LUNEDI'   MARTEDI'   MERCOLEDI'   GIOVEDI'   VENERDI'   SABATO   METEO   VIDEOEVENTI   NAZIONALE 

2404           PANORAMA RECANATESE            2015

Blog di informazioni quotidiane di Recanati e dintorni diramate da Comuni  -  Enti di diversa denominazione  -  Associazioni varie  o  trasmesse liberamente da collaboratori volontari residenti nell'ambito territoriale di competenza


Ancona

25 Aprile: la manifestazione di domani e il concerto alle Muse

Gli studenti protagonisti delle commemorazioni dei giorni scorsi. Le modifiche alla circolazione per gli eventi.

Domani, Sabato 25 aprile, momento clou delle commemorazioni per la Liberazione. Dopo le iniziative dei giorni scorsi, che hanno visto un’ampia partecipazione degli studenti delle scuole cittadine, per domani l’appuntamento è alle ore 10.15 in Piazza IV Novembre / Monumento ai Caduti, con la cerimonia organizzata dalla Marina Militare, benedizione/deposizione corona grande, lettura messaggi celebrativi.

Alle ore 10.45 Partenza corteo con autorità e la Banda di Torrette da piazza IV Novembre a piazza Cavour; alle ore 11.15 in Piazza Cavour interventi delle autorità. Nel pomeriggio, alle ore 17.30 Concerto Teatro delle Muse con Orchestra Fiati di Ancona offerto alla città. In apertura – la novità di quest'anno- si svolgerà una breve cerimonia di conferimento della Cittadinanza benemerita ai Partigiani, testimoni e protagonisti preziosi di quella drammatica stagione. Alle ore 17.30, ora di inizio del concerto, le maschere daranno i coupon non ancora ritirati o avanzati

L’Orchestra Fiati di Ancona (formata da 50 professionisti provenienti dalla Regione Marche e che deriva dalla storica banda musicale Città di Ancona, fondata intorno alla metà del 1800, tra le più antiche associazioni della città) sotto la direzione del maestro Mirco Barani, nella prima parte del concerto eseguirà quindi, in prima assoluta, un’opera composta dal compositore senigalliese Daniele Gasparini su testi dello scrittore milanese Raul Montanari dal titolo Trans Europe Express, per voce recitante, pianoforte e orchestra di fiati. Non è la prima volta che l’Orchestra Fiati di Ancona, si cimenta con il complesso e stimolante repertorio del Novecento e contemporaneo. Questa vola l’ensemble è voluto andare oltre, commissionando una nuova opera ad un autore vivente, pensata appositamente per l’orchestra anconitana e ad essa dedicata. L’Orchestra Fiati di Ancona si avvarrà della collaborazione in qualità di solisti di Luca Violini per la recitazione teatrale e di Mariachiara Grilli al pianoforte.

STUDENTI PROTAGONISTI

Intanto nelle cerimonie dei scorsi giorni, svoltisi in più punti della città, sono state protagoniste le scolaresche anconetane: In piazza Ugo Bassi, ad esempio, erano presenti le classi terza delle Medie Podesti e Donatello, le classi elementari quarta delle Savio e dell’Elia e la quinta delle Vinci; ragazzi e bambini, alla presenza degli assessori comunali Tiziana Borini e Stefano Foresi e rappresentanti delle autorità e dell’ANPI, hanno presentato scritti e poesie dedicati alla pace e al ricordo dei caduti per la liberà.

VIABILITA’ DEL 25 APRILE

In occasione delle cerimonie di domani, il comando di Polizia Municipale ha emesso ordinanza che modifica la circolazione e sosta nelle zone interessate dalle cerimonie:

fino alle 12.00 divieto di sosta-fermata veicolare in p.zza IV Novembre, su tutto il piazzale antistante il Monumento ai Caduti e nel tratto compreso tra via Baracca e V.le Vittoria (Pineta);

interdizione della circolazione veicolare durante l'effettivo svolgimento della manifestazione, con dirottamento del traffico su percorsi alternativi;

dalle ore 06.00 alle 14.00, divieto di sosta-fermata nel tratto ascendente e discendente del v.le della Vittoria compresi tra p.zza IV Novembre e via Baracca;

istituzione del doppio senso di circolazione nel tratto di via S.Margherita compreso tra via Trieste e via Thaon de Revel, durante l'effettivo svolgimento della manifestazione;

dalle ore 06.00 alle ore 14.00 istituzione del divieto di sosta e fermata nel tratto di via S.Margherita compreso tra via Trieste e via Thaon de Revel;

dalle ore 06.00 alle 14.00, divieto di sosta-fermata veicolare nel tratto di via Trieste compreso tra via S.Margherita e via Bainsizza;

Viale della Vittoria, P.zza Cavour e C.so Garibaldi: momentanea interdizione della circolazione veicolare nei tratti interessati dalla sfilata del corteo che dal Monumento dei Caduti muoverà in direzione di p.zza Roma;

P.za Repubblica, dalle ore 16.00 alle ore 22.00 divieto di sosta e fermata su tutta la piazza, la sosta sarà consentita ai veicoli appartenenti ai militi della Banda Musicale Città di Ancona,

dalle ore 17.30 fino al termine dell’evento Via Gramsci interdizione alla circolazione veicolare, P.zza Plebiscito intersezione Via Gramsci obbligo di svolta a destra in direzione Via Pizzecolli, Via Bernabei interdizione alla circolazione veicolare ad eccezione dei mezzi diretti all’interno dei garage e obbligo di svolta a destra all’intersezione con Via Pizzecolli, Via Pizzecolli tratto compreso tra Via Bernabei e Via Matas inversione del senso di marcia, Via Matas – Via Pizzecolli istituzione del divieto di accesso e obbligo di proseguire diritti in direzione P.zza San Francesco. Il transito della linea 11 su Via Gramsci verrà sospeso e dirottato su percorsi alternativi.

Ancona

Controlli della municipale nei locali del centro e a Piano San Lazzaro

Al fine di contrastare fenomeni di degrado e attività illecite sul territorio, agenti della Polizia Municipale, affiancati da una volante della Questura, hanno effettuato nella serata di ieri una nuova operazione di controllo al tappeto sul territorio comunale, che ha interessato i locali di piazza del Plebiscito, delle vie del centro e di Piano san Lazzaro. L'obiettivo specifico di questa tipologia di interventi è quello di prevenire l'abuso di sostanze alcoliche arginando contestualmente il fenomeno dell'abbandono di bottiglie di vetro, con tutti i rischi che ne conseguono. I vigili nel corso dell'operazione di ieri hanno difatti verificato il rispetto delle ordinanze sindacali in merito alla vendita di prodotti alcolici (non consentita oltre le ore 22,00), all'utilizzo dei corretti contenitori (la vendita del vetro è vietata dopo le ore 20,00), all'adeguamento agli orari riguardo all'emissione di rumori/ musica (non oltre la mezzanotte ) e all'occupazione del suolo pubblico (consentita dietro specifica autorizzazione). Diverse le infrazioni rilevate nei campi citati: cinque riguardo alla rumorosità, cinque per la vendita di bottiglie in vetro oltre l'orario consentito e una per l'occupazione abusiva del suolo pubblico. Tali interventi si ripeteranno con cadenza mensile.

Castelfidardo

SS16 “Adriatica”, interventi di manutenzione straordinaria

L'Anas comunica che, a partire da lunedì prossimo, 27 aprile 2015, saranno eseguiti alcuni interventi di manutenzione straordinaria sulle strade statali SS77 “della Val di Chienti” e SS16 “Adriatica”.

In particolare, sulla strada statale 16 “Adriatica” saranno eseguiti i lavori di manutenzione delle opere idrauliche nel comune di Castelfidardo, in provincia di Ancona. Per consentire i lavori la strada sarà chiusa in entrambe le direzioni dalle 7:00 di lunedì 27 aprile fino al completamento degli interventi previsto entro le 8:00 di giovedì 30 aprile 2015.

Il traffico sarà deviato sulla viabilità secondaria con indicazioni sul posto, ad esclusione del trasporto pubblico per il quale sarà possibile transitare a senso unico alternato in corrispondenza del cantiere. Il percorso alternativo prevede il transito sulle strade provinciali SP10 “di Camerano”, SP2 “Sirolo-Senigallia” e SP25.

Sulla strada statale 77 “della Val di Chienti” saranno eseguiti i lavori di ripristino del piano viabile tra gli svincoli di Corridonia e Morrovalle, in provincia di Macerata. Per consentire lo svolgimento delle lavorazioni saranno necessarie alcune limitazioni provvisorie al transito.

Nel dettaglio, da lunedì 27 a giovedì 30 aprile 2015 sarà chiuso un tratto della carreggiata in direzione Civitanova Marche per circa 2 km (dal km 89,650 al km 91,650). Il transito sarà consentito a doppio senso di marcia in carreggiata opposta.

Inoltre, da mercoledì 6 a sabato 16 maggio sarà chiuso un tratto della carreggiata in direzione Civitanova Marche per circa 2,4 km (dal km 96,500 al km 98,900). Il transito sarà consentito a doppio senso di marcia in carreggiata opposta, mentre lo svincolo di Morrovalle sarà chiuso in entrata e in uscita in direzione Civitanova Marche.

Dal 18 al 30 maggio, infine, sarà chiusa la carreggiata in direzione Foligno per circa 2,4 km (dal km 98,900 al km 96,500). Il transito sarà consentito a doppio senso di marcia in carreggiata opposta, mentre lo svincolo di Morrovalle sarà chiuso in entrata e in uscita in direzione Foligno.

In alternativa sarà possibile utilizzare gli svincoli di Montecosaro e Corridonia.

Inoltre, per consentire alla società Terna Rete Italia l’esecuzione di alcuni interventi sulla linea elettrica ad alta tensione, saranno provvisoriamente chiuse le corsie di sorpasso in entrambe le carreggiata della SS77 “della Val di Chienti”, per un breve tratto di 400 metri (dal km 102,500 al km 102,900) nel comune di Montecosaro (MC) dalle 7:00 alle 16:00 di martedì 28 aprile 2105. Il transito sarà consentito sulle corsie di marcia.

Le date e gli orari indicati potranno subire variazioni in relazione alle condizioni meteo e all’effettivo avanzamento dei lavori.

L’Anas raccomanda agli automobilisti prudenza nella guida e ricorda che l`evoluzione della situazione del traffico in tempo reale è consultabile sul sito web http://www.stradeanas.it/traffico oppure su tutti gli smartphone e i tablet, grazie all`applicazione `VAI Anas Plus`, disponibile gratuitamente in “App store” e in “Play store”. Gli utenti hanno poi a disposizione la web tv www.stradeanas.tv e il numero 841-148 ‘Pronto Anas’ per informazioni sull’intera rete Anas.

Corridonia

SS77 “Val di Chienti”, interventi di manutenzione straordinaria

L'Anas comunica che, a partire da lunedì prossimo, 27 aprile 2015, saranno eseguiti alcuni interventi di manutenzione straordinaria sulle strade statali SS77 “della Val di Chienti” e SS16 “Adriatica”.

In particolare, sulla strada statale 16 “Adriatica” saranno eseguiti i lavori di manutenzione delle opere idrauliche nel comune di Castelfidardo, in provincia di Ancona. Per consentire i lavori la strada sarà chiusa in entrambe le direzioni dalle 7:00 di lunedì 27 aprile fino al completamento degli interventi previsto entro le 8:00 di giovedì 30 aprile 2015.

Il traffico sarà deviato sulla viabilità secondaria con indicazioni sul posto, ad esclusione del trasporto pubblico per il quale sarà possibile transitare a senso unico alternato in corrispondenza del cantiere. Il percorso alternativo prevede il transito sulle strade provinciali SP10 “di Camerano”, SP2 “Sirolo-Senigallia” e SP25.

Sulla strada statale 77 “della Val di Chienti” saranno eseguiti i lavori di ripristino del piano viabile tra gli svincoli di Corridonia e Morrovalle, in provincia di Macerata. Per consentire lo svolgimento delle lavorazioni saranno necessarie alcune limitazioni provvisorie al transito.

Nel dettaglio, da lunedì 27 a giovedì 30 aprile 2015 sarà chiuso un tratto della carreggiata in direzione Civitanova Marche per circa 2 km (dal km 89,650 al km 91,650). Il transito sarà consentito a doppio senso di marcia in carreggiata opposta.

Inoltre, da mercoledì 6 a sabato 16 maggio sarà chiuso un tratto della carreggiata in direzione Civitanova Marche per circa 2,4 km (dal km 96,500 al km 98,900). Il transito sarà consentito a doppio senso di marcia in carreggiata opposta, mentre lo svincolo di Morrovalle sarà chiuso in entrata e in uscita in direzione Civitanova Marche.

Dal 18 al 30 maggio, infine, sarà chiusa la carreggiata in direzione Foligno per circa 2,4 km (dal km 98,900 al km 96,500). Il transito sarà consentito a doppio senso di marcia in carreggiata opposta, mentre lo svincolo di Morrovalle sarà chiuso in entrata e in uscita in direzione Foligno.

