Erasmus Plus è il programma dell’Unione Europea, valido dal 2014 al 2020, dedicato all’istruzione, alla formazione, alla gioventù e allo sport e aperto a tutti i cittadini europei.In sostanza non è che un contenitore di tutti quelli che sono i programmi di apprendimento e mobilità offerti dall’UE, che si sono raccolti sotto un unico nome.Il programma ERASMUS PLUS prevede due azioni KA1 (mobilità ai fini dell’apprendimento) e KA2 (partenariati strategici).I Partenariati strategici sono progetti di cooperazione transnazionale di piccola e larga scala che offrono l’opportunità di cooperare al fine di: attuare e trasferire pratiche innovative a livello locale, regionale, nazionale ed europeo modernizzare e rafforzare i sistemi di istruzione e formazione sostenere effetti positivi e di lunga durata sugli organismi partecipanti, sui sistemi e sugli individui direttamente coinvoltiApps4EL è un progetto Erasmus plus KA2, interdisciplinare, che coinvolge 5 paesi dell'Unione europea: Germania (capofila), Polonia, Portogallo, Spagna e Italia. Esso mira a sviluppare, testare ed implementare approcci e pratiche innovative basati sull'uso pedagogico di apps per dispositivi mobili. Il progetto ha come obiettivo primario quello di supportare i "nativi digitali" nell'uso consapevole e sostenibile delle apps per un potenziamento della loro "crescita" personale ed educativa; al tempo stesso si vuole fornire, ai docenti coinvolti, la conoscenza tecnica e pedagogica che permetterà loro di seguire nuovi metodi di insegnamento/apprendimento nel campo dell'informatica, delle applicazioni mobili e della programmazione di base.Infine, poichè il progetto si propone anche di approfondire la conoscenza di culture diverse dalla propria e di sviluppare il senso di appartenenza alla "comunità" europea, sono previsti dei momenti di scambio, apprendimento e addestramento sia per studenti che per docenti nei 5 paesi partners. Apps4EL project is an ERASMUS+ cross-curricular project designed to develop, test and implement innovative approaches and practices for pupils and teachers based on the pedagogical use of apps and mobile technology to respond to the needs of the participating schools and the requirements for employability for today's dynamic world of work. Apps4EL project is aimed to support the "natives" in using these new tools reasonably and sustainably for their personal and educational development and to provide the target group of teachers with the technical and pedagogical knowledge of these tools which will contribute to their acceptance of new approaches in learning methods in the field of ICT, mobile applications and coding. As the project also aims to develop awareness of cultures other than their own and develop a sense of belonging to the European concept and their role within it, teachers and students’ teaching/ learning and training transnational activities are included in the project.


FAREWELL, ADIOS, ADEUS, LEBE WOHL, POŻEGNANIE

ADDIO O FORSE ….ARRIVEDERCI!

Eccoci giunti alla fine di questo interessante progetto sull’uso e la creazione di APP per la didattica!

E’ stato un percorso impegnativo, che ha coinvolto molti studenti e alcuni insegnanti di tutte e tre le sedi dell’IIS Bruno Munari, ma particolarmente l’IPSIA ENZO BARI e L’IPSAA BELLINI.

L’uso delle APP, a giudizio dei ragazzi può essere un modo divertente ed alternativo di acquisire conoscenze, di risolvere problemi, di lavorare in modo cooperativo.

Come docenti, abbiamo dimostrato ai nostri alunni che il cellulare (diventato per tutti gli adolescenti ormai un nuovo organo extracorporeo!), può essere utilizzato anche per imparare, per cercare informazioni utili.

Abbiamo utilizzato molteplici tools per creare presentazioni, per fare quiz utili per un facile ripasso o per una veloce verifica formativa, per migliorare le competenze linguistiche.

Infine alcuni ragazzi dell’IPSIA ENZO BARI hanno imparato a “programmare” attraverso il coding.

Il coding insegna a “dialogare” con il PC, in modo semplice e intuitivo.

L’obiettivo non è quello di formare futuri programmatori, ma educare al pensiero computazionale, che è la capacità di risolvere problemi – anche complessi – applicando la logica, ragionando passo passo sulla strategia migliore per arrivare alla soluzione.

