I medici decidono quindi di affrontare l’intervento. Nato il 10 dicembre 1967 alle ore 18 e trapiantato di un solo polmone di grande dimensione il 10 dicembre 2007 alle 18, durante il viaggio di ritorno del gruppo di preghiera dal Santuario di Loreto, per Domenico Bucciarelli inizia così una seconda vita. E’ stato il primo caso di trapianto di polmone andato a buon fine senza infezioni dopo 50 giorni di coma.

C
astelfidardo
La fisarmonica nel francobollo, speciale PIF

In occasione del 40° Premio internazionale di fisarmonica, il circolo filatelico "Matassoli" organizza una mostra dal 17 al 20 settembre dal titolo: La fisarmonica nel francobollo. La collezione è stata donata al Comune di Castelfidardo, per essere esposta nel Museo Internazionale della Fisarmonica dal collezionista Giancarlo Cocito.
L`ufficio temporaneo di Poste Italiane con annullo dedicato sarà aperto il 19 settembre dalle ore 10,30 alle 15,30 nell`atrio del Palazzo Comunale, piazza della Repubblica.
L`iniziativa è a cura del Circolo Culturale Filatelico Numismatico "F. Matassoli” di Castelfidardo che per l`occasione metterà a disposizione tre cartoline, un folder e un foglietto erinnofilo approntato in collaborazione col Circolo Filatelico di Falconara.
Ancona
Manifatturiero delle Marche, tra aprile e giugno crescono produzione e fatturato ma l'occupazione resta al palo

Secondo l’indagine congiunturale di Unioncamere Marche, è ancora il mercato estero a fare da traino, con una crescita del fatturato verso gli altri Paesi dell’8,9 per cento e degli ordinativi esteri del 6,2 per cento. Sul mercato interno, le imprese manifatturiere delle Marche registrano invece una crescita del fatturato del 3,2 per cento e degli ordinativi del 3,8 per cento. In aumento anche le settimane di produzione assicurata che, tra il primo e il secondo trimestre dell’anno passano da 5,6 a 6,7 con una punta di 14,3 settimane nella meccanica. Resta basso il grado di utilizzo degli impianti, che tra aprile e giugno, è stato del 63,3 per cento.
Meno consistente la ripresa nell’artigianato e nelle medie imprese tra dieci e cinquanta dipendenti. Nelle imprese artigiane la produzione è cresciuta appena dell’1,1 per cento e il fatturato dello 0,4 per cento mentre nelle medie imprese è andata meglio per il fatturato (+2,5) ma l’incremento delle merci prodotte si è fermato all’1 per cento. Molto forte l’aumento della produzione (+7,4) e del fatturato (+9,5) tra le grandi aziende con oltre 50 dipendenti.
Unioncamere Marche

Ancona
LA VICEPRESIDENTE CASINI AL CONVEGNO COLDIRETTI. ''IL SETTORE ZOOTECNICO DEVE CONTINUARE A PUNTARE SULLA QUALITA’''

La vicepresidente della Regione e assessore all’Agricoltura Anna Casini ha partecipato questa mattina all’inaugurazione della XXI edizione della tradizionale Fiera SS. Crocifisso a Castel di Lama. Di seguito è intervenuta al convegno “La zootecnia delle Marche: tra sostenibilità e opportunità da cogliere” organizzato da Coldiretti. “La zootecnia nelle Marche merita la massima attenzione in quanto costituisce la parte più consistente delle attività agricole nelle Marche (35%) – ha sottolineato la vicepresidente Casini -. Un’opportunità per il settore zootecnico regionale è quella di continuare a puntare sulla qualità delle produzioni, considerando che i consumi dei prodotti alimentari di qualità a livello nazionale sono in crescita. Pertanto anche nel settore zootecnico è necessario incrementare la strutturazione di produzioni di qualità certificata, tracciabili, no ogm e rispettose di sicurezza e ambiente”. Attualmente le Regione Marche ha 14 produzioni registrate tra DOP, IGP e STG di cui 11 si riferiscono al settore zootecnico. Un altro strumento di valorizzazione per la zootecnia marchigiana è il marchio QM, particolarmente importante per la certificazione delle carni bovine. Recentemente è stata avviata la certificazione anche nel settore delle carni ovine ed è stata riattivata quella dei salumi.

