Rassegna Stampa

Benvenuti nella pagina della rassegna stampa !  Tutti gli articoli più vecchi possono essere letti dal nostro archivio.  

20anni Insieme !!!.. Parte 2°.. La Festa.

pubblicato 16 ott 2017, 06:15 da Quattro Zampe

Che dire.. è stata una gran bella Festa per il traguardo raggiunto dei nostri 20anni, un grosso ringraziamento a tutti i partecipanti..


20anni insieme !!!.. parte 2°..

pubblicato 16 ott 2017, 05:17 da Quattro Zampe

Che dire.. è stata una gran bella Festa per il traguardo raggiunto dei nostri 20anni, un grosso ringraziamento a tutti i partecipanti..

I nostri 20anni insieme !!!...

pubblicato 17 set 2017, 03:23 da Quattro Zampe


Domenica 10/09/'17..

pubblicato 17 set 2017, 03:09 da Quattro Zampe   [ aggiornato in data 17 set 2017, 03:18 ]

Alla Festa dell'Uva di Gattinara domenica scorsa non potevamo mancare !!.. Sacchetti e bottiglietta, sono
stati dei cagnolini da passeggio modello.... e sarebbero dei cagnolini da casa eccezionali !!!!...



I nostri primi vent’anni..

pubblicato 25 feb 2017, 10:29 da Quattro Zampe   [ aggiornato in data 25 feb 2017, 10:35 ]

Vent’anni or sono, al termine di una concitata riunione cui l’ENPA aveva invitato la popolazione sensibile al problema randagismo, alcune persone di buona volontà ponevano le basi di un nuovo sodalizio. Era l’epoca in cui il comune di Borgosesia, Sindaco Corrado Rotti, si era proposto quale capofila di un consorzio di comuni che avrebbero dovuto costruire il canile sanitario. La situazione era drammatica, l’unica struttura di accoglienza in valle, il canile di Gattinara, era al collasso. A sei anni dalla promulgazione della legge quadro e a quattro dalla Legge Regionale che obbligava i comuni a dotarsi di un servizio di cattura e custodia dei cani vaganti, il solo comune di Gattinara aveva una regolare convenzione con un canile sanitario autorizzato. Tutte le speranze erano riposte nel comune di Borgosesia, benché il progetto predisposto e l’area prescelta per la realizzazione destasse non poche perplessità, non rimaneva altra scelta che appoggiare con tutte le nostre energie il progetto Rotti. La storia ci racconta quanto le nostre speranze fossero mal riposte, ma l’obiettivo aveva convogliato un gran numero di persone intorno a un progetto concreto che il 13 settembre 1997 portò 13 persone a sottoscrivere l’atto costitutivo di Quattro zampe nel cuore proprio a Borgosesia. Entro la fine dell’anno ben 90 persone avevano sottoscritto la tessera e, a marzo dell’anno successivo, la prima Assemblea dei soci, approvava lo statuto e eleggeva il Consiglio di presidenza, l’organo amministrativo. Neppure il tempo di rifiatare che arriva la classica doccia fredda: il 28 ottobre ’98, in Consiglio comunale Rotti dichiarava che il canile non si sarebbe più fatto. Il pretesto era il ritardo con cui la Comunità Montana aveva aderito al Consorzio. Ironia della sorte proprio la stessa sera il Consiglio della Comunità aveva approvato l’adesione e quindi la realizzazione del progetto. Scatta così la ricerca spasmodica di una soluzione alternativa, ma di questo vi racconterò la prossima settimana.

Cronaca di una magnifica impresa..

pubblicato 11 feb 2017, 12:26 da Quattro Zampe

Se Sic é di nuovo al caldo e al sicuro di una casa, é merito di persone stupende e di un cane fantastico.