In alternativa sarà possibile utilizzare gli svincoli di Montecosaro e Corridonia.

Inoltre, per consentire alla società Terna Rete Italia l’esecuzione di alcuni interventi sulla linea elettrica ad alta tensione, saranno provvisoriamente chiuse le corsie di sorpasso in entrambe le carreggiata della SS77 “della Val di Chienti”, per un breve tratto di 400 metri (dal km 102,500 al km 102,900) nel comune di Montecosaro (MC) dalle 7:00 alle 16:00 di martedì 28 aprile 2105. Il transito sarà consentito sulle corsie di marcia.

Le date e gli orari indicati potranno subire variazioni in relazione alle condizioni meteo e all’effettivo avanzamento dei lavori.

L’Anas raccomanda agli automobilisti prudenza nella guida e ricorda che l`evoluzione della situazione del traffico in tempo reale è consultabile sul sito web http://www.stradeanas.it/traffico oppure su tutti gli smartphone e i tablet, grazie all`applicazione `VAI Anas Plus`, disponibile gratuitamente in “App store” e in “Play store”. Gli utenti hanno poi a disposizione la web tv www.stradeanas.tv e il numero 841-148 ‘Pronto Anas’ per informazioni sull’intera rete Anas.

Recanati

Musicultura ha presentato al Teatro Persiani i 16 finalisti

I 16 finalisti di Musicultura che sono selezionati nei mesi scorsi tra oltre 1.200 proposte, sono stati presentati a Recanati in anteprima nazionale nel corso di un concerto tenurosi al Teatro Persiani. Cristiano De Andrè, padrino della serata, ha cantato la bellissima canzone del padre "Nella mia ora di libertà" e rivolgendosi al pubblico che gremiva il teatro ha detto: "Vengo sempre con grande piacere in questa manifestazione che dà spazio a chi la musica la vuol fare davvero e non per finta, solo per mettersi in mostra e vendicchiare qua e là qualcosa".

Queste le canzoni finaliste: L'amore cade addosso (Turkish Cafè); U friscu (Paolo Russo); La vecchia ha un dente di bronzo che a me sembra bianco perché sono sbronzo (Artù); Soldatino (Chiara Dello Iacovo); Dannata felicità (Gianmarco Dottori); Ad ogni femmina un marito (Flo); Che fine ha fatto la poesia? (Davide Di Rosolini); Un'estate all'ombra (Stefano Vergani); Amir (Mujura); Le ragazze come te (Hilimoni); L'uomo Pan di Stelle (Valerio Millefoglie); L'amore ai tempi della crisi (Pierpaolo Mazzulla); Carote d'amore (Ivan Talarico); Continentale (Lettera 22); Riempire il vuoto (Makay); Terra avvelenata (Tiempo antico).

Ancona

Cardeto, campo degli ebrei: interventi su cancelli e segnaletica

Questa mattina, come da impegno assunto nei giorni scorsi con il Rabbino Capo della Comunità ebraica di Ancona, l’assessore Stefano Foresi con l’Ufficio verde ha provveduto alla sistemazione della segnaletica e dei cancelli del Campo degli ebrei del parco Cardeto.

Da domani in poi i due cancelli, posti a metà del cimitero e che permettono l’accesso allo stesso, il quale rappresenta uno dei più grandi d’Europa, saranno chiusi tutti i sabati e le feste ebraiche. Per la segnaletica sono stati posizionati dei cartelli che vietano l’ingresso ai cani.

In questo modo abbiamo risposto ad una esigenza sentita e manifestata dalla Comunità ebraica di Ancona - spiega l’assessore alle manutenzioni, Stefano Foresi -. Confidiamo e invitiamo i cittadini a rispettare la segnaletica apposta e la sacralità della zona che costituisce uno dei luoghi identificativi non solo della storia ebraica di Ancona ma anche patrimonio dell’intera città”.

Matelica

Limiti nei dati epidemiologici forniti dall'Arpam, bisogna approfondire

Alla luce di quanto emerso dallo studio epidemiologico descrittivo effettuato dall’ARPAM, dopo l’incontro richiesto e avvenuto in data 21 aprile con il responsabile di Igiene e Sanità’ Pubblica della Area Vasta 3 sede di Camerino e con un dirigente medico dell’Osservatorio Epidemiologico Regionale, questa amministrazione comunale intende comunicare alla cittadinanza quanto segue.

Lo studio ARPAM è uno studio puramente descrittivo di quanto accaduto nel periodo di osservazione preso in esame, senza correlazione alcuna con fattori causali, come le esposizioni ad inquinanti ambientali. L’analisi descrittiva, infatti, non si prefigge, per definizione, il fine di fornire informazioni sulla eziologia degli eventi studiati, che peraltro nella stragrande maggioranza dei casi riconoscono una causa multifattoriale o addirittura ancora sconosciuta e sono spesso riconducibili a fattori individuali o ambientali lontani anni dal periodo di osservazione. Inoltre su di essa gravano alcune limitazioni riferite ai dati e alle tecniche utilizzate per la stesura.

DATI: L’indagine utilizza come metodo la consultazione dell’archivio regionale delle Schede di Dimissione Ospedaliera, che ha il limite di incappare in possibili errori di codifica e attribuzione diagnostica. Semplificando: una stessa patologia può essere registrata con un codice diverso o diverse patologie possono essere registrate con lo stesso codice. Per le cause di decesso una generica definizione da parte del medico certificatore (per esempio morte per arresto cardiocircolatorio) potrebbero far rilevare degli eccessi per quell’evento nel comune osservato. Più’ attendibile invece, sarebbe, quanto emerge dalla consultazione del registro dei tumori che si basa sul referto istologico, dando pressoché’ la certezza della patologia in esame.

TECNICHE: Un limite e’ rappresentato per certe patologie, dalla esiguità dei casi osservati ed attesi, che dà degli eccessi di incidenza, la cui stima non e’ statisticamente robusta come dimostrato dalla ampiezza dell’intervallo di confidenza. Quest’ultimo (l’intervallo di confidenza è un parametro che fornisce informazioni sulla precisione dei valori ottenuti) è utilizzato al 90% anziché al 95%, come nel progetto Sentieri, che si occupa dei siti documentatamente contaminati, e pertanto deve fornire allo studio una più alta sensibilità per evitare che si perdano informazioni utili. In realtà l’utilizzo dell’intervallo di confidenza al 95%, come accade nella stragrande maggioranza degli studi epidemiologici reperibili in letteratura medica accreditata, avrebbe avuto nel nostro caso una più elevata specificità evitando la registrazione di falsi eccessi. Sono state prese in considerazione nello studio anche patologie cardiocircolatorie e respiratorie, che pero’ richiedono la valutazione di un ventaglio molto ampio di fattori causali, rendendone così difficile l'attribuzione a pressioni ambientali.

In accordo con l’Agenzia Sanitaria Regionale, tenendo conto sia dei risultati sia dei limiti intrinseci degli studi di epidemiologia descrittiva, saranno comunque avviati degli approfondimenti in merito, attraverso la consultazione della documentazione clinica. Sarà posta l’attenzione sui tumori del sistema emolinfopoietico, della tiroide, per i quali si registra un aumento su tutto il territorio nazionale e dello stomaco, il cui eccesso è da decenni prerogativa del nostro territorio. Inoltre verra’ estesa l’indagine a tutta l’Area Vasta 3, per verificare se gli stessi eccessi segnalati sono riscontrabili anche in altri comuni. Sulla scorta di quanto verrà documentato si deciderà poi come proseguire gli studi epidemiologici per garantite la tutela della salute dei cittadini.

Anna Grazia Ruggeri - Vicesindaco di Matelica

Castelfidardo

Social network, una opportunità?

L’Istituto A. Meucci, con il patrocinio del Comune di Castelfidardo, organizza un approfondimento sul tema: Social network: una opportunità? Tre appuntamenti condotti dal prof. Andrea Lucantoni - mediatore familiare ed esperto in problematiche dell’infanzia e adolescenza - che hanno come filo conduttore “Lo sguardo, la parola” e il confronto intergenerazionale come idea di fondo. Da face book a you tube, da twitter a whatsapp, un viaggio attualissimo negli strumenti di comunicazione più utilizzati dai giovani, partecipato dagli stessi studenti che forniranno informazioni sugli aspetti tecnici e porteranno la propria esperienza personale.

Rivolto a genitori, studenti e docenti ma aperto a tutti, il seminario si svolge alle 18.15 presso la biblioteca dell’Istituto Meucci in via Montessori nelle date di lunedì 27 aprile, mercoledì 13 maggio e mercoledì 20 maggio.

Lucia Flaùto


Recanati

iGuzzini: Andrea Sasso nuovo AD Nel Cda entra Giovanni Tamburi

Andrea Sasso, Amministratore Delegato del Gruppo Fimag – Finanziaria Mariano Guzzini S.p.A. da maggio 2013, subentra ad Antonio Santi, alla scadenza del suo contratto, nella carica di Amministratore Delegato di iGuzzini illuminazione. L’avvicendamento è frutto di un progetto da tempo programmato e condiviso tra i diretti interessati e il CDA.

La decisione è stata suggellata nel corso del Consiglio d’Amministrazione di oggi (venerdì 24 aprile) durante il quale Santi ha lasciato anche il proprio ruolo di Consigliere.

Dopo quarant’anni di carriera Santi lascia l’azienda recanatese avendo contribuito al miglioramento dell’intera comunità iGuzzini, aiutandola ad acquisire dimensione internazionale e forti competenze tecniche e culturali.

Da sempre la nostra azienda ha creduto nel modello manageriale come opportunità per accogliere le migliori risorse. – commenta il presidente Adolfo Guzzini - Un percorso che ha visto in Antonio Santi la figura centrale per lo sviluppo manageriale della iGuzzini, prima come Direttore Generale e poi come Amministratore Delegato, traghettando nei diversi momenti la Harvey luce alla odierna iGuzzini. Insieme abbiamo sviluppato una strategia che concepisce la luce come una tecnologia al servizio dell’uomo per un reale miglioramento delle condizioni personali, lavorative e sociali che oggi esprimiamo con il concetto di Social innovation through lighting. Ad Antonio va il nostro più sentito ringraziamento per averci aiutato, credendo nei progetti della nostra famiglia, a diventare un’eccellenza del settore in Italia e in Europa”.

Tra i compiti che Fimag, la finanziaria della famiglia Guzzini, ha affidato al nuovo CEO per lo sviluppo dell’impresa ci sono diverse sfide, soprattutto: spingere ulteriormente il processo d’internazionalizzazione aziendale, migliorare l’efficienza produttiva e consolidare la cultura manageriale. Tutto ciò con l’obiettivo di quotazione in borsa entro i prossimi 5 anni. Un impegno che la iGuzzini ha assunto lo scorso gennaio 2015 con l’entrata nel capitale societario di TIPO con una quota pari al 14,29%. A tal proposito Giovanni Tamburi entra a far parte del CDA.

Sono molto orgoglioso di prendere la guida di un'azienda come la iGuzzini. Dopo due anni come Amministratore Delegato di Fimag, ho avuto modo di conoscerne i contenuti culturali e industriali, nonché apprezzare le grandi qualità professionali e umane sia del management che dell’intera azienda" - commenta Andrea Sasso.

Un ringraziamento particolare va a Innocenzo Cipolletta che lascia il CDA dopo aver portato il proprio contributo professionale per diversi mandati.

Andrea Sasso – Breve Biografia

Laureato in Economia e Commercio all’Università Politecnica delle Marche, International Executive Program all’Insead (Fontainebleau e Singapore), è stato Presidente di Confindustria Ceced Italia, Consigliere di Confindustria Ancona e Confindustria Ceramica, membro ordinario della World Class Manufacturing Association e della Young Presidents’ Organization.

Tra le precedenti esperienze, dal 1990 ha svolto incarichi di crescente responsabilità fino a diventare Chief Operating Officer e Chief Commercial Officer nel Gruppo Merloni Elettrodomestici/Indesit Company. Successivamente ha ricoperto il ruolo di Country Manager Italia in Pirelli Tyre, ed ha guidato come amministratore delegato prima il Gruppo Elica e poi il Gruppo Marazzi.

Macerata

25 Aprile: le manifestazioni in Provincia

Stamattina, in Provincia, conferenza stampa per presentare ed illustrare le manifestazioni del 25 aprile, di cui quest'anno ricorre il 70° anniversario, in programma su tutto il territorio provinciale,

Insieme al presidente Antonio Pettinari, il sindaco di Macerata Romano Carancini, la presidente dell'A.N.P.I. comunale di Macerata Lucrezia Boari ed il presidente dell'ISREC Claudio Gaetani.

Macerata è anche la città che ospiterà, domani, la cerimonia provinciale.