Camerano
E' la Festa del Rosso Conero
Nei giorni 4-5-6 settembre si svolgerà nel centro storico di Camerano la XX Edizione della Festa del Rosso Conero, organizzata dal Comune di Camerano in collaborazione con la Pro loco “Carlo Maratti” e le associazioni locali.
Tre giorni di festa che vedranno un unico protagonista indiscusso: il vino Rosso Conero, con degustazioni guidate, un contest poetico sul tema del vino in tutte le sue sfumature e una gara di pigiatura in puro stile contadino. Fitto come sempre il programma della manifestazione: oltre 20 saranno i concerti e le esibizioni musicali di ogni genere: musica ska, acustica, popolare, balcanica, dance, folk, country, swing, rock’n’roll, blues, rock d’autore. Sotto l’aspetto artistico sono previste performance pittoriche di street art, attività creative per bambini, esposizioni artistiche e fotografiche. Particolare attenzione merita a tal proposito l’installazione di Marcello Chiarenza, che esporrà l'opera dal titolo Ebrezza presso la terrazza "Fuori Porta". Il progetto si lega all'esposizione personale dell'artista "Cantico", realizzata presso la Città Sotterranea di Camerano.
Per le vie del paese saranno inoltre presenti stands gastronomici, produttori che saranno a disposizione per la vendita e degustazione delle tipicità locali, bancarelle del mercatino dell’artigianato a cura di artigiani e hobbisti. Per maggiori informazioni sul programma della festa è possibile consultare il sito internet www.festadelrossoconero.it Ad aprire la Festa sarà quest’anno il Convegno “Agricoltura in aree protette”, di cui si riporta di seguito il programma e la presentazione a cura di Lanfranco Giacchetti, Presidente Parco del Conero - Presidente Federparchi Marche.
Convegno Agricoltura in Aree Protette Organizzato dal Comune di Camerano in collaborazione con il Parco del Conero e la Regione Marche Venerdì 4 settembre 2015 – ore 17:00 Sala Convegni della Civica Residenza, P.zza Matteucci - Camerano (AN) Saluti Massimo Piergiacomi – Sindaco del Comune di Camerano Anna Casini – Vice Presidente e Assessore all’Agricoltura della Regione Marche Angelo Sciapichetti – Assessore all’Ambiente della Regione Marche Presentazione delle giornate Lanfranco Giacchetti – Presidente Federparchi Marche e Presidente dell’Ente Parco Regionale del Conero Relazioni I valori dell’integrazione tra biodiversità ed agricoltura Edoardo Biondi – Dipartimento di Scienze Agrarie, Alimentari e Ambientali Università Politecnica delle Marche e Consigliere dell’Ente Parco Regionale del Conero Valorizzazione dei prodotti di qualità del Parco del Conero nella ristorazione Aldo Amleto Roscioni – Consorzio Operatori Turistici di Portonovo la Baia Il Rosso Conero: aspetti qualitativi e compositivi Natale Giuseppe Frega – Dipartimento di Scienze Agrarie, Alimentari e Ambientali dell’Università Politecnica delle Marche Un rappresentante del mondo agricolo in un Consiglio Direttivo di un Parco Federico Clementi – Consigliere dell’Ente Parco Regionale del Conero Filiera Agroalimentare Terre del Conero Rodolfo Tagliarini – Presidente Soc. Coop. Terre del Conero Il “mosciolo selvatico” di Portonovo, presidio Slow Food dal 2004 Roberto Rubegni – Fiduciario della Condotta Slow Food Ancona e Conero L’agricoltura biologica nel Parco del Conero Michele Polenta – Titolare di una azienda agricola biologica Il Rosso Conero David Soverchia – Enologo
Esperienze di valorizzazione dei prodotti agricoli nelle aree Natura 2000 di Lanfranco Giacchetti Presidente Parco del Conero - Presidente Federparchi Marche Alcune aree protette, compreso il Parco Naturale del Conero, sono promotori di progetti che hanno coinvolto aziende agricole del territorio, finanziati con fondi europei, con l’obiettivo di sostenere azioni di tutela della biodiversità da parte delle aziende agricole stesse e di valorizzare le produzioni agricole locali. Nel Conero, ad esempio, si tratta dell’Accordo Agroambientale d’Area per la tutela della Biodiversità e del progetto di Filiera Locale di prodotti di qualità, che sarà illustrato in questa sede dal Presidente della Coop. Terre del Conero Rodolfo Tagliarini. Progetti che, pur autonomi, hanno sviluppato un interessante effetto sinergico. L’Accordo Agroambientale d’Area consiste nell’individuare l’agricoltura quale unico strumento valido per la conservazione della biodiversità, come spiegherà in marniera approfondita il Prof. Biondi. In sintesi, l’agricoltore trae ricchezza dai meccanismi naturali già presenti sul suo territorio, per diminuire i costi di produzione, conservando la fertilità del terreno. I costi vengono ridotti grazie a lavorazioni meno profonde, all’uso di minor prodotti chimici, insetticidi, pesticidi e fertilizzanti.
Mentre la fertilità viene mantenuta diminuendo l’erosione del suolo, grazie alla rotazione delle colture, alla presenza di siepi e praterie ai margini del campo o all’interno dei frutteti e dei vigneti. Con questi nuovi sistemi di produzione abbiamo anche un maggiore risparmio idrico e un minor dissesto idrogeologico. Da questa esperienza risulta rafforzata l’idea che all’interno delle aree Natura 2000 e delle Aree Naturali Protette non si possa prescindere dalla valorizzazione delle produzioni agricole ricavate nel rispetto dell’ambiente per orientare l’ agricoltura verso una sempre maggiore ecosostenibilità. Sempre al fine di valorizzare le produzioni agricole locali nelle aree protette naturali, i Parchi possono, come già fatto dal Conero, dai Sibillini ed altri, concedere l’uso del proprio logo istituzionale nelle etichette dei prodotti certificati biologici o a difesa integrata. Si approfitta quindi di questa giornata per invitare i presenti, in qualità di consumatori, a fare attenzione alle certificazioni e rivolgere i propri consumi verso i prodotti che tutelano l’ambiente e, quindi, la salute di noi stessi. Solo i consumatori possono cambiare e far crescere i sistemi di produzione ecosostenibili. Altro progetto volto alla tutela della biodiversità agraria, e realizzato in collaborazione con l’Assam, prevede l’individuazione, la caratterizzazione e la valorizzazione di varietà antiche e locali di piante da frutto nel territorio protetto, partendo dal presupposto che varietà antiche da sempre presenti in loco, per essere coltivate, hanno bisogno di meno cure colturali e, quindi, più sostenibili dal punto di vista ambientale.