Il coding rappresenta una nuova frontiera nella didattica non solo perché educa i ragazzi al pensiero creativo, ma anche per un suo risvolto pratico. Perché ha a che fare con la nostra quotidianità, con molti oggetti che utilizziamo abitualmente: gli smartphone, i tablet, videogiochi, ma anche gli elettrodomestici come la lavatrice o il forno a microonde funzionano grazie a un codice informatico, a una sequenza ordinata di istruzioni.

Forse anche per questo i ragazzi del settore manutenzione dell’ENZO BARI, sono stati maggiormente attivi e hanno potuto creare una semplice APP per fare una stima veloce sul mezzo di trasporto economicamente più conveniente da scegliere per una gita scolastica.

L’APP si chiama THE CHEAPEST TRIP ed è stata creata con SCRATCH. Che mostriamo nella video simulazione qui sotto.

Ai colleghi tedeschi, polacchi, portoghesi e spagnoli e ai loro alunni va un ringraziamento per la collaborazione, l’accoglienza e per le esperienze vissute da docenti ed alunni nei loro paesi.

E’ stato un cammino che ci ha arricchiti ma è venuto il momento di salutarci….forse è un addio, o forse solo un ARRIVEDERCI!

La referente del progetto

Graziella Turatti


materiali prodotti

appIPSIA.mp4

clicca sull'immagine per visualizzare il video del funzionamento dell'App

Presentation about Internet SecurityITALIAN TRANSLATION.pptx

clicca sull'immagine per visualizzare la presentazione

Results of the questionnaire about APPS4EL to the public.pdf

clicca sull'immagine per visualizzare tutti gli altri risultati

Jerusalem: HOLIEST SITES

un esempio di attività in classe sulla città di Gerusalemme, luogo sacro dei tre monoteismi

clicca sull'immagine per utilizzare l'App di Kahoot

VISITA VIRTUALE ALL'IPSIA ENZO BARI DI BADIA POLESINE

uso dei QR Code in occasione del viaggio in Italia dei partner europei

qr code stampa.pdf

SPAIN 13 - 17 MAY 2019

¡ HASTA LA PROXIMA!


Si è svolto in Spagna dal 13 al 17 maggio 2019 l’incontro finale del progetto Erasmus+ “Apps4EL”. Partite dall’Italia in una giornata fredda e piovosa, noi docenti dell’IPSAA “M. e T. Bellini” siamo state accolte a Madrid dal sole e da un caldo quasi estivo. Non poteva esserci modo migliore per iniziare una settimana ricca di eventi, iniziative, cultura e momenti di confronto e condivisione con i colleghi e con gli alunni dell’Instituto Manuel de Guzmán di Navahermosa. Un ringraziamento speciale alla directora Elia Pérez e a tutti i docenti spagnoli coinvolti nel progetto che hanno organizzato, insieme agli alunni delle loro classi, alcune differenti attività per dimostrare, ancora una volta, quanto possa essere utile l’utilizzo delle app nell’attività didattica. I docenti di Matematica, Scienze naturali ed Educazione fisica, utilizzatori della lingua inglese nell’insegnamento della loro disciplina secondo la metodologia CLIL, hanno realizzato delle vere e proprie app illustrateci dai ragazzi.

Tra queste, in particolare, una nuova applicazione che permette di calcolare statistiche (A statisticsCalculator) presentataci l’ultimo giorno, durante la cerimonia di chiusura di questo straordinario progetto! Con i colleghi tedeschi, portoghesi e polacchi abbiamo discusso gli adempimenti finali e abbiamo fatto un bilancio delle attività svolte in questi tre anni, un bilancio rivelatosi più che positivo. In un paese meraviglioso come la Spagna, ricca di storia, arte, cultura e bellezze naturali, non potevano mancare la visita alla spettacolare Toledo, la città delle tre religioni, e ai suoi dintorni, alla scoperta dei luoghi del leggendario Don Chisciotte fino ai mulini a vento di Consuegra, passando attraverso piccoli ma graziosi villaggi dove la siesta pomeridiana impone un arresto ai frenetici ritmi quotidiani. Partendo dalla piccola chiesetta della Milagra, nei pressi di Navahermosa, abbiamo visitato la necropoli di Malamoneda e a Hontanar, quindi ci siamo recati ad un piccolo caseificio artigianale dove, oltre ad imparare molte cose interessanti, abbiamo fatto scorta di ottimi formaggi. E siamo così arrivati al termine di questa avventura.. tra saluti e abbracci, si è conclusa una settimana fantastica! Un grazie di cuore a tutti i docenti, gli alunni, le famiglie ospitanti dei paesi coinvolti (Germania, Italia, Polonia, Portogallo e Spagna) che hanno contribuito alla realizzazione del progetto… non resta che dire, muchasgracias y hasta la próxima!


