Home page

Il Castellaccio è situato a metà strada tra Roccaraso e Pietransieri, sua frazione, in un posto incantevole, territorio del Comune di Rivisondoli, tra il Parco della Majella e quello Nazionale d’Abruzzo a m. 1350 s.l.m., a confine con il Regio Tratturo Celano-Foggia. Si tratta di una piccola azienda a gestione familiare che nasce dal desiderio di riscoprire l’amore verso la natura, la vita contadina ed i sapori e gli odori genuini dei prodotti della terra.

L’avventura comincia a fine anni novanta, tutto nasce dal desiderio di valorizzare il territorio circostante l’agriturismo con delle escursioni a cavallo, solo successivamente, ad esso si affianca quello di poter far assaporare la cucina tipica delle zone di montagna dell’Abruzzo aquilano. Insieme ad i cavalli in azienda sono presenti, nel rispetto della tradizione pastorale abruzzese pecore e capre.

COSA OFFRE

La riscoperta della cucina abruzzese è stata nel tempo rivalutata, la possibilità di stupire gli ospiti presenti in azienda avviene riscoprendo i tipici sapori, le ricette più semplici che puntano tutto sulla freschezza dei frutti della terra. La volontà di tutti in famiglia è stata quella di tornare ad amare il lavoro che da sempre ha rappresentato il sostentamento dei propri nonni, da qui, al riscoprirsi imprenditori agricoli il passo è stato breve, si torna a seminare la solina, le patate, ad allevare le galline il cui frutto è indispensabile per la preparazione della pasta, degli gnocchi, dei dolci che rappresentano il punto di forza della gastronomia in azienda. Le verdure ed i legumi della montagna abruzzese entrano nella preparazione di saporite zuppe e frittate. Come in tutte le terre di forte tradizione pastorale, la carne ha avuto un ruolo importantissimo nella gastronomia dell’Abruzzo, la produzione di agnello rigorosamente preparato alla brace; la lavorazione del maiale da sempre fatta in famiglia, la preparazione di ottimi prosciutti e di una larga varietà di insaccati,le salsicce, le saporite salsicce di fegato, la coppa, il capicollo, il filetto, le soppressate. Marmellate, dolci e liquori non sono mai mancati nella nostra casa ed allora perché non farle assaporare a chi decide di condividere con noi momenti della propria vita?
La raccolta di frutta sarà, ora che in azienda è stato impiantato un frutteto, un momento più particolare, è come se si fosse coronato un sogno; in estate alla raccolta dei frutti di bosco si accompagnerà quella di ciliegie ed amarene con cui preparare ratafie, mentre, in autunno, quella di mele, pere, susine verranno utilizzate nella preparazione di ottime marmellate. Nella nostra azienda si è totalmente immersi nella natura, regnano la pace ed il silenzio, la mente vola ai versi del D’Annunzio, alle vestigia degli antichi padri che percorrevano il Tratturo nei periodi di transumanza ed al ricordo, impossibile da dimenticare, di quando piccoli, insieme ai nostri genitori, nei mesi estivi, si trascorreva parte delle giornate a guardare i pastori pugliesi che stazzavano accanto alla sorgente del Castellaccio mentre preparavano formaggi e ricotte seguendo la loro antica tradizione. Il sentiero del Sole, il cui nome deriva dalla totale esposizione alla luce solare in tutte le ore del giorno, si snoda in prossimità dell’azienda ed offre agli amanti della natura un percorso che, tra faggeti e querceti, tra bovini al pascolo, cavalli sparsi e greggi di ovini attraversa uno dei rami dell’antico tratturo, con una varietà di scorci ed angoli straordinari. Per chi ama le passeggiate a cavallo e per chi comunque vuole evitare di camminare, Christian, offre la possibilità di poter ammirare il paesaggio, i suoi sentieri, coinvolgendo i cavalieri in un momento magico, ricordando loro il  rispetto per gli equilibri della natura. In fondo, tutto nasce così…Christian una volta ritiratosi dal mondo dello sport si ritrova a fare una scelta di vita e lavorativa con un’unica possibilità di sbocco, quella di restare a stretto contatto con l’ambiente nel rispetto di principi che da sempre la famiglia ha fatto suoi…primo fra tutti l’amore per la vita di campagna. L’avvicinarsi al mondo equestre, l’acquisto del primo cavallo, il prendere coscienza che montare a cavallo è educativo sotto il profilo ecologico, è scuola di coraggio e di autosufficienza, il voler trasmettere e condividere la sua esperienza, han fatto si che lui pensasse a trasformare la propria azienda in una vera e propria fattoria didattica; l’insegnamento al fine di trasmettere le proprie sensazioni, le proprie emozioni. Per chi si avvicina al mondo equestre c’è la possibilità di conoscere il cavallo, potersi avvicinare a lui e stabilire un contatto, per chi è meno temerario l’alternativa è il trekking…percorsi nella natura alla scoperta dei meravigliosi scorci di cui madre natura ci ha fatto dono.

UNA GIORNATA TRASCORSA IN AZIENDA

Una giornata tipo da trascorrere al Castellaccio? Un buon libro da leggere all’ombra, una passeggiata sul carretto trainato dal pony, possibilità per i bimbi di giocare nel prato, lezioni di equitazione, possibilità di stare vicino alle caprette tibetane e alle pecorelle, di dar loro da mangiare e rincorrerle nel prato. Respirare l’aria pura, ascoltare i suoni della natura, rimanere incantati ammirando il paesaggio che sboccia a primavera e che torna ad addormentarsi in autunno. A chi volesse venire da noi per assaporare i nostri piatti resterà il ricordo di un pasto all’insegna degli antichi sapori. Perché passare una giornata al Castellaccio? Per ritemprarsi il corpo e la mente, per immergersi in un’oasi incantata dove la serenità è garantita dall’atmosfera familiare.




Pagine secondarie (2): Eventi Galleria fotografica