Osimo
Campocavallo: Marche in Salute, nuovo via martedì 8 settembre

Prosegue senza sosta a Osimo il progetto “Marche in salute” con un nuovo appuntamento che prenderà il via da Campocavallo martedì 8 settembre a partire dalle ore 21 dal parcheggio del supermercato in via Ippoliti. L’iniziativa è promossa dal Coni Marche in collaborazione con l’assessorato allo sport del Comune di Osimo, con l’U.S. Acli Marche e con il coordinamento regionale degli enti di promozione sportiva.
Nel periodo estivo la partecipazione di cittadini di ogni età è stata soddisfacente e l’iniziativa, avviata lo scorso 19 maggio, vede sempre incrementare il numero di iscritti che, tra più e meno assidui, ha già superato quota 110 podisti di età compresa tra i 10 ed i 75 anni.
Ogni martedì è programmata una camminata non competitiva attraverso un percorso di circa 5 chilometri. Dopo l’appuntamento di Campocavallo di martedì prossimo sono stati programmati altri appuntamenti. Il 15 settembre si partirà da Piazza Boccolino, il 22 settembre da Passatempo ed il 29 settembre da Osimo Stazione. Per partecipare a “Marche in salute” non occorre preiscriversi, basta presentarsi un quarto d’ora prima della partenza per la registrazione dei dati anagrafici, meglio portarsi vestiti comodi e scarpe adatte a camminare mentre ulteriori informazioni si possono ricevere sul gruppo facebook “Marche in Salute” – Osimo.
“Marche in salute” è una iniziativa gratuita ed è guidata dal prof. Alessandro Castorina che guida la camminata che ha come fine quello di combattere l’obesità e la vita sedentaria di tutti i giorni che ha costi sanitari dovuti all’inattività fisica particolarmente elevata.
“I benefici per la salute dei cittadini – dicono i promotori - di una semplice camminata sono notevoli. Si aumenta la salute del cuore incidendo su potenza e frequenza cardiaco, regolarizza la pressione arteriosa, migliora l’equilibrio e previene le cadute, rinforza i muscoli delle gambe, fa lavorare i muscoli del braccio e della spalla e ringrazia il tessuto osseo riducendo il rischio di osteoporosi”.
Cooperative Marche
Recanati
L'US Basket vince 3 quarti contro Ortona

Il Basket Recanati gioca per la prima volta uno scrimmage (tabelloni azzerati ad ogni fine quarto) davanti al proprio pubblico contro Ortona, neo-promossa in Serie B.
La formazione gialloblu si è presentata priva del lungo titolare Kenny Lawson, tenuto fermo per un problema infiammatorio al colon, che lo terrà lontano dal campo di allenamento per alcuni giorni. Durante l’amichevole Zanchi ha routato gli altri nove a sua disposizione, dando spazio a tutti in egual misura. Si sono viste cose egregie in attacco, mentre in difesa, complici anche i carichi di lavoro molto pesanti sostenuti in questa prima fase di preparazione, la squadra leopardiana ha fatto un po’ di fatica nei primi quarti pari, tenendo meglio nei pari.
Prossimo impegno dei gialloblu sabato alle 17:00 contro la pari categoria Ravenna. A seguire (ore 19:30) la presentazione ufficiale in piazza Leopardi insieme a tutto il settore giovanile ed alla formazione della Pallacanestro Recanati (Società satellite) iscritta alla Serie C silver.
U.S. Basket Recanati