Spain - May 2019_Medio.mp4

POLAND 25 - 29 MARCH 2019

Nell’ambito del progetto Erasmus+ “Apps4EL”, accompagnati dalle sottoscritte Prof.ssa Nadia Occari e Prof.ssa Serena Castaldello, dal 25 al 29 marzo 2019 tre allievi dell’IIS “B. Munari”- Eros Chiandotto (IPSIA “E. Bari” di Badia Polesine), Marta Nale e Gabriella Spirandelli (IPSAA “M. e T. Bellini” di Trecenta) - sono stati ospiti in tre famiglie polacche per l’ultimo “short term exchange with pupils”. Si è trattato di una settimana particolarmente ricca di attività organizzate dalla Szkola Podstawowa di Wasilków nella persona della Prof.ssa Lucyna Bejm. Il primo giorno, durante una calorosa cerimonia di benvenuto alla quale è intervenuto il sindaco della città, i nostri studenti hanno presentato due elaborati multimediali, l’uno di presentazione del nostro Paese e l’altro del nostro Istituto; nei giorni successivi, sia gli studenti sia noi docenti abbiamo visitato e vissuto la scuola ospitante, partecipando ad alcune lezioni tenute dai colleghi polacchi dimostrative dell’uso di app nella pratica formativa quotidiana (molto coinvolgenti, oltre che divertenti, l’utilizzo di ActionBound durante la lezione di geografia e di Ozobot Evo per quella di informatica). Con i colleghi spagnoli, portoghesi e tedeschi non sono certo mancati momenti di condivisione e confronto sulle buone prassi adottate nelle realtà scolastiche di ciascuno, sulle modalità di strutturazione e gestione dei setting di apprendimento, sullo spazio e valenza accordati agli strumenti digitali, sulle nuove prospettive metodologiche, ma anche la programmazione del prossimo incontro che si terrà a maggio in Spagna. Ancora, tutti insieme, allievi e docenti ospitanti con allievi e docenti ospitati, abbiamo visitato Varsavia (da ricordare la tempesta di neve che ci ha colti di sorpresa proprio mentre stavamo percorrendo a piedi le graziose vie del centro), Białystock (con l’imponente Branicki Palace considerato la Versailles del voivodato di Podlachia, la cattedrale in finto stile gotico e il monastero, l’archeologia industriale del tessile che hanno valso alla città l’appellativo di “Manchester della Polonia”), la suggestiva foresta vergine di Białowieza (patrimonio UNESCO) lungo il confine con la Bielorussia, il piccolo comune urbano-rurale di Tykocin con la seicentesca sinagoga e casa talmudica. Prima della partenza, mentre i ragazzi hanno partecipato ad un “farewell party” organizzato dalle famiglie ospitanti, i colleghi polacchi hanno coinvolto il gruppo docenti stranieri in una vera e propria gara di cucina con un noto chef della televisione locale, una piacevole iniziativa a conclusione di una settimana positiva sia dal punto di vista professionale che umano. Al termine di questa avventura, siamo rientrati in Italia con la consapevolezza che ogni scambio culturale rappresenta per noi tutti un importante momento di crescita formativa e personale.

Nadia Occari e Serena Castaldello


Polonia Erasmus+_Piccolo.mp4

PORTUGAL 10 - 17 november 2018

Dal 10 al 17 Novembre 2018 si è svolta in Portogallo un’altra tappa dello “short term exchange with pupils” relativo al progetto Erasmus+ “Apps4EL”. Vi hanno preso parte, come rappresentanti del nostro Istituto, la sottoscritta Prof.ssa Lara Verzola con le studentesse Alessia Martini e Elena Sprocatti (Liceo Artistico Munari), la prof.ssa Graziella Turatti (IPSAA Bellini) e lo studente Sebastiano Marchesin (IPSIA Enzo Bari).