A fine gennaio Sic, il nostro segugio tutto gambe e orecchie, finalmente ha trovato una meravigliosa famiglia che lo ha scelto e ha deciso di dargli una possibilità, consapevole che per le prime settimane sarebbe stata necessaria qualche precauzione in più. Ma una sera non é bastato! Sic è riuscito a sfilarsi dalla pettorina e uscire dal cancello benché chiuso, dandosi alla fuga. Sic è un cucciolone buonissimo e tanto spaventato, che grazie a facebook ci è stato ripetutamente segnalato non lontano dalla sua nuova casa. Mercoledì scorso Cristina e Stefania hanno seguito le segnalazioni che davano Sic in una precisa zona tra Boca e Cavallirio, avvistato grazie alla loro pazienza e tenacia, hanno chiamato in canile e, mantenendolo sempre a vista, hanno aspettato che arrivasse il vero protagonista del miracolo: FIDO! Fido é stato il compagno di box di Sic quasi dal suo arrivo; é un cane determinato e saggio, un vero punto di riferimento per un segugino timido e spaventato! Dopo un po' di ricerche Sic si é finalmente accorto della presenza del suo amico e ha iniziato ad avvicinarsi. Guaiva teneramente, attirato dal legame con Fido ma allo stesso tempo indeciso e spaventato all'idea di avvicinarsi agli esseri umani che lo accompagnavano. Questa scena é durata diversi minuti:  Sic si avvicinava sempre di più fino a farsi toccare, fino a cercare il contatto. Quando è arrivato a distanza di un braccio, si é accucciato e si è fatto prendere in braccio dall’operatore. Dopo tre giorni e tre notti di paura e corse senza sosta, Sic é stato messo in braccio nella macchina del suo padrone e lì si é addormentato, esausto. Questa famiglia stupenda ha continuato a cercarlo in quei giorni di ansia e lo ha riportato a casa nonostante lo spavento, certi che un'avventura così sarà l'inizio di un legame speciale. Un grazie speciale va anche alla vigilessa di Boca che si é prodigata durante tutte le ore della ricerca. Un pensiero a Fido, che si é guadagnato ulteriormente la nostra stima e affetto...ma che purtroppo è ritornato in canile. E infine un abbraccio speciale a Stefania e Cristina, nostre volontarie, nostre amiche, che hanno sperato, cercato e trovato, che hanno reso possibile questo lieto fine.  Ancora una volta hanno dimostrato cosa significa fare volontariato in canile: Grandi ansie, grandi gioie, grandi emozioni e grandi cuori.


Lettera Di Natale 2016 !!...

pubblicato 18 dic 2016, 03:09 da Quattro Zampe   [ aggiornato in data 18 dic 2016, 03:19 ]

CARI AMICI ED AMICHE,

che da anni ci seguite con affetto ed entusiasmo sempre crescenti, anche questo Natale siamo qui a tirare le somme. Il 2016 è stato veramente tragico per quanto riguarda l’incremento dei cani entranti. Tra abbandoni, maltrattamenti e casi disperati, mai come quest’anno ci siamo trovati a dover affrontare una vera emergenza!.. I box sono pieni  ma gli affidi sempre numerosi, nonostante la profonda crisi economica, per la quale, anche le spese da sostenere per un animale da compagnia diventano indice di preoccupazione ed incertezza. Vogliamo credere che ciò non valga altrettanto per i buoni sentimenti e la generosità di cuore:  L’AMORE NON COSTA NULLA!.. 

In tutto questo, fervono i preparativi per festeggiare i nostri primi 20 anni !!.. Nel lontano 1997 infatti, cominciavamo la nostra battaglia contro il randagismo, e speriamo di poter onorare adeguatamente questo traguardo, introducendo qualche piccola novità e sapendo di poter contare sul sostegno di tante persone e su uno splendido spirito di gruppo!!.. Come ogni anno, siamo felici di invitarvi a passare con noi le Feste! 

il 26 DICEMBRE e 6 GENNAIO TUTTI A CASCINA PORTA !!.. A partire dalle ore 14.00, ci troveremo per farvi i migliori Auguri, per mangiare una fetta di panettone… e per farne cadere “accidentalmente” un pezzettino in mezzo a tutte quelle codine felici che vi aspettano !!!..