Treia
Lube
Volley: anche Giulio Sabbi convocato in azzurro per la World Cup in Giappone
Anche l'opposto biancorosso Giulio Sabbi (in foto) farà parte della spedizione azzurra per la World Cup in Giappone. Il ct della nazionale maschile Gianlorenzo Blengini ha infatti deciso di convocare Sabbi per gli ultimi giorni di preparazione in vista dell'esordio nella manifestazione, in programma dall'8 al 23 settembre.
Il giocatore partirà dall'Italia domani e raggiungerà la capitale nipponica sabato mattina.
"La convocazione di un quindicesimo elemento - scrive in una nota la Fipav - è dovuta ad una leggera problematica fisica accusata da Luca Vettori nelle ultime ore, ma essendo alla vigilia di un torneo tanto impegnativo e avendo ancora a disposizione alcuni giorni prima di prendere una decisione finale, si è ritenuta giusta e opportuna questa soluzione".
Lube Banca Marche

Treia
Lube
Volley: il palleggiatore Antonio Corvetta infortunato al gomito
Infortunio per il palleggiatore Antonio Corvetta (in foto), che a seguito di uno scontro fortuito con un compagno avvenuto durante l'allenamento tecnico di ieri ha riportato una lussazione al gomito del braccio sinistro.
Subito dopo l'incidente il giocatore si è sottoposto ad accertamenti presso la casa di cura "Villa dei Pini" di Civitanova Marche che hanno escluso complicazioni.
Corvetta dovrà comunque rimanere a riposo con tutore al gomito per alcuni giorni e sarà costantemente monitorato dallo staff medico della società cuciniera.
Lube Banca Marche
Matelica
Teresa De Sio sarà ospite alla rassegna ''Non a voce sola''

Giovedì 10 settem- bre alle ore 21:15 in Piazza Enrico Mattei , la Città di Matelica è orgo- gliosa di ospitare la cantau-trice, musicista e scrittrice Teresa De Sio (in foto).
La partecipazione dell’artista si colloca all’interno della rassegna itinerante “Non a voce sola” che con il Patrocinio di Regione Marche, Comune di Matelica ed Università di Macerata, in questa edizione ha coinvolto quindici Comuni, tutte le cinque province marchigiane e le università del territorio.
Questa originale rassegna di poesia, filosofia, narrativa, musica ed arti, nata come un percorso all'interno del pensiero femminile, è diventata negli anni il luogo del dialogo fra i generi. Il posto in cui filosofe, scrittrici, artiste, musiciste, storiche e imprenditrici s’incontrano guidate da un tema, un filo conduttore che in questa edizione è "l’impossibile”.
Teresa De Sio, ospite d’onore di questo incontro del 10 di settembre, presenta il suo secondo romanzo “L’Attentissima”, un noir con un finale volutamente luminoso in cui i corpi e le esistenze possono realizzarsi solo nella pienezza delle proprie passioni, anche quando i desideri sono quelli di una donna in un corpo da uomo. Un romanzo di formazione e trasformazione, tanto dolorosa quanto inevitabile. La cantautrice propone il suo romanzo in un reading musicale, un melologo "in cui io - precisa l'autrice - sarò soltanto interprete della mia scrittura". Nel libro c'è infatti parecchia musica di generi diversi, che la De Sio, con la sua sensibilità di cantante e chitarrista, usa per dare un'anima ai personaggi e chissà, magari sentiremo anche qualche brano dell'unica artista inventata, la cantante neomelodica Giusi Sudamerica, la cui voce "gutturale e andalusa" scandisce tanti momenti importanti del racconto.
La serata è ad ingresso libero.
Castelfidardo
Annullo postale
speciale per il congresso dell'USFI
La Filiale di Ancona di Poste Italiane, in occasione del Congresso dell’USFI (Unione Stampa Filatelica Italiana, ha approntato un servizio temporaneo con speciale annullo postale che si potrà ottenere sabato 5 settembre dalle 14 alle 19 presso l’apposito spazio allestito in Via Donizetti n. 2 a Castelfidardo.
Nei giorni successivi alla manifestazione, i marcofili e coloro che volessero richiedere l’annullo possono inoltrare le commissioni allo sportello filatelico dell’ufficio postale di Ancona Città in Largo XXIV Maggio n. 2 (tel. 071.204419).
Poste Italiane attiva Servizi Filatelici Temporanei dotati di bolli speciali che riproducono con scritte e immagini il tema di manifestazioni legate ad eventi di notevole interesse culturale, economico e sociale: convegni, congressi, raduni, fiere, mostre, celebrazioni di eventi storici, manifestazioni filateliche, sportive, culturali, umanitarie, anniversari di personalità non viventi, inaugurazioni di opere pubbliche di particolare rilevanza locale o nazionale.
Il servizio è rivolto a chi intenda pubblicizzare e storicizzare il proprio evento con la realizzazione del bollo speciale (Enti Pubblici o privati, Associazioni, Società, Partiti Politici, Organizzazioni sindacali, comitati promotori o organizzatori di manifestazioni).
Poste Italiane

