Una questione di sentimenti

pubblicato 23 mar 2016, 11:39 da Quattro Zampe

Nelle pratiche di adozione di un cane, a volte si incontrano difficoltà nel dare corretta applicazione alla norma che ne tutela il benessere psicofisico. Tutti noi siamo convinti di avere ben chiaro il concetto di benessere rivolto ai nostri animali, ma si tratta di interpretazioni soggettive basate su esperienze spesso molto personali: difficilmente si fa ricorso alla conoscenza scientifica. Si tratta di concetti che faticano a diffondersi, ma anche gli animali hanno sentimenti (qualcuno si è spinto più in là affermando che hanno un’anima, seppure mortale). Teologia a parte, non possiamo ignorare le loro necessità etologiche, oggi sufficientemente note, per trarne un quadro comportamentale definito. Restringendo il campo di applicazione possiamo certamente affermare che i nostri animali hanno necessità di una vita di relazione nei confronti dell’uomo, ma anche nei confronti di altri animali. Ci sono molte persone che amano certamente i loro cani, si preoccupano di fornire loro le migliori cure veterinarie, cibo di qualità, un buon ricovero, ma non dedicano alcuna attenzione alle loro necessità affettive: non hanno accesso a molti luoghi della dimora, non frequentano regolarmente altri animali fuori dal loro contesto domestico, non frequentano quasi mai ambienti diversi dal luogo di detenzione. Vivono in una sorta di segregazione dorata: una specie di harem. Questi cani a volte tendono alla fuga (il cane che scappa frequentemente); in altri casi sviluppano stereotipie che possono arrivare fino all’autolesionismo, oppure manifestano aggressività anche nei confronti del proprietario. Tutte espressioni di un malessere spesso ignorato o sottovalutato. Prevenire situazioni di rischio sanitario (aggressioni) è un dovere sociale; assicurare una corretta vita di relazione al vostro cane è un dovere morale. Cominciamo a chiederci se il nostro è un cane veramente felice: se abbiamo dei dubbi rivolgiamoci ad un educatore cinofilo: anche la nostra vita di relazione migliorerà certamente.

Comments