Ricordate che anche i vostri “amici a 4 zampe” sono sempre i benvenuti !!..

Se volete continuare a sostenerci, potete farlo attraverso il nostro 

C.C.P. 14228134 Oppure con un piccolo contributo con PayPal a :  donazioni@quattrozampenelcuore.org

Oppure ancora sul Conto Bancoposta: IT 68 S 076 0110 0000 0001 4228134   

GRAZIE !!!..

Arriva l’inverno anche in canile: vita dura per i più anziani..

pubblicato 24 nov 2016, 13:00 da Quattro Zampe

Ineluttabilmente l’inverno si avvicina: le foglie cadono, la pioggia sottile e insistente trasforma il paesaggio e il freddo si fa pungente. In canile la vita si fa dura, soprattutto per i più anziani: nonostante la vita li abbia temprati,  l’umidità penetra nelle ossa e gli acciacchi si fanno sentire nonostante le coperte e il riscaldamento per i più sofferenti.  Buch, Nonno, Shiva e Dido hanno più di quattordici anni; Max, Dolly, Kira, Fox, Baloo, Fiore e probabilmente anche altri più baldanzosi superano abbondantemente i dieci. Per loro le porte di una casa si aprono con maggiori difficoltà; a volte la speranza di un posto caldo, confortevole e asciutto non si realizza. Eppure dovrebbero essere proprio loro ad avere la priorità, sono gli anziani i più fragili e bisognosi, non certamente  cuccioli e adolescenti che si fanno beffe  del freddo e dell’umidità. I cani più anziani sono anche meno esigenti, non hanno velleità, non chiedono nulla se non un giaciglio caldo, un po’ di cibo e tanta compagnia, proprio quella che spesso manca anche a noi umani. Spesso coloro che hanno appena perso il loro cane temono di soffrire nuovamente entro breve tempo. Ma quanta sofferenza devono sopportare ancora queste povere creature che dalla vita hanno avuto solo un box di canile; quanti di loro potrebbero riempire le nostre giornate anziché consumare la loro vita dentro una gabbia fredda e umida.  Veniteli a trovare, scoprirete un mondo. Quattro zampe nel cuore offre le cure veterinarie a tutti i cani anziani per tutta la loro vita.

Impennata di randagi. Attenzione alle importazioni da altre regioni..

pubblicato 12 nov 2016, 12:53 da Quattro Zampe

Il bimestre settembre - ottobre 2016 rimarrà negli annali come uno dei peggiori della nostra storia: ben 40 cani entrati in canile perché vaganti fuori dal controllo del proprietario. Praticamente il doppio della media delle catture degli ultimi anni. Non sappiamo a cosa attribuire questo fenomeno e neppure possiamo ipotizzare cause legate ad avvenimenti o situazioni straordinarie. Di questi solo 27  sono stati regolarmente restituiti al legittimo proprietario: decisamente una percentuale bassa rispetto agli stardard di zona. Inutile precisare che la nostra struttura è stata duramente messa alla prova da questa improvvisa ed inimmaginabile impennata di ingressi, all’interno della quale abbiamo anche rilevato un ulteriore anomalia: cani di proprietà importati da altre regioni e non regolarmente iscritti all’anagrafe canina piemontese. Abbiamo potuto verificare che in almeno 2 casi si tratta di cani adottati attraverso internet e recapitati con il sistema delle “staffette”. Dobbiamo premettere che nei canili piemontesi stazionano in attesa di adozione diverse migliaia di cani. I canili della rete pubblica affidano cani corredati della documentazione prevista dalle norme regionali, compresa una dettagliata scheda sanitaria. Spesso le femmine sono sterilizzate e, in moltissimi casi, si può usufruire dell’assistenza di operatori qualificati per risolvere i piccoli problemi di inserimento. Infine l’adozione è assolutamente gratuita: nessun rimborso spese o altro compenso può essere richiesto per l’adozione di un cane. Razionalmente non ci dovrebbero essere motivi validi per una operazione azzardata come l’adozione via internet; Ma il fattore emozionale spesso ha la meglio sulla razionalità, questo però non deve esclude la prudenza ed il rispetto delle leggi. 