Ancona
Intensi controlli della Polizia Ferroviaria nelle stazioni

Le intere giornate dell'1 e 2 settembre u.s. sono state caratterizzate da un'intensa attività di controllo da parte della Polizia Ferroviaria, nelle stazioni ferroviarie delle regioni di Marche, Umbria e Abruzzo, coordinate dal Compartimento Polizia Ferroviaria di Ancona, competente giurisdizionalmente nel territorio. L'operazione denominata "clean stations" è stata promossa dalla Presidenza Italiana dell'Unione Europea ed ha visto coinvolte tutte le forze di Polizia dei principali paesi dell'Unione. L'attività posta in essere dagli uomini della Polfer che, per l'occasione si sono avvalsi della collaborazione di alcune unità cinofile, con l'impiego di nr. 113 operatori della specialità impiegati ha portato complessivamente all'identificazione e controllo di nr.364 viaggiatori, nr.2 persone indagate, di cui una per possesso di droga ai fini di spaccio, nr.134 treni controllati, 25 stazioni ferroviarie controllate, nr.112 bagagli controllati. Oltre a quanto appena descritto, ciò che poi è risultato particolarmente soddisfacente, è stato il riscontro positivo ottenuto in tema di percezione di sicurezza, da parte di tutti i viaggiatori e lavoratori delle Ferrovie dello Stato.
Macerata
In città un centro per l'Alzheimer, Ircr e Comune insieme
L'assessore Marika Marcolini: "Siamo dalla parte delle famiglie con servizi di qualità e sostegno ai redditi più bassi".
 
A Macerata un centro per l'Alzheimer, Ircr e Comune insieme.Nuove modalità organizzative per il Centro sollievo la Farfalla, il servizio di assistenza semidiurna rivolto alle persone affette dai primi sintomi della patologia dell’Alzheimer.
   La Giuntacomunale, con una delibera adottata nell’ultima seduta, ha infatti stabilito il passaggio del Centro, all’Azienda Pubblica Servizi alla Persona Ircr Macerata in vista di una integrazione con il Centro diurno La Sorgente gestito dalla stessa Istituzione.
   La finalità è quella di offrire alle persone affette da demenza e, in particolare, da sindrome di Alzheimer, una rete completa di servizi di assistenza che affianchi famiglie e malati lungo tutto il percorso della malattia degenerativa e sostenga le persone con servizi di accoglienza semidiurna, diurna, residenziale e con percorsi sensoriali.
    “L’Azienda Pubblica Servizi alla Persona Ircr è un'eccellenza che fa di Macerata un punto di riferimento per tutto il territorio provinciale: è nata proprio per far crescere in città un polo di servizi assistenziali di qualità - ha dichiarato l'assessore alle Politiche sociali Marika Marcolini. - Siamo dalla parte delle famiglie che si trovano a vivere un'esperienza tanto dura con le persone care. E siamo ancora più vicini alle persone con i redditi bassi che il Comune di Macerata sostiene con  contributi sociali. Non è scontato in questi tempi di minori risorse, in cui è necessario razionalizzare la spesa pubblica. Il nostro impegno prioritario resta però il sociale.”
   Oggi il Comune di Macerata eroga circa 600 prestazioni a cittadini anziani attraverso il servizio di assistenza domiciliare anziani e Alzheimer, affido di supporto e in convivenza, integrazione di rette in casa di riposo, sussidi economici mensili, assegni di cura per anziani non autosufficienti, telesoccorso. A questi si aggiungono le attività ricreative come le visite guidate, i soggiorni estivi e le cure termali.
   Il centro di sollievo La Farfalla è  stata un'esperienza pilota nata nel 2005 per alleviare le famiglie dal peso dell'assistenza ai familiari nei primi anni del manifestarsi della patologia degenerativa e per stimolare con attività adeguate la capacità di resistenza per rallentare il processo degenerativo.
   Attualmente il territorio offre una residenza protetta per anziani, una casa di riposo, una comunità alloggio per anziani, un servizio socio sanitario destinato ad accogliere persone affette da Alzheimer e un centro diurno.
   Tutto questo oggi sarà svolto dall’Azienda Pubblica Servizi alla Persona Ircr Macerata che offre, insieme al Comune di Macerata, interventi di qualità accompagnando la persona anziana in tutto il suo percorso di invecchiamento e supportando i familiari nella gestione del carico assistenziale. Per  informazioni sui servizi: www.ircrmc.it . (sb)
Ancona
PRIMO PUNTO SULLA GESTIONE DEL PATRIMONIO IMMOBILIARE REGIONALE