Ha detto il presidente Antonio Pettinari: “La data del 25 aprile 1945 rappresenta un giorno fondamentale per la Repubblica italiana e per la storia di tutti gli italiani. È necessario ricordare, oggi più che mai, che la Resistenza ha coinvolto tutta la nazione: il 25 aprile dunque deve rinnovare in tutti noi gli ideali di libertà e di democrazia. Dinanzi alla crisi che ha investito l’Italia e l’Europa, nel quadro di un profondo cambiamento mondiale, dobbiamo attingere alla lezione di unità nazionale che ci viene dalla Resistenza. Ora proprio questa unità nazionale, questo stato civile che i nostri padri hanno conquistato con sacrificio, con abnegazione, e spesso con la loro stessa vita, rischiano di essere spazzati via nel nome di una crisi economica mondiale che attanaglia tutte le nazioni, la nostra compresa. Vediamo giornalmente pezzi di Italia espatriare o morire, vediamo aziende chiudere, vediamo giovani che non trovano lavoro, vediamo adulti che il lavoro lo perdono, vediamo servizi minacciati ed una politica chiusa, incapace ed insensibile ai bisogni dei cittadini. Noi dobbiamo riprendere la strada maestra, fatta di equilibrio e di buon senso per non vanificare i tanti sacrifici fatti in passato per rendere il nostro paese libero e democratico. Così ha un vero senso la Liberazione”.

Tolentino

Convocato il consiglio comunale

Giovedì 30 aprile 2015, alle ore 16.00 si riunisce il Consiglio comunale della Città di Tolentino. Questi gli argomenti iscritti all’ordine del giorno dal Presidente Mauro Sclavi:

comunicazioni del Sindaco e del Presidente del Consiglio.

Interrogazioni: (Prugni: dichiarazione Assessore Gabrielli).

Conferimento della Cittadinanza onoraria a Suor Lucia Antonini.

Approvazione rendiconto di gestione – anno 2014.

Piano delle alienazioni e delle valorizzazioni immobiliari 2014 – 2016 – integrazione deliberazione di Consiglio comunale n.31/2014.

Rendiconto 2014 – Piano per la copertura del disavanzo – approvazione.

Conferimento impianto natatorio (piscina comunale) alla A.S.S.M. spa.

Gestione Servizio pubblica illuminazione – atto di indirizzo per l’affidamento alla A.S.S.M. spa.

Gestione calore presso gli edifici comunali – atto di indirizzo per l’affidamento alla A.S.S.M. spa.

Strada di accesso all’edificio ex Hotel Marche: permute per acquisizione sede stradale.

Permuta terreno in c.da Santa Lucia del sig. Eleonori Alberto – modifica risposta delibera di C.C. n. 25 del 12.05.2005.

La cittadinanza è invitata ad assistere alla seduta.

Ancona

Per le imprese 14 milioni di euro dall'Europa

ei prossimi cinque anni oltre 14 milioni di euro di fondi dell'Unione Europea per la ricerca, lo sviluppo e l'innovazione aziendale delle imprese marchigiane. Un incontro sulla programmazione comunitaria 2014/2020, in particolare sui finanziamenti per favorire i processi di innovazione aziendale e l'utilizzo di nuove tecnologie digitali, per promuovere la ricerca e sviluppo e favorire la partecipazione delle imprese ai programmi comunitari a gestione diretta. Lo ha organizzato Ad Ancona CNA Crai, il centro regionale di assistenza alle imprese della CNA. Sono intervenuti, per il Confidi Fidimpresa Marche il direttore Giancarlo Gagliardini e per la Regione Marche Alberto Piastrellini, Stefania Bussoletti, Emanuele Petrini e Alessandra Brunori

"I fondi europei" ha affermato il segretario CNA Marche Otello Gregorini introducendo i lavori "sono fondamentali per il sostegno all'innovazione, alla ricerca e alla competitività delle nostre imprese e del sistema produttivo marchigiano. Si tratta di misure che anticipano contenuti e strategie della prossima programmazione comunitaria 2014 -2020 , che per la nostra regione mette in campo complessivamente 630 milioni di euro dei programmi Fesr e Fse. Gli interventi al centro della nostra iniziativa rientrano nell'ambito dei fondi strutturali a sostegno della ricerca, dello sviluppo tecnologico e dell'innovazione previsti dal Por Fesr Marche"

Nelle Marche le imprese di piccole dimensioni, in particolare le microimprese, hanno ridotto troppo, nel corso della crisi, la loro attività di investimento. Secondo recenti ricerche, le imprese artigiane che hanno realizzato investimenti nel 2014 sono state solo del 10 % del totale tra le attività manifatturiere delle Marche e il 5% tra le attività di servizio. L'ammontare degli investimenti nelle imprese con meno di 20 addetti , e' crollato tra il 2008 e il 2014 del 60% e, senza adeguati investimenti, le piccole imprese non possono farcela, perché l'innovazione non si fa senza investire.

"Nei prossimi cinque anni" il coordinatore CNA Crai Stefano Sallei, che ha concluso i lavori" l'unione europea si propone di incentivare gli investimenti delle imprese in ricerca e innovazione, sviluppando collegamenti e sinergie con organismi di ricerca, promuovendo lo sviluppo di prodotti e servizi innovativi e l'applicazione delle nuove tecnologie nei processi produttivi e la Regione Marche ha individuato nella domotica, nella meccatronica e nella manifattura sostenibile, i settori di sviluppo del territorio regionale per i quali prevedere la concessione di contributi in conto capitale, per la realizzazione di progetti di ricerca e di sviluppo, tramite l'erogazione di voucher alle imprese ed anche ai fornitori di prodotti e servizi alle imprese. Purché si iscrivano al portale "next", una piattaforma informatica, che rappresenta la condizione per accedere ai contributi previsti dalle misure europee".

Secondo CNA Marche si tratta di opportunità che le imprese non possono perdere, anche perché dobbiamo purtroppo aspettarci che nei prossimi cinque anni le risorse del bilancio regionale per le imprese saranno molto esigue e le uniche occasioni di finanziamento e di sostegno alla competitività del nostro sistema produttivo arriveranno dal Por e in particolare dai fondi Fesr, Fse e Psr.

Ancona

Stati generali delle donne

A Palazzo Raffaello incontro promosso dalla Commissione regionale Pari Opportunità per raccogliere esperienze e proposte di cambiamento in un'ottica di genere in vista della conferenza mondiale che si terrà a settembre a Milano. Adriana Celestini:”Ci siamo, ascoltateci, confrontatevi con noi”

avoro, nuove fragilita', macro regione mediterranea. Sono i tre temi affrontati nel corso degli “Stati generali delle donne”, una giornata di confronto per raccogliere idee e proposte di cambiamento delle politiche in un'ottica di genere, a pochi mesi dalla conferenza mondiale delle donne ”Pechino vent'anni dopo” in programma a Milano a fine settembre.

Oggi siamo qui per dire: ci siamo, ascoltateci, confrontatevi con noi, perché abbiamo idee valide da condividere - ha affermato in apertura dell'iniziativa Adriana Celestini, presidente della Commissione regionale Pari Opportunità -. Quella di oggi è una giornata importante, lo step marchigiano di un percorso avviato lo scorso dicembre a Roma e che si concluderà a fine settembre a Milano, dove parleremo di problematiche economiche e sociali a vent'anni dalla conferenza mondiale di Pechino. Oggi qui ad Ancona affronteremo insieme tre temi forti: lavoro, nuove fragilità e macro regione del mediterraneo, questo mare che doveva essere la strada per unire e invece sta diventando una strada di divisione. Raccoglieremo esperienze e proposte per un cambiamento delle politiche in un'ottica di genere che metteremo nero su bianco in un documento che porteremo all'evento internazionale di Milano”.

Gli Stati generali delle donne nelle Marche sono stati organizzati dalla Commissione Regionale Pari Opportunità in collaborazione con la Consigliera di Parità, Paola Petrucci, che ha coordinato la sessione dell'iniziativa dedicata al lavoro. “Vent'anni fa a Pechino – ha ricordato – il tema centrale sono stati i diritti delle donne. Oggi il tema più importante è diventato il lavoro, uno dei principali problemi nella società attuale”.

Numerosi i contributi di esperienze e idee arrivati dalle numerose partecipanti all'iniziativa. Tante anche le proposte di cambiamento pervenute alla Commissione tramite email nelle scorse settimane. “Abbiamo chiesto a chi volesse partecipare – ha spiegato la presidente Celestini – di inviare un intervento di massimo 3500 battute su una delle tematiche che avevamo scelto di trattare. Sono arrivati oltre trenta contributi e ne stanno arrivando ancora”. All'iniziativa ha partecipato Valeria Maione, referente nazionale per gli Stati Generali delle donne. “Credo che la nostra forza - ha detto - sia stare insieme. Facendo le cose che siamo capaci a fare. Partendo dalla cura, che non è il nostre ghetto, ma che può essere proprio dal punto di vista economico e sociale la nostra rinascita”.

Le sessioni dedicate alle “nuove fragilità” e alla “macroregione mediteranea” sono state coordinate rispettivamente da Licia Canigola e Alessandra Salvucci, vicepresidenti della Commissione regionali Pari opportunità. (C.C.)

Macerata

Detenzioni armi, entro maggio certificato medico obbligatorio

Il decreto legislativo 29 settembre 2013 nr. 121 ha disposto che i detentori di armi debbono presentare il certificato di idoneità psicofisica (in bollo da 16 Euro) rilasciato dall’Ufficiale Sanitario.

Il termine di scadenza previsto è il 4 maggio 2015.

Non è obbligato chi sia titolare di qualsiasi licenza di porto d’ armi in corso di validità, poiché la relativa idoneità psicofisica è stata verificata negli ultimi sei anni (durata delle licenze di porto di fucile) mediante acquisizione dello stesso certificato in occasione delle procedure istruttorie riconnesse. Detti certificati debbono essere consegnati alla Questura o al Commissariato di Civitanova Marche dai residenti, rispettivamente, a Macerata e a Civitanova Marche.

Per i residenti negli altri Comuni della provincia è prevista, invece, la consegna del documento medico legale nelle locali caserme.

La consegna del certificato medico alla Questura potrà avvenire secondo le seguenti modalità: mediante posta elettronica certificata all’indirizzo mail: ammin.quest.mc@pecps.poliziadistato.it, oppure per posta ordinaria o raccomandata a/r o personalmente allo sportello in orario di apertura al pubblico.

L’ omessa presentazione della documentazione medica, nel termine indicato dalla norma citata, autorizza il Prefetto di Macerata a vietare la detenzione delle armi con l’obbligo della loro cessione a terzi ovvero della loro rottamazione.

Ancona

Maxi sequestro di pesce fresco al Porto

La Guardia di Finanza di Ancona, in collaborazione con i funzionari dell’ Agenzia delle Dogane e personale dell’Ufficio veterinario adempimenti comunitari di Ancona , hanno trovato in un furgone 823 chili di pesce, tra cui granchi vivi, anguille e seppie destinati al territorio nazionale.

All’atto del controllo, l’uomo alla guida del mezzo, un cittadino greco non era in grado di esibire un apposito registro, dove devono essere indicate le consegne di animali vivi e/o prodotti di origine animale. Da ulteriori accertamenti, i finanzieri hanno riscontrato che la società italiana destinataria della merce effettuava operazioni intracomunitarie di prodotti ittici senza la preventiva registrazione presso gli Uffici periferici del Ministero della Salute.

Il pesce fresco è stato sequestrato e la società acquirente è stata segnalata al Ministero d ella Salute della società per le relative sanzioni.

Macerata

Al Presente: in cartellone quattro appuntamenti con i nuovi linguaggi della scena contemporanea

I Musei Civici Palazzo Buonaccorsi, il Teatro Lauro Rossi, la Biblioteca Comunale Mozzi Borgettie il Teatro Romano Helvia Recina ospitano quattro appuntamenti con i nuovi linguaggi della scena contemporanea che compongono il cartellone di Al Presente - ricerche_nuovi linguaggi_altri percorsi / tracce al femminile, rassegna realizzata dal Comune di Maceratae dall' AMATin collaborazione con Casa delle Arti, Nessunteatro, Sperimentale Teatro A.

L'inaugurazione il 16 maggio (ore 22) è ai Musei Civici Palazzo Buonaccorsi in occasione de La Notte dei Musei con MA-GNUM CHA-OS ovvero l'8 in 15 misteri di Casa delle Arti scritto e interpretato da Marta Riccie Angelo Casagrande al violoncello. "Teatro tributo all'artista Lorenzo Lotto concepito per spazi museali - si legge nelle note della compagnia sullo spettacolo - i l materiale di studio sul pittore è vastissimo e fa capo ad una foltissima bibliografia. La complessità delle sue opere è tale per cui ancora oggi prosegue la ricerca degli studiosi ed è ancora aperta la discussione sull'interpretazione dei suoi quadri. Lo spettacolo vuole scovare ed indagare proprio gli aspetti più reconditi, emblematici e magari anche meno noti della personalità di Lotto, con l'intento di condividerne la scoperta, la conoscenza e l'apprezzamento della sua unicità. Attraverso una ricostruzione della tormentata biografia dell'artista mediata da più fonti e anche da "scritti di suo pugno" la performance ripercorre le tappe fondamentali della sua vita itinerante ed inquieta come la sua anima. Specchio ne è la sua arte degna di una mente e di una sensibilità moderne".