Ecco di seguito un beve vademecum per le adozioni in rete: verificate che l’organizzazione proponente sia affidabile e regolarmente costituita (meglio se si tratta di una onlus iscritta all’apposito registro); il cane deve essere regolarmente identificato (microchip) e avere un’età superiore ai 2 mesi; chiedete anticipatamente copia dei documenti e della scheda sanitaria; alla consegna del cane recatevi con il cedente (precedente proprietario) presso la  sede del Servizio Veterinario competente per il territorio dove risiedete per espletare le pratiche di introduzione o trasferimento di proprietà (le pratiche espletate presso la regione di origine del cane non hanno alcun valore per la nostra regione); Non pagate alcun compenso alla consegna (eventuali donazioni devono essere effettuate attraverso bollettino di c.c.p. o bonifico bancario. Se il beneficiario è una onlus le donazioni sono deducibili); Prima possibile portate il cane presso un ambulatorio veterinario per una visita di controllo. Ricordatevi che in alcune regioni meridionali ci sono malattie endemiche che dobbiamo porre sotto controllo. Attenzione: alcuni canili privati fungono fa recapito per l’importazione di cani da altre regioni. Anche in questo caso valgono le stesse raccomandazioni.

Chupito: un grande amore di cane..

pubblicato 6 nov 2016, 03:01 da Quattro Zampe   [ aggiornato in data 6 nov 2016, 03:12 ]

A vederlo così, mollemente acciambellato sulla sua coperta, sembra quasi finto, un peluche. Quando si anima fa impressione: una mole considerevole, due occhi scuri, piccoli e vicini che ti fissano in modo inquietante. Questo è Chupito, un pelosone enorme giunto a Cascina porta all’inizio della primavera dello scorso anno, trasferito da un’altra struttura. Chupito è entrato in canile nel 2010 proveniente da Ghemme; sui suoi documenti un appunto inquietante: “Non è stato possibile visitarlo perché aggressivo” segue firma del Veterinario. Servono alcune settimane per capire che si tratta di un tragico errore di valutazione: Chupito è soffice e delicato di fuori come dolce ed affettuoso di dentro, ma non sta bene. Un testicolo ritenuto in addome gli provoca qualche problema e la filariosi potrebbe avergli arrecato gravi danni ai polmoni. Decidiamo di procedere con la chirurgia addominale e con la cura farmacologica. Bastano pochi mesi e tutto sembra essersi risolto per il meglio. Intanto scopriamo che il pelosone adora le coccole e le spazzole: enormi sacchi di pelo da smaltire dopo ogni spazzolatura sono la conseguenza del suo aspetto “morbidoso”. Insomma: il mostro feroce in breve diviene il beniamino dei volontari che fanno a gara per portarlo a passeggio. Chupito cerca casa: chi avrà il coraggio o l’incoscenza di portarsi a casa un cane enorme, già avanti con gli anni e dall’aspetto decisamente truce? Guendalina e Gabriele non sono nuovi a queste esperienze e, grazie anche alla mediazione di Elena, la più giovane delle nostre volontarie, sabato 29 Chupito ha trovato una nuova casa con un divano adeguato (vedi foto allegata). Ironia della sorte: Chupito ha lasciato Ghemme nel 2010 per entrare in un canile e sei anni dopo torna a Ghemme come altri due suoi compagni di sventura, che già da alcuni mesi dimorano a qualche decina di metri dalla sua nuova casa. 



1-10 of 82