Già risparmiato circa un milione di euro con la disdetta dei contratti passivi d’affitto. Ceriscioli e Cesetti “Risparmiare risorse da investire a favore dei servizi ai cittadini”.
Obiettivo conseguito: la Regione ha già risparmiato circa un milione di euro con la disdetta dei contratti passivi d’affitto. Pienamente operativa sulla linea dell’efficientamento e dell’economicità, la Giunta regionale procede con il progetto di valorizzazione e razionalizzazione complessiva del patrimonio immobiliare. “La Regione intende ottimizzare l’utilizzo di tutto il proprio patrimonio immobiliare, valorizzare le strutture di cui dispone per risparmiare risorse da investire a favore dei servizi ai cittadini. Questa è spending review, un impegno preso e ribadito nel corso dei cinque incontri sul territorio con gli amministratori locali. Tempi stretti risultati importanti, un metodo che trasmette l'idea proprio della cultura del buon governo. Una nuova politica di bilancio libera dall'approccio ragionieristico volta a liberare risorse e reperirne nuove per rispondere al reale fabbisogno della comunità”, spiegano il presidente Luca Ceriscioli e l’assessore al Bilancio Fabrizio Cesetti. Dopo una prima ricognizione degli immobili regionali attualmente non utilizzati, i primi risultati concreti: la Regione ha dato la disdetta dell’affitto della sede dell’ASUR che sarà trasferita in via Oberdan ad Ancona già in autunno per un risparmio di 516 mila euro. Tra alcuni mesi, poi, verrà data la disdetta della sede dell’ASSAM (Agenzia servizi settore agroalimentare delle Marche) che per l’esercizio delle proprie attività di istituto impiega una serie di immobili in locazione. Verrà trasferita da Osimo in locali di proprietà della Regione. Ciò consentirà un ingente risparmio di circa 285 mila euro all’anno. La razionalizzazione procede con il trasferimento degli uffici decentrati di FABRIANO per cui sono in corso lavori di adeguamento della nuova sede, l’ex vivaio Forestale, per un risparmio di 37 mila euro. Anche l’ufficio decentrato agricoltura di JESI, attualmente in affitto a 9 mila euro annui, verrà trasferito e situato nell’ex Casello idraulico di Chiaravalle E’ già stata disdetta la sede della regione a ROMA di via Campo Marzio che comportava oneri per 113 mila euro annui. La nuova sede, in via Parigi (sede della Conferenza Stato Regioni), per cui è stato stabilito un nuovo contratto di affitto di circa 60 mila euro annui, oltre a dimezzare le spese comporta vantaggi anche logistici. Sono inoltre allo studio il trasferimento presso immobili di proprietà della Regione Marche della sede ARPAM e delle sedi di Passo Varano e Colle Ameno della Protezione Civile, con ulteriore risparmio per fitti passivi di 463 mila euro. “E’ questa la buona gestione di risorse pubbliche. Il patrimonio offre un ventaglio di opportunità per dare risposte alle necessità della collettività - ha precisato il presidente Ceriscioli - Utilizzare al meglio l’importante patrimonio regionale significa infatti risparmio nell’immediato che si proietta nel futuro”. “Questo provvedimento, a soli 70 giorni dal mandato – conclude Cesetti - permette di ridurre già del 50 per cento i fitti passivi della Regione, l’obiettivo finale è la dismissione completa e la valorizzazione di tutti gli immobili”.
Serena Paolini
Castelfidardo
Angelica sarà collocata domani nel Parco del Monumento

Si chiama Angelica la nuova - illustre - ospite del Parco Nazionale del Monumento. E' una statua in bronzo alta poco meno di un metro che nella mattinata di sabato verrà ufficialmente donata al Comune dallo scultore di origine olandese Johannes Genemans nel corso di una cerimonia alla presenza del sindaco Soprani e del noto giornalista e scrittore Cesare Baldoni. Angelica "gioia della vita" verrà collocata nelle immediate vicinanze della Cancellata degli Allori, ingresso principale al Parco che custodisce già gloriose pagine di arte e storia italica. L'autore vive dal 1993 nella Riviera del Conero e dopo una lunga attività professionale come stilista del settore calzaturiero, ha concentrato la sua creatività nella realizzazione di sculture, bassorilievi e monumenti commemorativi. Le donne, armoniose ed eleganti, sono uno dei soggetti preferiti di Genemans, che in Angelica riversa una dinamicità ed esplosività tutta da ammirare. L'inaugurazione sabato 5 settembre alle ore 11.00.
Lucia Flaùto



