Verifica Partita Iva

La Partita IVA

La partita IVA è un codice attribuito dall’Amministrazione Finanziaria ai soggetti che intendono esercitare un’attività rilevante ai fini IVA (società, liberi professionisti, agenti di commercio ecc.), codice che viene rilasciato al momento della presentazione della dichiarazione di inizio attività.

La partita IVA serve ad identificare univocamente il soggetto ai fini fiscali ed è valida fino alla cessazione dell’attività.

Le persone fisiche titolari di partita IVA, come ad esempio i liberi professionisti, continuano a utilizzare il codice fiscale nei rapporti con il Fisco, ad esempio in sede di dichiarazione dei redditi, unitamente al numero di partita iva ove richiesto.

A differenza del codice fiscale, la partita IVA deve essere indicata obbligatoriamente in tutte le fatture e i documenti contabili emessi nei confronti dei propri clienti, unitamente ai dati anagrafici di questi ultimi e alla loro partita IVA nel caso in cui anch’essi esercitino attività rilevanti ai fini IVA.

Composizione del Codice

Il numero di partita Iva è formato da 11 caratteri numerici, di cui, i primi 7 sono la matricola che individua il contribuente tramite un numero progressivo, e i successivi 3 contengono il codice dell’Ufficio provinciale che attribuisce la partita iva.

Da notare che il numero di matricola è univoco solo nell’ambito dell’ufficio che lo ha rilasciato mentre diventa univoco a livello nazionale se unito al codice dell’ufficio stesso.

L’ultima cifra è il cosiddetto carattere di controllo, presente anche nel codice fiscale, che si calcola a partire dalle altre cifre secondo un determinato algoritmo e serve per verificare la correttezza formale della partita IVA evitando gli errori commessi durante la digitazione manuale.