Premio Danza&Danza 2014 come "Produzione Italiana dell'anno", presentato in prima assoluta alla Biennale di Venezia 2014 giunge al Teatro Lauro Rossi il 19 maggio (ore 21) l'atteso Sopra di me il diluvio di Enzo Cosimi, maestro della scena coreografica d'autore contemporanea, interpretato da Paola Lattanzi su musiche di Chris Watson, Petro Loa, Jon Wheeler. Il lavoro - proposto nell'ambito della rassegna regionale Danzando per le Marche curata dall'AMAT - si focalizza su una scrittura di danza scarna, ambientata in un campo percettivo vuoto in cui si vive uno stato irreale e visionario. "Dopo la creazione Welcome to my world dedicato all'idea della fine del mondo, del verificarsi di una nuova Apocalisse - afferma Cosimi - prendo nuovamente ispirazione dal rapporto doloroso dell'Uomo con la Natura nella società contemporanea. Ripensare l'opera come un luogo di magia e di perdita di certezze. Dare spazio ad un'arte della coreografia che contenga una componente tecnica rigorosa, sperimentale, attraverso la quale indirizzare una riflessione sul mondo in cui viviamo in rapporto alla Natura e a percepirlo in termini sensoriali."

Il 31 maggio alle ore 18 è la Biblioteca Comunale Mozzi Borgetti ad ospitare - nell'ambito di NO MAN'S ISLAND - LOTO dal fango nascerai pura e illuminerai il mondo una produzione di HangartFest di e con Sayoko Onishi danzatrice butoh e Simona Binci, Simona De Sanctis, Alessandra Zanchi, Giacomo Calandrini, Michele Giovanelli. Il loto, fiore simbolo di purezza, nasce dalle acque torbide della palude. Emblema di tante culture orientali, in Giappone è anche simbolo di prosperità, in India di armonia cosmica, in particolare l'iconografia indiana distingue il loto rosa, emblema solare, dal loto azzurro, emblema lunare. Nell'iconografia egiziana il fiore è sacro e rappresenta la nascita e la rinascita. Nella performance LOTO i danzatori, che hanno compiuto un lungo percorso lavorando sull'arte dell'improvvisazione nella danza butoh, utilizzano questa tecnica avendo come riferimento la meraviglia e il mistero racchiusi nel simbolo di questo fiore, che ben esprime l'universo femminile. Il percorso, guidato da Sayoko Onishi, si è sviluppato nel contesto del progetto REFRESH! Lo Spettacolo delle Marche per le Nuove Generazioni a cura del CMS Consorzio Marche Spettacolo.

La conclusione di Al Presente è il 29 giugno al Teatro Romano Helvia Recina con una affascinante Serata tra amici / concerto in tre movimenti di STA | Sperimentale Teatro A in occasione del 50° anniversario dalla nascita della compagnia. Tre Movimenti per un unico Concerto, "unità costituita dal percorso ove la vocalità umana e dello strumento - si legge nelle note allo spettacolo - si declina in drammaturgie del silenzio: dal silenzio del vuoto al silenzio dell'urlo, a quello, pacato vibrante, dell'Incontro". Il 1° Movimento (da Santa Giovanna La Pazza in Concerto) è affidato alla suggestiva voce di Maria Novella Gobbi e alle note musicali di Adriano Taborro al violino e Andrea Del Signore alle chitarre. Gastone Pietrucci, Maria Novella Gobbi, Roberto Picchio alla fisarmonica, Adriano Taborro e Marco Gigli alle chitarre danno vita al 2° Movimento (da Piange Piange Maria Povera Donna). Il concerto giunge al termine con il 3° Movimento: L'infinito desiderio di felicità impreziosito dai testi vocali di Allì Caracciolo e dalla chitarra a dodici corde di Marco Poeta.

Biglietti: Palazzo Buonaccorsi, Teatro Lauro Rossi, Biblioteca M.Borgetti 10 euro ridotto 8 euro ; Teatro Romano Helvia Recina ingresso gratuito. Info Biglietteria dei Teatri tel. 0733 230735 - 0733 233508, AMAT 071 2072439.

Recanati

''Liberi di cantare e di ballare''

Per festeggIare i 70 anni dalla Liberazione, l'ANPI organizza, nell'ambito dell'iniziativa nazionale “Liberi anche di cantare e di ballare”, una festa musicale curata dall'Associazione Musicale ArsLive Recanati in collaborazione con l'ARCI Recanati.

Sarà una grande festa popolare a cui tutti sono invitati a contribuire con la presenza, la gioia, il pensiero.

Civitanova

Arrestati due pakistani sospetti jihadisti

Smantellata dalla polizia l'organizzazione legata ad Al Qaeda che aveva programmato diversi attentati in Italia: tra gli obiettivi possibili c'era anche il Vaticano. E' quanto emerso dalle intercettazioni telefoniche effettuate dagli inquirenti i quali hanno arrestato 18 presunti terroristi,due dei quali a Civitanova Marche. Si tratta di due pachistani, uno di 56 anni, naturalizzato italiano, e l'altro di 39 anni, che all'alba di oggi sono stati ammanettati nelle rispettive abitazioni.

Gli arrestati, che si erano da qualche tempo trasferiti da Cagliari a Civitanova, sono indagati per reati relativi al favoreggiamento dell’immigrazione clandestina. I due vivevano con i proventi di questa attività illegale, e avevano da poco rimandato in patria le famiglie. Nessuno di loro ha precedenti penali, ma erano ugualmente tenuti controllati dalla polizia. Nel corso di indagini e perquisizioni domiciliari, da parte della Digos di Macerata in collaborazione con la Squadra mobile e la Polizia postale, sono stati sequestrati documenti cartacei, pc, file e altro materiale che sembrano privi di immagini o scritti apparentemente riconducibili ad al Qaeda o ad altre formazioni terroristiche di matrice islamista. Ma approfonditi accertamenti tecnici sono ancora in corso. I due pachistani erano in contatto con Faqir Ghani, il 26enne sospetto jihadista pachistano espulso da Civitanova a gennaio di quest'anno per presunte frequentazioni di siti internet della Jihad. Accuse da lui fermamente respinte.

Sono invece 20 in totale (in tutta Italia) le ordinanze di custodia cautelare disposte nell’ambito della suddetta inchiesta.

Caldarola

Intitolazione di una nuova via per ricordare i Missionari Caldarolesi

L’Amministrazione Comunale di Caldarola con lo scopo di valorizzare il proprio territorio e le sue persone ha pensato di ricordare i propri missionari.

L’occasione si è concretizzata quando, a seguito della realizzazione di una nuova strada, si è dovuto scegliere a chi intitolarla; è sembrato doveroso onorare i missionari di Caldarola intitolando loro la nuova via che collegherà via Rimessa con viale Matteotti.

La denominazione assegnata alla nuova via sarà “Via dei Missionari Caldarolesi”.

L’apertura ufficiale della nuova area di circolazione è fissata per sabato 25 aprile.

Tolentino

Taxi Sociale, nuova convenzione

Nel 2008 è stato attivato a Tolentino, il servizio di taxi sociale affidato all’associazione AUSER Il Girasole di Tolentino.

Considerato il successo del servizio Taxi Sociale che registra un numero sempre crescente di adesioni – solo nel 2014 oltre cento prestazioni per accompagnare gli utenti soprattutto dal medico o in ospedale ma anche al cimitero o a fare la spesa, consentendo di mantenere un adeguato standard di vita sociale alle persone sole – e vista la richiesta di ANTEAS di collaborare a titolo di volontariato al servizio, l’Amministrazione Comunale ha deciso di approvare una convenzione con entrambe le Associazioni AUSER Il Girasole e ANTEAS per la gestione del Taxi sociale.

Il Comune di Tolentino affida in dotazione le Associazioni interessate un mezzo ciascuna da utilizzare per il trasporto degli utenti i cui tragitti che verranno comunicati sistematicamente dall’Ufficio Servizi Sociali secondo quanto previsto dalle modalità di funzionamento del servizio. Questa nuova collaborazione viene attivata, in via sperimentale, proprio in questi giorni.

La nuova convenzione prevede che l’assistenza alle persone anziane o a soggetti svantaggiati è uno degli obiettivi fondamentali e prioritari delle politiche sociali dell’Amministrazione Comunale.

Nello specifico il servizio “taxi sociale” prevede l’accompagnamento di persone anziane o di soggetti svantaggiati presso strutture sanitarie pubbliche o private, presso uffici pubblici o di pubblica utilità, presso luoghi di interesse personale. Per situazioni particolari, valutate di volta in volta dai Servizi Sociali del Comune, possono essere effettuati anche trasporti in altre sedi, purché abbiano carattere di eccezionalità.

Il “Taxi Sociale” è rivolto a soggetti residenti nel Comune di Tolentino con i seguenti requisiti:

soggetti portatori di handicap o con invalidità superiore al 67%; soggetti che presentano un’autosufficienza ridotta o hanno una impossibilità documentata all’utilizzo di altri mezzi, indipendentemente dall’età; soggetti che non hanno familiari di riferimento a cui rivolgersi per l’espletamento del trasporto.

Non è consentito il trasporto di malati che presentano patologie con carattere acuto o di emergenza sanitaria; né si possono effettuare ricoveri urgenti in pronto soccorso. Tali prestazioni prevedono il trasporto a cura di autorità sanitaria competente.

Si ricorda che l’accesso al servizio “Taxi Sociale” è subordinato alla compilazione del modulo di domanda, alla presentazione dell’ISEE e all’autorizzazione dell’Ufficio Servizi Sociali.

Il servizio garantisce il pieno esercizio dei diritti civili ed una vita sociale degli anziani e dei soggetti svantaggiati

Il funzionamento del servizio è strutturato nel seguente modo:

il trasporto prevede la partenza dal domicilio del richiedente, l’accompagnamento nel luogo previsto, l’attesa (se non molto lunga) e il ritorno a domicilio. Qualora il richiedente non sia autonomo è necessario che lo stesso provveda all’assistenza da parte di un familiare o accompagnatore. L’automezzo sarà dotato di un diario di servizio compilato dal volontario-autista che sarà responsabile della sua esatta compilazione per ogni singolo trasporto.

Il Comune provvede alla raccolta della richiesta che deve essere presentata entro la settimana precedente alla data del trasporto; tutte le richieste verranno comunicate alle due Associazioni entro il giovedì di ogni settimana per e-mail o fax. Eventuali richieste urgenti saranno concordate di volta in volta anche telefonicamente con le rispettive Associazioni.

Le Associazioni AUSER Il Girasole ed ANTEAS concordano tra di loro l’organizzazione del servizio, prevedendo l’una il trasporto di utenti fissi e l’altra il trasporto di utenti saltuari.

I volontari/autisti hanno la responsabilità del mezzo, del suo utilizzo e del rispetto del codice della strada; eventuali sanzioni per infrazioni saranno a carico del conducente.

I volontari/autisti sono incaricati a ritirare il biglietto dell’utente; chi ne è sprovvisto non può usufruire del servizio. E’ fatto assoluto divieto accettare eventuali “somme” dell’utente al volontario.

Il Servizio “taxi sociale” prevede la sospensione nel mese di Agosto.

Loro Piceno

25 Aprile, musei aperti per la Festa della Liberazione

Si comunica che il 25 Aprile, in occasione dell’Anniversario della Liberazione dell’Italia dall’occupazione nazista grazie alla lotta di resistenza militare e politica attuata dalle forze partigiane durante la seconda guerra mondiale, i Musei di Loro Piceno resteranno aperti con il seguente orario:

10:00 – 12:00

Ricordiamo inoltre che fino al 2 giugno è possibile visitare gratuitamente la Mostra “La Fabbrica Della Morte di Hitler” presso la Torre Civica di Loro Piceno. La Mostra contiene immagini, documenti e oggetti originali, tra cui il “sapone RIF”, simbolo della ferocia nazista, raccolti dal curatore Luca Cimarosa.

Per info contattare:

Luca Cimarosa 331.1091567

Cristina Gasparrini 338.2569941

Macerata

Domenica apertura straordinaria del teatro romano di Helvia Ricina

Al mattino e al pomeriggio possibilità di visite guidate.

Macerata Musei invita per il prossimo weekend a scoprire le suggestive rovine monumentali del teatro romano di Helvia Ricina, antico municipium situato nella frazione di Villa Potenza.

Domenica (26 aprile) sarà possibile visitare il teatro romano e partecipare ad una delle visite guidate in programma: visite in partenza, nella mattinata, alle ore 10, 11 e 12 e nel pomeriggio alle ore 15, 16 e 17. Il costo è di 2 euro a persona.

Per informazioni e prenotazioni è possibile contattare i numeri: 0733/256361 0733/271709.

Macerata

Con “Al Presente” va in scena il teatro contemporaneo

La rassegna, che si snoderà in varie location della città, al via dal 16 maggio.

I Musei Civici Palazzo Buonaccorsi, il Teatro Lauro Rossi, la Biblioteca Comunale Mozzi Borgetti e il Teatro Romano Helvia Recina ospitano quattro appuntamenti con i nuovi linguaggi della scena contemporanea che compongono il cartellone di Al Presente - ricerche_nuovi linguaggi_altri percorsi / tracce al femminile, rassegna realizzata dal Comune di Macerata e dall’Amat in collaborazione con Casa delle Arti, Nessunteatro, Sperimentale Teatro A.