METEO:

L'EUROPA

VISTA

DAL SA-

TELLITE




LEVANTE <| LUNA |> PONENTE


Apre in una nuova finestra


LE ULTIME NOTIZIE DALL'ITALIA


Guida Programmi TV


IL SANTO DEL GIORNO



OROSCOPO DEL GIORNO


WEBCAM-PANORAMA DI RECANATI


A14 ANCONA DIREZIONE NORD

A14 Ancona dir. nord (AN)


A14 LORETO-PORTO RECANATI

A14 Loreto-P.to Recanati (AN)


Apre in una nuova finestra



  Per visualizzare correttamente questa pagina web si suggerisce l'utilizzo del browser Mozilla Firefox 

contatore visite
-------------------------------------------------------------e
Macerata
Torna la Festa delle Casette, un tuffo nel passato nel ricordo di Eriodante Domizioli

Dal 5 all'8 settembre in corso Cairoli e vie limitrofe.
Al via da domani, sabato 5 settembre, la Festa delle casette, il tradizionale appuntamento con i giochi, le commedie, gli spettacoli, la musica e le cene all’aperto che invaderanno di allegria la zona di corso Cairoli. Una festa sempre attesa dai maceratesi il cui successo è dovuto anche ai numerosi sponsor e al nutrito staff di collaboratori.
   Organizzato dal Comitato festeggiamenti con la collaborazione della Pro Loco Macerata e il patrocinio del Comune, la festa quest’anno si svolge nel ricordo di Eriodante Domizioli in occasione dei cento anni dalla sua nascita.
   Il celebre poeta dialettale maceratese sarà ricordato lunedì 7 settembre, alle ore 17, nei locali dell’ex cinema dello Sferisterio, con una iniziativa promossa dall’associazione Le casette e dal suo presidente Pierluigi Pianesi che da sempre affianca e arricchisce di proposte il programma della festa. Lo matto mia è il titolo del pomeriggio in compagnia de lu casettà Eriodante Domizioli e per l’occasione sarà ristampato il volume del 1980 Lu Vrugnulò delle Casette. Relatore sarà Goffredo Giachini. Alla cerimonia, che vede il patrocinio dell’Accademia dei Catenati, interverranno i familiari del poeta. Nei locali dell’Apm, inoltre, al piano superiore del parcheggio Sferisterio, lunedì 7 e martedì 8 settembre, sarà visitabile una mostra a lui dedicata.
   Ricco il programma della tre giorni.
Si inizia domani, sabato 5 settembre, con l’apertura della pesca (ore16) e con i giochi mini gonfiabili de La Balena dispettosa, in via Cucchiari (dalle 17). Alle 17,30 inaugurazione della tradizionale mostra di pittura Casett’art a cura di Gianni Paletti (via Ariani) e alle 20, la 5^ Cena de li casettà, lungo via Moje,  allietata dai cantastorie dell’associazione Li Pistacoppi.
   Domenica 6 settembre, alle 21,30 commedia dialettale in via Cucchiari con la Compagnia teatrale Madonna del Monte e lo spettacolo Lu ciavattì filosofu di Doride Santucci Scirè.
   Lunedì 7 settembre, alle 17 la cerimonia per ricordare Eriodante Domizioli e alle 20 Li Sfizi del li casettà, c’era una volta la gastronomia tipica dei maceratesi. Cena in via Cucchiari con musica e allegria.
   Martedì 8 settembre, giornata della festa della Madonna del Buon Consiglio cui è dedicata la Parrocchia del Sacro Cuore, alle 18,30 nell’arena Sferisterio la concelebrazione eucaristica officiata dal vescovo Nazzareno Marconi con la corale dei Pueri Cantores. Alle 20 Cibo da strada lungo corso Cairoli e alle 21,30 lo spettacolo musicale con l’orchestra spettacolo Le monelle italiane. (sb)

Castelfidardo
Domani arriva il cardinale Menichelli per i 10 anni della protezione civile fidardense

