L’idea alla base del progetto DECODE nasce dalla volontà di permettere agli studenti di conoscere il proprio stile di apprendimento e migliorare le proprie capacità cognitive. Il progetto, che si pone l’obiettivo generale della cura del pensiero, si articola in tre moduli interconnessi: ALLENAMENTI, CODING e DEBATE. Ciascuno dei moduli risponde ad esigenze formative trasversali in linea con le raccomandazioni del Parlamento Europeo per l'apprendimento permanente (competenze digitali, competenze di base nella matematica, nelle scienze e in campo tecnologico, imparare ad imparare, sviluppo delle competenze sociali, civiche e relazionali) e con la legge del 13 Luglio 2015 n.107. Il progetto DECODE (DEcode-COde-DEbate) si pone come obiettivo formativo la cura del pensiero nei suoi vari aspetti:

1.Logico-razionale

2.Creativo

3.Relazionale

Il progetto consta di una fase propedeutica che mira a potenziare, attraverso un approccio metacognitivo, la “capacità di pensare” e di decodificare la realtà circostante in maniera critica e costruttiva. In questa fase si farà riferimento al progetto ALLENAMENTI già attivato, negli anni precedenti, nelle tre sedi dell’Istituto. Gli studenti impareranno ad utilizzare in modo flessibile le proprie capacità cognitive attraverso l’utilizzo delle due strategie di pensiero: laterale e verticale.

Al temine della fase propedeutica, gli studenti avranno la possibilità di scegliere tra due percorsi alternativi: COding e DEbate.

Il percorso sul COding mira a sviluppare il pensiero computazionale che non significa ridurre il pensiero umano, creativo e fantasioso, alle modalità operative “meccaniche e ripetitive” di un computer, ma far comprendere all’uomo quali sono le reali potenzialità del proprio “cervello” che lo conducono alla risoluzione dei problemi. L’obiettivo è imparare a codificare la realtà circostante utilizzando un approccio interdisciplinare, nel quale si mescolano la creatività e la fantasia con la logica e la matematica.

Il percorso sul DEbate mira a sviluppare il pensiero critico e le competenze comunicative, promuovere l’autostima e la consapevolezza culturale, abituare gli studenti a strutturare un discorso ed a dibattere sostenendo le proprie argomentazioni, a ricercare e selezionare le fonti; ad essere cittadini attivi consapevoli ed informati.