L’inaugurazione il 16 maggio (ore 22) è ai Musei Civici Palazzo Buonaccorsi in occasione de La Notte dei Musei con MA-GNUM CHA-OS ovvero l’8 in 15 misteri di Casa delle Arti scritto e interpretato da Marta Ricci e Angelo Casagrande al violoncello.

Teatro tributo all'artista Lorenzo Lotto concepito per spazi museali - si legge nelle note della compagnia sullo spettacolo - il materiale di studio sul pittore è vastissimo e fa capo ad una foltissima bibliografia. La complessità delle sue opere è tale per cui ancora oggi prosegue la ricerca degli studiosi ed è ancora aperta la discussione sull'interpretazione dei suoi quadri. Lo spettacolo vuole scovare ed indagare proprio gli aspetti più reconditi, emblematici e magari anche meno noti della personalità di Lotto, con l'intento di condividerne la scoperta, la conoscenza e l'apprezzamento della sua unicità. Attraverso una ricostruzione della tormentata biografia dell'artista mediata da più fonti e anche da “scritti di suo pugno” la performance ripercorre le tappe fondamentali della sua vita itinerante ed inquieta come la sua anima. Specchio ne è la sua arte degna di una mente e di una sensibilità moderne”.

Premio Danza&Danza 2014 come “Produzione Italiana dell’anno”, presentato in prima assoluta alla Biennale di Venezia 2014, giunge al Teatro Lauro Rossi il 19 maggio (ore 21) l’atteso Sopra di me il diluvio di Enzo Cosimi, maestro della scena coreografica d’autore contemporanea, interpretato da Paola Lattanzi su musiche di Chris Watson, Petro Loa, Jon Wheeler. Il lavoro - proposto nell’ambito della rassegna regionale Danzando per le Marche curata dall’Amat - si focalizza su una scrittura di danza scarna, ambientata in un campo percettivo vuoto in cui si vive uno stato irreale e visionario. “Dopo la creazione Welcome to my world dedicato all’idea della fine del mondo, del verificarsi di una nuova Apocalisse – afferma Cosimi - prendo nuovamente ispirazione dal rapporto doloroso dell’Uomo con la Natura nella società contemporanea. Ripensare l’opera come un luogo di magia e di perdita di certezze. Dare spazio ad un’arte della coreografia che contenga una componente tecnica rigorosa, sperimentale, attraverso la quale indirizzare una riflessione sul mondo in cui viviamo in rapporto alla Natura e a percepirlo in termini sensoriali”.

Il 31 maggio, alle ore 18, è la Biblioteca Comunale Mozzi Borgetti ad ospitare - nell’ambito di No Man’s Island - Loto dal fango nascerai pura e illuminerai il mondo una produzione di HangartFest di e con Sayoko Onishi danzatrice butoh e Simona Binci, Simona De Sanctis, Alessandra Zanchi, Giacomo Calandrini, Michele Giovanelli. Il loto, fiore simbolo di purezza, nasce dalle acque torbide della palude. Emblema di tante culture orientali, in Giappone è anche simbolo di prosperità, in India di armonia cosmica, in particolare l'iconografia indiana distingue il loto rosa, emblema solare, dal loto azzurro, emblema lunare. Nell'iconografia egiziana il fiore è sacro e rappresenta la nascita e la rinascita. Nella performance Loto i danzatori, che hanno compiuto un lungo percorso lavorando sull'arte dell'improvvisazione nella danza butoh, utilizzano questa tecnica avendo come riferimento la meraviglia e il mistero racchiusi nel simbolo di questo fiore, che ben esprime l'universo femminile. Il percorso, guidato da Sayoko Onishi, si è sviluppato nel contesto del progetto REFRESH! Lo Spettacolo delle Marche per le Nuove Generazioni a cura del CMS Consorzio Marche Spettacolo.

La conclusione di Al Presente è il 29 giugno al Teatro Romano Helvia Recina con una affascinante Serata tra amici / concerto in tre movimenti di STA | Sperimentale Teatro A in occasione del 50° anniversario dalla nascita della compagnia. Tre Movimenti per un unico Concerto, “unità costituita dal percorso ove la vocalità umana e dello strumento - si legge nelle note allo spettacolo - si declina in drammaturgie del silenzio: dal silenzio del vuoto al silenzio dell’urlo, a quello, pacato vibrante, dell’Incontro”. Il 1° Movimento (da Santa Giovanna La Pazza in Concerto) è affidato alla suggestiva voce di Maria Novella Gobbi e alle note musicali di Adriano Taborro al violino e Andrea Del Signore alle chitarre. Gastone Pietrucci, Maria Novella Gobbi, Roberto Picchio alla fisarmonica, Adriano Taborro e Marco Gigli alle chitarre danno vita al 2° Movimento (da Piange Piange Maria Povera Donna). Il concerto giunge al termine con il 3° Movimento: L’infinito desiderio di felicità impreziosito dai testi vocali di Allì Caracciolo e dalla chitarra a dodici corde di Marco Poeta.

Biglietti: Palazzo Buonaccorsi, Teatro Lauro Rossi, Biblioteca M.Borgetti 10 euro ridotto 8 euro; Teatro Romano Helvia Recina ingresso gratuito. Info Biglietteria dei Teatri tel. 0733 230735 - 0733 233508, Amat 071 2072439.

Osimo

Cinema Concerto: l'ANCC scrive al Ministro

Gentile ministro, Le scriviamo nell’estremo tentativo di riuscire a salvare il cinema della nostra città: il Cinema Concerto della città di Osimo che è stato inserito nel piano delle alienazioni del patrimonio comunale. Siamo un’associazione che da mesi porta avanti questa battaglia attraverso presidi, iniziative di sensibilizzazione, articoli di giornale, raccolta firme e incontri istituzionali.

Addirittura siamo riusciti ad organizzare una riapertura straordinaria della sala per un giorno, facendo tornare i cittadini in quel luogo della loro memoria e del loro futuro, raccogliendo un incredibile successo di entusiasmo e partecipazione. Tutto ciò per esorcizzare l’idea della vendita che questa neo eletta amministrazione sta portando avanti, pur essendo a maggioranza Pd.

Ciò dispiace alquanto, visto che nella recente campagna elettorale Pd ed alleati avevano espresso la loro contrarietà all’alienazione, dichiarando piuttosto che tra le loro priorità ci sarebbe stata proprio la riqualificazione del centro storico a partire da questo bene.

Osimo è una città di 34.000 abitanti ed non ha nessuna sala disponibile, in quanto il Cinema Concerto di cui stiamo parlando è chiuso ormai da alcuni anni, pur essendo una di quelle sale storiche di cui Lei ha recentemente parlato in svariate occasioni e che sta difendendo con impegno e serietà, prospettando anche la possibilità di favorire economicamente le istituzioni che si faranno garanti della volontà di ristrutturare e riportare le vecchie sale alla loro prevalente destinazione.

Il nostro cinema è veramente bello, ha il fascino delle sale di città, ha la forza della storia che guarda avanti, con uno stile che combina un pavimento in grana di marmo, poltroncine rosse e vecchi proiettori ancora funzionanti. Non pensiamo che quei proiettori debbano essere musealizzati, ma utilizzati, naturalmente in un adeguato combinato con il nuovo corso digitale.

Questo patrimonio culturale ed architettonico (la sala si trova in un antico edificio che si affaccia sulle mura romane,) in base alle dichiarazioni dell’amministrazione, dovrebbe essere sacrificato per una sala polifunzionale che magari l’amministrazione deciderà di stralciare dal piano vendite o da prevedere come vincolo ai potenziali acquirenti. Il condizionale è d’obbligo, in quanto in questi mesi sono apparse le più svariate e fantasiose ipotesi sul tema, ma nessuna di queste ha aperto la possibilità ad un ripensamento sulla vendita a favore di un recupero.


Chiediamo a Lei, che ha la vista lunga, di darci man forte in questa nostra battaglia per la civiltà, in tutte le modalità che riterrà opportune. Un saluto affettuoso dagli amici del Nuovo Cinema Concerto e da quanti con noi continuano a sperare in un finale tanto inaspettato quanto desiderato, per una sceneggiatura che forse ha bisogno della Sua pennellata di amore per la cultura.

Associazione Nuovo Cinema Concerto

Ancona

Portonovo: il 9 e 10 maggio torna la due giorni per il Salesi

Obiettivo: una sonda ecografica tridimensionale da 30mila euro

Dieci anni di traguardi e una rete di solidarietà in continua evoluzione. L’Associazione Patronesse del Salesi festeggia con questa edizione 2015 i dieci anni della manifestazione ‘Portonovo Eventi - Due giorni per il Salesi’. Un appuntamento atteso, momento di divertimento per i bambini e di solidarietà verso l’ospedale pediatrico, punto di riferimento del centro Italia.

Infatti, ogni anno, con i proventi raccolti da questa manifestazione, è stato possibile raggiungere il budget necessario per acquistare apparecchiature mediche per incrementare la specialità dell’ospedale materno-infantile e consentire un’accelerazione nella diagnostica. I proventi di questa edizione, che si svolgerà il 9 e 10 maggio prossimi saranno dedicati all’acquisto di una sonda ecografica tridimensionale del costo di 30mila euro dedicato alla Cardiochirurgia peditrica diretta dal Professor Marco Pozzi. L’ecocardiografia tridimensionale è una nuova tecnologia che consiste nell’esecuzione di una ecocardiografia nelle tre dimensioni. Ciò permette di visualizzare l’intero volume del cuore e non semplicemente una sua sezione bidimensionale come accade con la attuale ecocardiografia. Con l’ecocardiografia si possono visualizzare tutte le strutture del cuore, misurarne le dimensioni, la forza con cui si contrae, le pressioni al suo interno.

I vantaggi sono numerosi: una più precisa visualizzazione e misura dei volumi cardiaci che si avvicina molto a quella della risonanza cardiaca; una valutazione accurata della complessità anatomica e delle relazioni tridimensionali delle strutture cardiache; una valutazione della morfologia degli apparati valvolari; accurata interpretazione delle masse intracardiache. La ecocardiografia tridimensionale ha una potenziale grande rilevanza nello studio e nella cura delle cardiopatie congenite. Già ora l’ecocardiografia bidimensionale è un importante mezzo diagnostico nella gestione delle cardiopatie congenite. Nella gran parte dei casi essa consente una diagnosi precoce e rapida e un controllo nel tempo dei pazienti. Ora la la tecnologia ecocardiografica tridimensionale può produrre immagini che possono realmente supportare l’attività chirurgica e cardiologica di cura e trattamento della cardiopatie congenite.

Tornando al programma, quest’anno, a differenza di alcuni di quelli precedenti, la data del 10 maggio, momento clou della manifestazione, coincide con la festa della mamma e a lei è dedicato il concorso ‘Cara Mamma’ realizzato in collaborazione con l’Istituto Comprensivo Novelli Natalucci di Ancona. I bambini della quarta e quinta Elementare si sono già nelle settimane scorse cimentati in scritti, poesie e disegni dedicati alle loro mamme.

Portonovo Eventi - Due giorni per il Salesi’, sarà l’occasione per premiare i contributi migliori. ‘E’ per noi - ha detto la presidente delle Patronesse Milena Fiore - un appuntamento fondamentale e la sua durata dimostra che con la collaborazione di tutti è possibile raggiungere risultati importanti’. Ha tenuto a battesimo questa decima edizione anche l’assessore alle Politiche sociali Emma Capogrossi ringraziata dalla presidente Fiore ‘per il continuo supporto che l’Amministrazione ci sta dando e per la coerenza dimostrata nel sostenere la battaglia per il Salesi’.

La cardiochirurgia pediatrica, ha aggiunto la Capogrossi ‘è una vera eccellenza. Sono molto contenta di questa occasione che è un momento di festa ma anche di solidarietà perché raggiunge obiettivi reali come lo sono quelli della nostra Amministrazione’. A questa manifestazione ‘va riconosciuta anche l’etica che c’è alle spalle - ha sottolineato il professor Pozzi - e vi assicuro che questa strumentazione ci aiuterà molto nella diagnosi’. L’esperto ha anche spiegato che il tasso di mortalità di bambini con patologie cardiache è stato ‘pari allo 0% negli ultimi due anni, mentre in quelli precedenti è stata registrata una morte su 200 interventi’. Ma andando per ordine la manifestazione si aprirà con la consuetudinaria cena all’Hotel Excelsior La Fonte con l’intrattenimento musicale di Michele e Alessandra Pasqualini.