Dieci anni sul campo, sempre in prima fila, dimostrando sensibilità ed attaccamento alla popolazione e al territorio. Il gruppo comunale di protezione civile "festeggia" sabato 5 settembre i dieci anni di attività con una cerimonia che ne ricalca lo stile: semplice e ... operativa.
Alle 8.30, in piazza della Repubblica, ammassamento e sistemazione dei mezzi; alle 9.30 la Santa Messa in Collegiata presieduta dal Cardinale Edoardo Menichelli e alle 11,00 il ricevimento presso il Salone degli Stemmi del Palazzo Comunale per il saluto delle autorità.
Nata da una costola del comando di Polizia Locale con cui agisce in unità di intenti, la Protezione Civile fidardense si è costituita ufficialmente nell’anno 2005 divenendo subito un valido punto di riferimento del sistema sicurezza grazie all’eccellente organizzazione e spirito di servizio.
Attualmente conta circa 50 volontari diretti dal coordinatore Carlo Ascani e nel tempo è sempre cresciuta a livello di dotazione di mezzi ed attrezzature, fronteggiando le più svariate emergenze e distinguendosi anche per l’aggiornamento costante e la puntuale formazione del personale.
Senigallia
Pane Nostrum, pronta la 15^ edizione
Tra le novità dell’anno i percorsi di degustazione sensoriale.

È l’alimento che non manca mai in casa. Un simbolo della nostra tradizione culinaria che Senigallia celebra ogni anno e, in questo 2015, lo festeggia in una veste rinnovata.
Dal 17 al 20 settembre si viaggia tra le tecniche di preparazione e i rituali della sua produzione, dall’impasto alla cottura per arrivare alla riuscita di un ottimo pane, con centinaia di tipi diversi tra farine ed ingredienti.
È il momento di Pane Nostrum , Festa internazionale del pane. Giunta alla XV edizione, si conferma come il più importante appuntamento di approfondimento e di valorizzazione dell’intera filiera del pane, dalla semina del grano fino al suo consumo quotidiano. Organizzata e promossa dal Comune di Senigallia, da Confcommercio Marche Centrali e C.I.A - Confederazione Italiana Agricoltori - e con il contributo della Camera di Commercio di Ancona, Pane Nostrum “porta in tavola” una grande novità.
Per la prima volta una sezione della manifestazione sarà riservata alla degustazione con Impariamo a conoscere i moltissimi tipi di pani con l’impiego dei sensi. Una piccola guida sensoriale che permetterà di apprezzare questo alimento, impiegando non solo la vista o il tatto, ma anche l’olfatto e il gusto. Come dire: il pane si apprezza con l’occhio, per la dimensione, il colore e la forma ma l’assaggio termina con la masticazione che deve regalare un armonioso equilibrio tra gli ingredienti che lo hanno aromatizzato.
Provare per credere.
E non c’è occasione migliore per gustarlo, che arrivare in piazza del Duca dove i maestri panificatori metteranno in scena lo spettacolo della panificazione davanti agli occhi del pubblico, nei forni a cielo aperto. Un modo per vedere come si lavora il pane fino poi a provare la sua fragranza, appena sfornato.
Nei quattro giorni di eventi, Pane Nostrum riserverà numerose occasioni per fare festa con gli stand commerciali legati alla produzione agricola e panificatoria del territorio, la ricca area food dove scoprire le novità della ristorazione di qualità, gli intrattenimenti e gli spettacoli tra musica e cinema, showcooking, incontri e laboratori.
Info: segreteria organizzativa Pane Nostrum - tel. 346 0684236 -  pane.nostrum@libero.it.
Senigallia
Alla Residenza Protetta assistenza garantita ben oltre le disposizione regionali

Fondazione Città di Senigallia scopre con amarezza che un consigliere comunale, rappresentante della più alta Istituzione cittadina, non si è avvalso della tanto nota quanto semplice facoltà d’informarsi sull’operato di un Ente, per altro, in costante relazione con l’Amministrazione Comunale attraverso la conferenza capigruppo.
Gli uffici di via Pisacane sono aperti per i cittadini e, a maggior ragione, per chi rappresenta i senigalliesi. Gli ospiti della Residenza Protetta di via Cellini godono da sempre dei migliori standard di assistenza socio-sanitaria giornaliera. Il dato che meglio chiarisce questo concetto è rappresentato dal fatto che, per contratto convenzionale con la Regione Marche, Fondazione Città di Senigallia sarebbe obbligata a fornire 100 minuti di assistenza pro ospite ogni giorno.
Per altro, il minutaggio di assistenza richiesto dalla Regione in precedenza era minore di quanto non sia quello attualmente in vigore.
Nonostante ciò, da diversi anni ed in maniera del tutto autonoma, Fondazione Città di Senigallia ha deciso di fornire assistenza al proprio ospite nella misura di 127 minuti giornalieri di cui, 85 minuti in termini di assistenza OSS, e 42 minuti in termini di assistenza Infermieristica Professionale. Un chiaro segno dell’attenzione nei confronti degli ospiti al quale si vanno ad aggiungere la presenza costante dei consiglieri delegati ai Servizi Assistenziali e Infermieristici nonché l’imponente cantiere di ristrutturazione della residenza protetta.
Fondazione Città di Senigallia