Alternanza scuola-lavoro

Il progetto è rivolto a tutti gli studenti del secondo biennio e dell'ultimo anno.

Si articola in 400 ore per gli istituti tecnici e 200 ore per i licei.

L'istituto aveva aderito alla precedente proposta di "Alternanza scuola-lavoro" del MIUR già dall’anno scolastico 2003-2004. La Riforma ha istituzionalizzato un progetto già in atto nella scuola, che da sempre ha voluto sviluppare negli studenti la consapevolezza del valore formativo ed educativo del lavoro. L’attenta progettazione didattica, effettuata dai docenti in collaborazione con i tutor aziendali, permette agli studenti di “mettersi in gioco” seguendo le proprie inclinazioni.

Obiettivi generali

  • orientare gli studenti nella realtà lavorativa;
  • offrire le opportunità e gli strumenti per costruire un progetto di studio e di lavoro per il futuro;
  • avvicinare i giovani al mondo del lavoro offrendo l'opportunità di ampliare conoscenze ed esperienze;
  • arricchire la formazione acquisita nei percorsi scolastici e formativi con l’acquisizione di competenze spendibili anche nel mercato del lavoro;

Metodologia

L'attività può essere svolta durante l'anno scolastico, al pomeriggio, oppure nei giorni di sospensione delle attività scolastiche.

Il progetto si articola in più periodi:

  • un periodo di formazione degli studenti, della durata di 12 ore, riguardante le norme sulla sicurezza del lavoro;
  • un percorso di accompagnamento all’alternanza scuola-lavoro destinato agli studenti delle classi terze;
  • la realizzazione dell'alternanza scuola-lavoro: progettazione, attuazione, verifica e valutazione.

La progettazione prevede le seguenti fasi:

  • ogni tutor contatta le aziende ed effettua l'abbinamento studente-azienda;
  • si sottoscrive la convenzione tra il promotore (la scuola) e l’impresa;
  • lo studente sottoscrive il progetto formativo;
  • viene inviata una lettera di informazione e adesione all’attività ai genitori degli studenti.

La fase di attuazione del tirocinio aziendale prevede:

  • la compilazione da parte dello studente della descrizione giornaliera dell'attività svolta;
  • la necessità che il tirocinante apponga giornalmente una firma sull’apposito foglio di presenza.

La fase di verifica e di valutazione del percorso dello stage prevede:

  • la compilazione da parte del tutor aziendale della scheda di valutazione: giudizio sugli obiettivi di apprendimento, sulle attitudini comportamentali e sulle capacità organizzative e professionali dello stagista;
  • la valutazione dell’attività svolta effettuata dallo studente: compilazione della relazione finale e di un questionario di gradimento