Domenica il punto di incontro è alla spiaggia del Molo nei Bagni Franco, Marcello, Anna e Emilia. A partire dalle 14 si svolgeranno prima le premiazioni del concorso ‘Cara Mamma’ e poi l’intrattenimento con la Dottoressa Ripippi e il suo laboratorio di bolle di sapone. Nella stessa location anche la performance del pittore Andrea Agostini e i suoi colori. Torna anche lo ‘Stone Balancing’: equilibrio di sassi e pietre con Carlo Pietrarossi e Loriana Pittarello. Prevista è anche la partecipazione del Cantamaggio Matelicese. Alle 14.30 è previsto lo spettacolo per bambini con gli artisti di strada delle compagnie GiocaSorriso, Storie Filanti e The Mask. Alle 15.00 le principesse Disney tra fantasia, sogno e realtà. Alle 15.40 attività Conero Wellness con l’esibizione di Zumba per giovani e adulti. Alle 17.00 lo spettacolo di danza by La Luna Dance Center & Jacksology.

Una coda di ‘Portonovo Eventi-Due giorni per il Salesi’ è prevista con la mostra fotografica realizzata in collaborazione con l’Associazione ‘Un battito d’ali’ che si terrà alla Mole Vanvitelliana dal 10 al 20 maggio 2015. ‘Lo sguardo sull’anima’, questo è il titolo, sarà organizzata dal gallerista Giancarlo Gioacchini mentre i ritratti fotografici sono del Professor Marco Pozzi. ‘Saranno presentate - ha affermato Gioacchini - 65 foto racchiuse in un volume che ne contiene oltre 100 il cui costo è di 25 euro. Soldi che ci saranno necessari per finanziare l’acquisto di questo macchinario’. In rappresentanza della Banca delle Marche Giovanni Dolce: ‘Siamo molto contenti di supportare una iniziativa che porterà risultati concreti’.

associazione Patronesse del Salesi

Camerano

Adotta un cane” e segnala chi maltratta gli animali!

Avete intenzione di prendere un amico a quattro zampe? Il Comune di Camerano per tutti coloro che vogliono “adottare un cane” lasciato in custodia presso il canile convenzionato, rimborsa le spese per l’acquisto di alimenti e spese veterinarie sostenute nell’arco dei due anni successivi alla data di adozione per un importo max di euro 450,00.

La scelta di adottare un cane del canile costituisce senza dubbio un gesto di civiltà ed è indicata a chi veramente ama gli animali e comporta impegno, sacrifici e responsabilità, ma se sarete pronti ad offrirgli l’affetto e le cure di cui ha bisogno, in cambio lui sarà un fedele compagno e vi darà grandi soddisfazioni. Per informazioni vi invitiamo a chiamare 071.7303059.

Se invece volete segnalare maltrattamenti, situazioni di degrado, abbandono, randagismo o inosservanza delle normali norme di mantenimento degli animali vi invitiamo a contattare subito le Guardie Zoofile tel. 071200852 guardiezoofile@legambientemarche.org . Il Nucleo opera in maniera sinergica sia con la Procura della Repubblica di Ancona, a cui riferisce le notizie di reato e a cui trasmette dettagliato rapporto delle attività compiute e delle problematiche e delle criticità emerse nel corso dell’attività, sia con il Servizio Veterinario dell’ASUR, competente in materia in molti aspetti legati alla detenzione di animali da affezione. Collabora inoltre con molti Comuni della Provincia per tutte le problematiche legate al fenomeno del randagismo e delle colonie feline, esercitando sia un’azione preventiva sia accertando autonomamente violazioni penali ed amministrative a danno degli animali da affezione.

Nel 2014 grazie al gran lavoro svolto dalle Guardie sono stati controllati circa 40 cani di che hanno portato ad un sequestro per maltrattamenti, oltre a riscontri per carenze igienico sanitarie, box non regolari e detenzioni non idonee. C’è inoltre da evidenziare l’attività continua di assistenza e controllo delle colonie feline che ha portato il Nucleo ad effettuare circa 80 interventi.

#camerano #adottauncane #cani #gatti #legambiente

Ancona

Pepelab presenta ”Professione ebook”

Ti piacerebbe esplorare il mondo dell'ebook e conoscerlo più da vicino? Sei curioso di sapere come si produce un ebook e vorresti imparare a farlo da solo? L’Associazione Pepelab (www.pepelab.org) presenta ”Professione ebook”, l’evento formativo dedicato all'editoria digitale: 3 moduli, 3 weekend e 3 workshop per produrre, pubblicare e promuovere il tuo ‪ebook‬.

Il corso si rivolge a tutti i professionisti e gli operatori (grafici, illustratori, impaginatori, sviluppatori, ma anche autori indipendenti) che hanno interesse ad acquisire maggiore consapevolezza e specifiche competenze in riferimento alla produzione di ebook. Il corso è organizzato in partnership con Simplicissimus Book Farm e la Scuola Comics di Jesi - che sarà anche sede del corso - e con il patrocinio di Regione Marche, Provincia di Ancona, CNA e AIAP.

Il percorso formativo, che si svolge nell’arco di 3 weekend a cavallo tra maggio e giugno, è suddiviso in altrettanti moduli didattici, frequentabili anche singolarmente, per un totale di 30 ore di formazione, interamente in aula. Il primo modulo (6 ore), che si terrà sabato 9 maggio, si chiama “Esploriamo l’ebook” e servirà principalmente a introdurre l’argomento. I corsisti verranno guidati alla scoperta degli aspetti più importanti: le tecnologie, i formati, gli standard, le opportunità del mercato. Il secondo modulo (18 ore), quello centrale, si chiama “Realizziamo l’ebook” e sarà dedicato alla fase di produzione: l’obiettivo sarà fornire le competenze base per la realizzazione di un ebook, a cominciare dalla sua struttura e dalle specifiche tecniche da tenere presenti nella progettazione. L’ultimo modulo, “Sperimentiamo l’ebook” (6 ore), conclude il percorso formativo con 3 diversi workshop di specializzazione, a scelta tra: il self publishing, ebook e fumetto, ebook e fotografia.

E al termine dei workshop tutti i corsisti si ritroveranno insieme per un focus dedicato a promozione e visibilità. Le iscrizioni sono aperte. Tutti i dettagli dell’iniziativa, compresi i costi, le date, il programma didattico e il profilo dei docenti, sono visionabili sul sito: http://www.pepelab.org/professioneebook Chi si iscrive entro il 24 aprile potrà beneficiare di uno speciale sconto extra sulla quota di partecipazione. Iscrizioni online su www.pepelab.eventbrite.it

Per informazioni: Pepe Lab associazione culturale T. +39 0719161702 (int. 27) M. +39 3939202830 info@pepelab.org

Offagna

Gli studenti incontrano la giornalista Rai Elena Stramentinoli

Studiare serve sempre molto, è inoltre importante e fondamentale leggere i libri, guardare i film, parlare con le persone soprattutto con gli insegnanti e i professori; inoltre, sentitevi liberissimi nell’esprimere quello che volete fare stando sempre con gli occhi ben aperti”.

E’ quanto ha affermato la giornalista Elena Stramentinoli di Rai 3 nel corso dell’incontro con un elevato gruppo di alunni e studenti – partendo dalla quinta elementare fino alla terza media della Scuola primaria e secondaria di 1° grado “Giovanni XXIII” facente parte dell’Istituto comprensivo “Caio Giulio Cesare” – svoltosi la mattina di giovedì 23 aprile nella Chiesa del SS. Sacramento di Offagna, improntato sul tema “Le riflessioni sui rapporti uomini e donne”: una finalità educativa da far esprimere e diffondere ai giovani, sviluppando, tra le altre cose, le future generazioni per rapporti sereni.

Gli alunni e studenti, partecipanti all’incontro conclusivo del percorso di riflessione sui valori fondamentali della legalità che quest’anno ha avuto come argomento i “rapporti di genere”, hanno svolto una serie di piacevoli domande alla giornalista Elena Stramentinoli che ha poi spiegato a tali giovani come ci si deve comportare ed attivare per sviluppare una vita positiva, rispondendo in modo concreto ed esaustivo alle numerose domande che i ragazzi le hanno rivolto.

Poi, Elena Stramentinoli ha inoltre fornito ulteriori e suggestivi elementi di riflessione, proprio per sollecitare nei ragazzi la volontà di superare certi stereotipi e luoghi comuni. Tra gli altri, hanno partecipato il preside dell’Istituto comprensivo “Caio Giulio Cesare”, Fabio Radicioni, “i rapporti generali tra uomo e donna sono elementi essenziali per la conoscenza di tali rapporti, le riflessioni sono importanti nel creare una elevata soddisfazione di questo incontro per il nostro Istituto”, il preside ha poi espresso la sua soddisfazione per l’ importante lavoro svolto dai ragazzi guidati dai loro insegnanti, specificando che “la Scuola ha voluto offrire numerosi spunti sui quali poi ogni alunno, ha sviluppato e svilupperà le proprie riflessioni”.

Il sindaco del Comune di Offagna, Stefano Gatto, con la sua presenza ha voluto sostenere e condividere con la Scuola l’importante percorso effettuato, rivolgendosi ai ragazzi ha ribadito che “la legalità non è un’astrazione, ma un principio estremamente concreto che deve essere vissuto e rispettato in ogni situazione, proprio per salvaguardare e rendere migliore il presente di tutti e il futuro delle prossime generazioni; è fondamentale cominciare a sapere come ci si deve comportare da piccoli a grandi; per una buona Italia ci vuole il buon senso da parte dei nostri giovani; un ringraziamento a tutti i partecipanti a questo piacevole incontro”

Recanati

Si riaccendono le luminarie favolose

I celebri versi della poesia piu' famosa di Giacomo Leopardi torneranno a risplendere in cielo per accogliere nel migliore dei modi i tanti ospiti e turisti che giungeranno in città nei prossimi giorni.

Le luminarie favolose, realizzate dall'amministrazione comunale di Recanati lo scorso mese di dicembre in omaggio al suo figlio piu' ilustre e al successo cinematografico ottenuto dal film di Mario Martone in programmazione in questi giorni nelle sale francesi, saranno accese da quest'oggi sino a domenica.

L'Infinito del grande poeta di Recanati, srotolato lungo il corso principale, accoglierà i numerosi ospiti attesi in città a partire dai 16 finalisti del Musicultura Festival che questa sera presenteranno i loro brani in anteprima nazionale al teatro Persiani in una grande serata che vedrà anche la partecipazione del cantautore Cristiano De Andrè.

Il gioco artistico di luci accompagnerà anche la visita dei tanti turisti che questo week end sceglieranno la città della poesia e del bel canto per trascorrere le festività del 25 aprile, e i numerosi motociclisti che domenica parteciperanno al 31esimo Motoraduno Città di Recanati organizzato dal locale Motoclub Franco Uncini.

Recanati

Il Vigile Amico è tornato nelle scuole dell'infanzia r

Tanti bambini coinvolti dalla scuola dell'infanzia di San Vito a quella di Montefiore, lezioni in classe e in piazza e numerosi argomenti trattati come il corretto utilizzo delle cinture a bordo e i numeri di emergenza. Torna anche quest'anno il progetto Vigile Amico fortemente voluto dall'amministrazione comunale di Recanati per educare i piu' piccoli al senso civico, a riconoscere i pericoli della strada e ad affrontare eventuali difficoltà. A coordinarlo sono il comandante della Polizia Locale Luigi Baldassarri e l'agente Simonetta Bravi, i dirigenti scolastici dei due Istituti Comprensivi Giuseppe Carestia e Mario Prezio e l'assessore alle culture e alla pubblica istruzione Rita Soccio. Vigile Amico torna dopo la positiva esperienza dello scorso anno coinvolgendo circa 100 bambini che frequentano l'ultimo anno della scuola dell'infanzia di Recanati. Le lezioni, svolte dagli agenti del comando di Polizia Locale che viene interamente coinvolto nell'iniziativa, hanno già preso il via nella scuola di San Vito ed entro giugno saranno interessate anche quelle di Castelnuovo, Montefiore, Camerano, Fonti San Lorenzo, Mariele Ventre e Villa Teresa. Previste due lezioni in classe ed una in piazza Giacomo Leopardi dove i piccoli alunni testeranno gli insegnamenti ricevuti sui banchi di scuola sui temi dell'educazione stradale, attraversamenti pedonali, semaforo, marciapiedi, uso delle cinture di sicurezza, mezzi di pronto soccorso e numeri d'emergenza come 112, 113, 115 e 118.

Il progetto, come avvenuto nello scorso anno, si concluderà nel palazzo comunale con una cerimonia alla presenza del Sindaco Francesco Fiordomo che consegnerà ai bambini il diploma di educazione stradale e del bravo pedone.

Civitanova

Volley: Latina fa il bis al Pala Civitanova (1-3), la stagione Lube si chiude nei quarti

i ferma nei quarti di finale la corsa scudetto della Cucine Lube Banca Marche. Nella decisiva Gara 3 andata in scena al Pala Civitanova la formazione allenata da Alberto Giuliani subisce la seconda sconfitta casalinga nella serie con l'ormai non più sorprendente Latina, che stavolta risulta fatale.

Con il 3-1 di stasera (22-25, 25-16, 15-25, 25-27) i pontini, trascinati da un super Starovic (MVP con 18 punti, 5 a muro), si qualificano per la semifinale con Modena (sabato Gara 1 in Emilia), mentre i biancorossi si scuciono dalle maglie, con largo anticipo rispetto all’ipotizzabile, il tricolore conquistato nella passata stagione battendo in finale Perugia.

Cala dunque definitivamente il sipario sulla stagione della Cucine Lube Banca Marche, segnata da tappe che hanno regalato ai biancorossi gioie e dolori. La vittoria della Del Monte Supercoppa 2014, arrivata ad ottobre battendo Piacenza al tie break, l’eliminazione dalla semifinale della Coppa Italia ad opera di Modena (2-3), poi l’uscita dalla Champions League con la doppia sconfitta nei Playoffs 12 contro i polacchi dello SKRA Belchatow, quindi il terzo posto nella Regular Season della SuperLega Unipolsai. Il resto è attualità.

La partita

Giuliani conferma la diagonale d’attacco Monopoli-Fei, la novità è invece l’inserimento nello starting six di Kovar, a formare la coppia di posto 4 con Parodi. Sulla sponda pontina Skrimov è regolarmente in campo (in diagonale con Urnaut), al centro confermato Daivs con Rossi, vista l’indisponibilità di Van De Voorde.

Il parziale d’apertura è tutto a favore degli ospiti, concreti al servizio e nel cambio palla, al cospetto di una formazione marchigiana che invece, nonostante 5 muri vincenti, sbaglia più del dovuto al servizio (7) e in attacco (5 errori diretti e 43% di efficacia), specie sulle bande. La Top Volley prende tre punti di vantaggio sul 13-10, sfruttando il buon turno in battuta di Skrimov e la risposta puntuale di Starovic nel contrattacco (5 punti col 57% per il serbo). Sul 20-16 per gli ospiti una beffa per i campioni d’Italia: Kovar si infortuna al ginocchio sinistro ed è costretto a lasciare anzitempo la gara, sostituito da Kurek. Latina chiuderà sul 25-22 con Urnaut.

Il secondo set registra tutt’altra partenza da parte della Cucine Lube Banca Marche, che alza il muro in avvio (3 vincenti, uno di Stankovic e due di fila per Kurek) portandosi addirittura sul 9-1. Blengini spende i suoi time out per cercare di tornare a far ragionare la sua squadra, che però continua a subire l’impatto di Podrascanin e compagni. Più efficaci dai nove metri, così come sotto rete, dove Monopoli stavolta può scegliere senza troppi patemi chi servire per la schiacciata: nel 56% di efficacia che si registra nel fondamentale, spiccano l’80% di Stankovic (5 punti), il 100% di Podrascanin (2) e il 62% di Fei (5 punti). Nel finale Giuliani cambia la diagonale d’attacco inserendo Ricardo-Sabbi, unitamente al giovane centrale Vitelli (per la regola degli stranieri) che avrà la soddisfazione di firmare il muro vincente del 26-16.

Botta e risposta tra Starovic e Sabbi all’inizio del terzo parziale. L’opposto della Top Volley, in serata di grazie sia al servizio che da posto 2, trascina i suoi fino all’11-4. Dall’altra parte, l’ingresso di Sabbi per Fei aiuta i biancorossi a risalire fino al 7-11, proprio con l’opposto azzurro sulla linea dei nove metri. Set riaperto, anzi no. Perché Latina, generosissima in difesa, continua a sfoderare il suo gioco tutto concretezza in ogni fondamentale (Starovic e Skrimov ancora protagonisti), che mette in estrema difficoltà i campioni d’Italia. Tornati a balbettare (e sbagliare) in attacco. Anche quando Giuliani mette nuovamente sul tavolo la carta Ricardo. Il 25-15 con cui il sestetto di Blengini (61% in attacco contro il 39% Lube, 3-1 nei muri) si porta sul 2-1 vale più di ogni altra considerazione.

E il quarto set, emozionante, ha il medesimo esito quello precedente: un muro di Starovic su Kurek e il successivo contrattacco di Skrimov regalano ai laziali il break sull’11-8, quindi l’attacco out di Parodi (16-12) e un ace di Skrimov (19-22) che sembrano già regalare ai pontini verso la loro seconda semifinale della storia. La battuta di Sabbi (un ace che spezza i 10 errori dai nove metri nel set, ben 23 nella partita) illude con la parità a quota 23, che fa tornare la speranza ai 3500 del PalaCivitanova. Ma al terzo set point pontino il muro di Rossi su Sabbi azzittisce tutti.

VIDEO CHECK

1° SET

22-24 (attacco Urnaut): Video check richiesto da Treia per verifica in-out. Decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Latina (22-25).

2° SET

1-0 (attacco Skrimov): Video check richiesto da Latina per verifica invasione a rete. Decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Treia (2-0).

3° SET

6-11 (attacco Skrimov): Video check richiesto da Treia per verifica in-out. Decisione arbitrale invertita, punto assegnato a Treia (7-11).

9-13 (attacco Kurek): Video check richiesto da Treia per verifica invasione a rete. Decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Latina (9-14).

9-15 (attacco Sabbi): Video check richiesto da Treia per verifica invasione a rete. Decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Latina (9-16).

4° SET

1-4 (attacco Starovic): Video check richiesto da Latina per verifica invasione a rete. Decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Treia (2-4).

10-13 (attacco Skrimov): Video check richiesto da Latina per verifica in-out. Decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Treia (11-13).

25-26 (muro Rossi): Video check richiesto da Treia per verifica invasione a rete. Decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Latina (25-27).

Il tabellino

CUCINE LUBE BANCA MARCHE: Fei 12, Henno (L1), Parodi 7, Paparoni (L2), Vitelli 2, Stankovic 13, Kovar 3, Sabbi 6, Monopoli 1, Shumov n.e., Ricardo 1, Kurek 12, Podrascanin 10. All. Giuliani.

TOP VOLLEY: Manià (L1), Rauwerdink 3 , Sottile 1, Ferenciac, Skrimov 12, Pellegrino n.e., Tailli, Caputo n.e., Davis 5, Rossi 7, Starovic 18, Urnaut 7. All. Blengini.

ARBITRI: Bartolini (TN) – Gnani (FE).

PARZIALI: 22-25 (27’), 25-16 (24’), 15-25 (25’), 25-27 (33’).

NOTE: Spettatori 3480, incasso 16100 Euro. Lube bs 23, ace 2, muri 13, errori 10, ricezione 54% (29% prf), attacco 46%. Latina bs 10, ace 3, muri 10, errori 8, ricezione 48% (37% prf), attacco 43%.

Camerino

XII Torneo della Marca: gli Arcieri in gara il 17 Maggio

Gli Arcieri de Varano organizzano il XII Torneo della Marca che si svolgerà a Camerino 17 Maggio 2015.

Patrocinata dalla FITAST e in collaborazione con la Corsa alla Spada e Palio, la manifestazione vede l'A.S.D. Arcieri de Varano organizzatori della dodicesima edizione di un torneo che nasce nel 2004 e al quale possono partecipare tutte le compagnie marchigiane di arco storico, foggia storica e tradizionale.

Gli arcieri, nella mattinata, si daranno battaglia tra gli splendidi e pittoreschi vicoli della viva città ducale di Camerino e si confronteranno con bersagli ideati e realizzati dagli stessi arcieri de Varano, per poi arrivare, nel pomeriggio, alla finale in Piazza Cavour, dove i migliori quattro arcieri di ogni compagnia partecipante si sfideranno per aggiudicarsi il "drappo" del torneo che rimarrà alla città vincitrice fino al successivo anno e alla successiva gara.

Allo spirito gioiosamente competitivo degli atleti, faranno da cornice le atmosfere suggestive dei festeggiamenti al patrono di Camerino, San Venanzio, con le sue rievocazioni storiche, la corsa alla Spada e Palio, religiose e goliardiche (leggi l'articolo). Gli ospiti infatti, se lo gradiranno, potranno assistere la stessa sera all' "Offerta dei Ceri", suggestiva cerimonia in notturna caratterizzata da un suntuoso corteo di personaggi storico-religiosi accompagnati da suoni medioevali che terminerà con il tradizionale "focaraccio", o trascorrere il tempo tra le osterie e i brindisi dei terzieri Muralto Di Mezzo Sossanta, tra i mercatini e la musica di intrattenimento lungo le vie della città.

Partecipare sarebbe come fare un tuffo nel passato; un evento a cui non si può rinunciare!

Programma

- Ore 08:00: ritrovo arcieri presso Quadriportico del Palazzo Ducale adiacente a Piazza Cavour

- Ore 08:30: accreditamento e perfezionamento delle iscrizioni (versamento quote)

- Ore 9:00: Appello e divisione degli arcieri in gruppi (i gruppi saranno formati da arcieri della stessa compagnia, in caso siano numerose verranno suddivise in più gruppi)

- Ore 9:15: inizio gara di qualificazione - Ore 13:00: Pranzo presso le taverne dei tre Terzieri di Camerino (pranzo dedicato esclusivamente agli arcieri e ai loro accompagnatori)

- Ore 14:30: Ritrovo degli arcieri e dei figuranti presso la Taverna dell’armigero in Santa Maria in Via

- Ore 15:00: Corteo fino a Piazza Cavour e schieramento

- Ore 15:30: Finale

Al termine della gara

- Saluto delle autorità

- Premiazioni

Morrovalle

Istituzione della sezione ANPI, costituito il comitato promotore

Si è costituito a Morrovalle in giorni recenti un comitato promotore per l’istituzione di una sezione Anpi (Associazione Nazionale Partigiani d’Italia).

Promotrici del comitato, tutto al femminile, sono Caterina Paparello, Monia Cardinali, Federica Franceschetti, Valentina Cilenti, Rosita Platinetti e Nicoletta Vitali, le quali hanno già preso contatti con il Presidente provinciale, Lorenzo Marconi, al fine di conoscere ed assolvere ai primi adempimenti formali, desiderose di instaurare fin da subito una fattiva collaborazione con il direttivo provinciale e le sedi limitrofe.

La ricorrenza del settantesimo anniversario del 25 Aprile è sembrata momento ideale per dare risalto ed evidenza all'iniziativa, che si prefigge di mantenere viva la memoria, promuovendo, in collaborazione con i vari Istituti di Ricerca, fra i quali l'ISREC di Macerata, studi sul ruolo della Resistenza nella storia del ‘900.

Le promotrici invitano pertanto quanti interessati all'iniziativa a condividere tale impegno culturale, affinché i principi ispiratori della guerra di Liberazione siano riconosciuti quali elementi essenziali nella formazione delle future generazioni, nella piena attuazione dei principi costituenti e della Costituzione.

Si anticipa infine che fra le prime manifestazioni indette per avviare il tesseramento è prevista, alla fine del mese di Maggio, la presentazione del libro I matti del duce: manicomi e repressione politica nell'Italia fascista di Matteo Petracci, edito da Donzelli nel 2014.

Il comitato per l’istituzione di una Sezione Anpi a Morrovalle


Ancona

Agcom diffida Telecom Italia

L'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni, nel Consiglio del 20 aprile scorso, ha approvato, su proposta del relatore, Antonio Nicita, un provvedimento relativo alle nuove condizioni contrattuali ed economiche su cui Telecom Italia si accinge a spostare la propria clientela residenziale di rete fissa.

A seguito delle attività di verifica della manovra proposta da Telecom Italia svolte in questi mesi, l'Autorità ha riscontrato alcune criticità in relazione a due profili di tutela previsti dalla normativa: l'esaustiva e trasparente informazione resa alla clientela, anche al fine di garantire un corretto esercizio del diritto di recesso; la tutela del diritto di scelta per gli utenti che utilizzano il cosiddetto servizio universale, in sostanza quei clienti che hanno attivo il servizio di connessione alla rete di comunicazione pubblica in postazione fissa (accesso alla linea RTG) e che non hanno attivato in passato offerte tariffarie aggiuntive rispetto a tale servizio.

Il richiamo alla maggiore trasparenza e ampiezza dell'informazione è un principio, generale e di estrema importanza per l'Autorità, di tutela dei consumatori, da rispettare in caso di proposta di modifica delle offerte commerciali. Inoltre, la tutela di quei consumatori che dalla connessione alla linea RTG (servizio universale) passerebbero all'offerta "Tutto Voce" ha portato l'Autorità a rilevare l'assenza di un espresso consenso da parte del consumatore, elemento ritenuto critico anche per gli effetti sui livelli di spesa mensile derivanti dal passaggio ad un servizio ulteriore rispetto al servizio base di collegamento alla rete.

Per questi motivi è stato adottato un provvedimento di diffida verso la società Telecom Italia al rispetto degli articoli 53, 54, 70 e 71 del Codice delle comunicazioni elettroniche.

Il presidente dell'Agcom Angelo Marcello Cardani, intervistato da un quotidiano ha da parte sua dichiarato che "esiste una grossa manovra tariffaria di Telecom che ha tutta una serie di punti apprezzabili e sui quali non intendiamo fare alcun rilievo. Tuttavia ci sono alcuni aspetti che non possiamo approvare e che derivano dal fatto che Telecom ha la concessione del servizio universale che porta vantaggi ma anche degli obblighi".

L'Adiconsum chiede invece ad Agcom l'apertura di un tavolo congiunto Associazioni Consumatori e Telecom sulla manovra tariffaria annunciata dall'operatore dopo lo stop impresso dall'Authority. A parte le modalità del passaggio alla nuova tariffa Adiconsum chiede che il tavolo congiunto possa "monitorare come avverranno le adesioni dei consumatori; privilegiare la conciliazione per la risoluzione di eventuali contenziosi; prevedere tempi maggiori per la decisione del consumatore a partire dall'invio della bolletta del nuovo contratto e non dalla comunicazione".

Ancona

Marche, regione degli indebitati

Secondo i dati del Codacons le famiglie residenti nelle Marche hanno accumulato 990 milioni di debiti. Mentre oltre 180 mila marchigiani non riescono più a pagare le bollette di luce, acqua e gas. I nuovi effetti della crisi sulle famiglie marchigiane

Continua a peggiorare nelle Marche la situazione economica delle famiglie che vedono “nero” anche per il futuro. E se i dati forniti dal Codacons evidenziano come ormai i debiti accumulati dai cittadini marchigiani hanno ormai raggiunto livelli record, un’indagine condotta dalla Coldiretti evidenzia come 6 famiglie su 10 nelle Marche valutano negativamente la propria condizione economica e sono pessimiste per il futuro.

Secondo le elaborazioni del Codacons , le famiglie residenti nelle Marche hanno accumulato ad oggi debiti per complessivi 990 milioni di euro; praticamente ogni singolo residente, neonati compresi, risulta debitore per un importo medio di 660 euro. Si tratta di mancati pagamenti relativi a rate di prestiti, di mutui, di acquisto di beni di largo consumo, scoperti di conti bancari, carte di credito revolving, leasing, ma anche di bollette per le utenze domestiche non saldate, cui si aggiungono debiti commerciali di varia natura. Solo per le bollette di luce, gas, acqua e telefonia, sempre secondo il Codacons, 185 mila cittadini residenti in regione risultano ad oggi morosi.

Più in generale sono decine di migliaia le famiglie marchigiane costrette a fare i "salti mortali" per pagare i debiti contratti con banche e finanziarie per saldare bollette, rate del mutuo della casa, dell'auto, dei mobili e di altri tipi acquisti effettuati quando non si conosceva la gravità della crisi. Debiti su debiti che un numero sempre più crescente di famiglie non riesce più a pagare. Secondo la Centrale rischi finanziari su circa 100 mila famiglie marchigiane indebitate (una su cinque), ogni giorno una ventina smette di pagare le bollette o di rimborsare le rate del mutuo.

Ad essere maggiormente in difficoltà sono i nuclei familiari con tre o più componenti, le coppie con un figlio, le famiglie con all'interno una persona di riferimento con età compresa trai 55 e i 64 anni. Ma il dato più che preoccupante è che una famiglia marchigiana su 5 vive sulla soglia della povertà. Tradotto in cifre significa che nelle Marche ci sono circa 120 mila famiglie che non possono essere definite povere solo perché le loro risorse finanziarie superano di poco (non più di 50 euro) la soglia stabilita per rientrare nella categoria di "emergenza". Si tratta di famiglie che, pur avendo un lavoro e un reddito sicuro, arrivano con difficoltà alla fine del mese e sono costrette ad indebitarsi anche solo per pagare le bollette o altre spese indispensabili. Un dato che, in realtà, non stupisce più di tanto, almeno questo giornale che da tempo evidenzia il costante aumento delle famiglie in difficoltà. D'altra parte ormai da diversi anni le associazioni regionali dei consumatori evidenziano la costante crescita del numero delle famiglie costrette ad indebitarsi per sopravvivere.

E proprio questo indebitarsi per ogni genere di spesa è significativo e avrebbe dovuto far riflettere. Fino a pochi anni fa, infatti, ci si impegnava con le banche solo per acquistare la casa. Ora, invece, ci si indebita e si rateizza tutto: l'acquisto di auto, elettrodomestici, mobili, computer e persino abiti, libri scolastici e generi alimentari. Secondo il centro rischi finanziari, nel 2002 i passivi delle famiglie marchigiane erano il 31% del reddito disponibile, mentre oggi si attestano intorno al 60%. Questo significa che, mentre nel 2002 su 1.000 euro guadagnati 310 finivano alle banche (o alle finanziarie) per pagare i debiti, oggi ne occorrono 600. E di pari passo con l'indebitamento cresce anche l'insicurezza delle famiglie marchigiane, con la preoccupazione di non essere in grado di far fronte ad eventi negativi come l'improvvisa malattia di un familiare, il conto del dentista del proprio figlio, l'improvvisa instabilità del lavoro o anche solamente gli oneri finanziari sempre maggiori (mutui a tasso variabile).

Secondo la Centrale rischi finanziari solo nell’ultimo anno sono state oltre 10 mila le famiglie marchigiane che, a fronte di uno di questi "eventi negativi", ha smesso di pagare bollette o rate. Per qualche mese si tira avanti con i rinvii, poi luce bollette e gas bussano alla porta sotto forma di ingiunzioni, ipoteche, sequestri. Così sempre più spesso le famiglie sono costrette a fare altri debiti, con nuove rate, solo per pagare i debiti precedenti. I più smaliziati, quando possono, ricorrono a disperati espedienti, come ad esempio quello di cambiare il gestore di luce e gas. In pratica per evitare il salasso invernale lasciano il buco ed emigrano verso altre società. Non è un caso che lo stesso garante per l'energia, vista la situazione, sta lavorando per un decreto specifico. Altro termometro della situazione è il boom di rateizzazioni per le tasse che, secondo Equitalia, nelle Marche ha fatto registrare un incremento di circa l'80%. C'è, poi, la clamorosa imperniata di persone e famiglie in difficoltà che si rivolgono ai centri Caritas. Secondo il rapporto diocesano sulle povertà sono aumentati dell'84% i passaggi e del 44% le nuove schede presso i centri regionali della Caritas. Oltre al notevole incremento di "nuovi poveri", il rapporto evidenzia il cronicizzarsi delle situazioni già conosciute dai volontari dei vari centri. E se è vero che gli utenti con cittadinanza straniera sono la maggioranza, si è però verificato un aumento vertiginoso dell'utenza (+86%), anche italiana.

Sono le donne a recarsi maggiormente presso i Centri di ascolto, in particolare giovani madri che si fanno portavoce dei bisogni della famiglia: il 7% ha fino a 25 anni, mentre una quota del 43% si colloca nella fascia di età immediatamente successiva (25-35 anni). Le richieste prevalenti sono, anche qui, quelle legate alla richiesta di lavoro sulle quali nel 2009, a differenza del 2008, si è riusciti a fare interventi solo per il 4,5%: è evidente la difficoltà da una parte di disponibilità di lavoro, dall'altra quella di ricollocare nel mercato persone dell'alta fascia di età produttiva (45-55 anni). Da rilevare, infine, che se in passato povertà e marginalità sociale si trovavano spesso a coincidere, negli ultimi anni la fragilità economica sta interessando in modo trasversale le diverse componenti della popolazione.

Ancona

Impianti termici, approvata legge regionale

Una vittoria per i 1.780 impiantisti termici della nostra regione con oltre 6.000 addetti, conquistata grazie al pressing congiunto di Cna e Confartigianato Marche. Le Associazioni artigiane esprimono grande soddisfazione per l’approvazione della nuova legge regionale in materia di esercizio e controllo degli impianti termini degli edifici, che va a colmare un vuoto legislativo e assicura alla categoria una normativa di riferimento, necessaria per dare chiarezza alle imprese e soprattutto agli utenti.

La normativa, nel recepire le indicazioni provenienti in sede europea e nazionale, riordina le attività di esercizio, conduzione, controllo, manutenzione ed ispezione degli impianti termici degli edifici pubblici e privati, fissa requisiti minimi di efficienza energetica rispetto allo standard iniziale, istituisce un catasto territoriale degli impianti, accessibile a tutti i soggetti interessati, promuove campagne di informazione e sensibilizzazione dei cittadini e di formazione ed aggiornamento nei confronti dei soggetti manutentori, ai quali spetterà anche un fondamentale ruolo di servizio e consulenza rispetto all’utenza.

La Legge appena approvata era attesa da mesi vista la scadenza del biennio 2013-2014 in tema di regolamentazione delle manutenzioni degli impianti termici e l’avvento del nuovo dispositivo nazionale. Confartigianato e Cna Marche hanno collaborato per la stesura e la condivisione del testo e delle modifiche, coinvolto gli imprenditori fino all’approvazione della legge.

Un percorso unitario condiviso con la Regione per raggiungere uno degli obiettivi più importanti ossia la sicurezza degli impianti che si ha con il rispetto delle istruzioni relative al controllo periodico degli impianti.

Macerata

Prefettura: disciplina della comunicazione politica in campagna elettorale

Dalla data di convocazione dei comizi elettorali e per tutto l'arco della campagna elettorale, si applicano le disposizioni della legge 22 febbraio 2000, n. 28 in materia di parità di accesso ai mezzi d'informazione e di comunicazione politica. Nella Gazzetta Ufficiale n. 88 del 16 aprile 2015 sono stati pubblicati sia i due distinti provvedimenti in data 14 aprile 2015 della Commissione parlamentare per l'indirizzo generale e la vigilanza dei servizi radiotelevisivi, sia le due distinte delibere in data 15 aprile 2015 dell'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni, recanti disposizioni di attuazione della disciplina in materia di comunicazione politica e di parità di accesso ai mezzi d'informazione relative alla campagna per le elezioni del Presidente della Giunta regionale e del Consiglio regionale , e per le elezioni amministrative indette per il mese di maggio prossimo.

Recanati

Un 72enne muore sul campo di bocce

Viene colpito da infarto appena lanciato una boccia. E' morto così ieri pomeriggio, verso le 17,30, al campo di bocce di via Gioco del Pallone, Vittorio Bagaloni, 72 anni, residente a Recanati in via Loreto 35. L'anziano, prima di iniziare la partita, aveva accusato difficoltà respiratorie. I compagni di gioco hanno immediatamente chiamato il 118. Quando i sanitari sono giunti sul posto hanno solo potuto constatare il decesso dell'uomo per arresto cardiocircolatorio. Sono accorsi anche i carabinieri per i rilievi di legge.

Ancona

Aerdorica, stipendio 8mila euro a ex dg a processo

Stipendio fisso mensile di 8mila euro netti, più 90mila euro di premi subordinati al raggiungimento di determinati obiettivi. Tale era la retribuzione elargita nel triennio 2007-2009 a Marco Morriale, ex dg di Aerdorica. Lo ha dichiarato in aula, nel processo che si svolge ad Ancona, il consulente del lavoro della società che vede Morriale imputato di peculato e truffa, accuse da lui sempre respinte, sostenendo la legittimità delle spese. Imputato sarà sentito l'11 giugno.

Ancona

Candia: condannata la donna che picchiò e rapinò la tabaccaia

S. F. è stata condannata a un 1 anno e 6 mesi per il reato di rapina aggravata. Sconterà la sua pena agli arresti domiciliari, restrizione già inflittale dopo il fatto, avvenuto lo scorso 25 marzo, dal giudice per direttissima. S.F. entrò nella tabaccheria di Candia, picchiò e rapinò di 125 euro Donatella Carosi. Subito dopo l’imputata si era difesa dalle accuse dicendo che ci era andata perché non lavorava da tempo

Ancona

Le donne alla storia. La storia alle donne

A Palazzo delle Marche il libro su Elisabetta Malatesta Varano restituisce la storia alle donne. L’opera, di Clara Schiavoni rientra nel ciclo di presentazione di opere, scritte da autrici marchigiane, che la Commissione regionale per le Pari opportunità tra uomo e donna propone al grande pubblico.

Un’ennesima perla nel percorso intrapreso dalla Commissione regionale Pari opportunità nel presentare e valorizzare le opere delle scrittrici marchigiane. Elisabetta da Varano è una donna che può appartenere a qualsiasi epoca perché rappresenta la volontà di andare oltre gli steccati quando le finalità e gli obiettivi da raggiungere non sono per se stesse ma per le persone che ci sono più vicine come i nostri figli.” Così Adriana Celestini, Presidente della Commissione regionale per le Pari opportunità tra uomo e donna, ha avviato oggi (23 aprile) l’evento di presentazione del libro di Clara Schiavoni: “ Sono tornata”.

Un romanzo storico che illustra la figura e le vicende di una nobildonna marchigiana, appunto Elisabetta Malatesta Varano che ha fatto parlare molto di se nella nostra regione come membro di una importante famiglia segnata da un destino crudele. Una donna che in momento storico molto difficile, com’era il XVI secolo è riuscita a far prevalere la sua volontà di madre e il suo attaccamento al territorio sugli intrighi e sulla politica del tempo.

Clara Schiavoni ha letto alcuni brani del libro che ruota attorno alla figura di Elisabetta Malatesta Varano, la cui vita riesce ancora oggi a sedurre il lettore e lo storico per la mancanza di documenti, soffermandosi sugli aspetti caratteriali tipici di una donna intraprendente di oggi che non ha paura di mettersi in gioco per raggiungere il bene dei suoi cari.

Questa pagina è ottimizzata per i dispositivi mobili
contatore visite