Il meeting, organizzato dai colleghi portoghesi Helena Castro e Carla Corga della scuola di Viseu, ci ha visti coinvolti in numerose attività relative alla tematica che fa da filo conduttore del progetto: l’uso delle apps nella didattica. Abbiamo dunque assistito a lezioni specifiche sul linguaggio di programmazione, sull’utilizzo delle apps nelle lezioni di Arte, messo in pratica le competenze acquisite ed infine creato un video-book riguardo LTTA in Portogallo.

Durante la presentazione delle scuole coinvolte nel progetto abbiamo incontrato il Sindaco di Viseu ed i principali rappresentanti delle associazioni del territorio. E’ stato un momento “ufficiale” ma anche molto coinvolgente, poiché gli studenti hanno presentato personalmente il proprio territorio e la propria scuola, tutto in lingua inglese, ed hanno omaggiato le autorità con prodotti tipici e manufatti realizzati dagli alunni stessi.

La settimana è stata anche ricca appuntamenti culturali e ricreativi:

- visita dell’innovativo spazio di apprendimento “Ei@”, con workshop sulla programmazione di robot, coding e stampe in 3D;

- visita della “Fàbrica”, museo di scienze in cui i ragazzi hanno interagito con i robot e realizzato immagini in 3D;

- visita del museo della navigazione ad Aveiro;

- visita di Viseu be dei principali punti di interesse storico;

- visita del museo geologico di Vila Real.

Gli studenti dei diversi Paesi coinvolti (Italia, Spagna, Germania e Polonia) sono stati accolti dalle famiglie portoghesi ed hanno frequentato le lezioni con i loro compagni.

L’ultimo giorno della nostra settimana è stato forse il più emozionante: abbiamo organizzato una cena internazionale con musica e cibi tipici di ciascun Paese, realizzando un memorabile “farewell party”.

L’esperienza è stata sicuramente positiva per noi docenti, poiché ci ha permesso di confrontarci dal punto di vista professionale e personale con realtà provenienti da altre culture. Sin da subito gli studenti si sono dimostrati estremamente coinvolti nelle attività e hanno mostrato complicità e confidenza con i loro coetanei, sino alle lacrime di commozione da parte di tutti alla partenza!

Il progetto si conferma quindi ancora una volta molto strategico e positivo per la crescita degli alunni, dei docenti e di tutta la scuola nel suo insieme.

Prof.ssa Lara Verzola


ITALY 24 - 28 SEPTEMBER 2018

Si è concluso con successo il secondo meeting con i partners del progetto ERASMUS: APPS4EL dell’IIS Bruno Munari – Bellini - E. Bari.

Questa volta si è trattato di un incontro tra i soli docenti referenti delle 5 scuole europee coinvolte.

Oltre alle ordinarie riunioni di coordinamento che si sono svolte presso l’IIPSIA “Enzo Bari” di Badia Polesine, abbiamo organizzato anche una formazione in lingua inglese su strumenti per la creazione di App.

Non sono mancati, però, nemmeno i momenti di svago: le visite guidate e la masterclass di cucina italiana tenuta in inglese dagli studenti dell’IPSAA BELLINI di Trecenta.

Il Collega polacco Kamil Stanislawski ha riassunto in un bellissimo video tutti i momenti salienti del TPM in Italia. Grazie Kamil per il prezioso contributo!

spain 26 february - 2 march 2018

¡QUE VIVA ESPAÑA!

Il terzo “short term exchange with pupils” relativo al progetto Erasmus+ “Apps4EL” si è svolto in Spagna, dal 26 Febbraio al 2 Marzo 2018.

Dall’Istituto Munari hanno partecipato la sottoscritta Prof.ssa Chiara Stellin con le studentesse Giada Barelli e Luce Santato (Liceo Artistico Munari) e la prof.ssa Graziella Turatti con la studentessa Alessia Martini (IPSAA Bellini).

L’incontro è stato organizzato dai colleghi dell’IESO Manuel Gúzman di Navahermosa - Toledo.

La settimana è stata molto intensa e ricca di appuntamenti e attività.

Abbiamo visitato Madrid, abbiamo incontrato il sindaco di Navahermosa che ci ha accolti presso il Municipio, abbiamo visitato la città Toledo e il museo del Parco Nazionale Cabañero. Le nostre studentesse sono state accolte dalle famiglie spagnole e hanno frequentato le lezioni con le loro compagne.

A scuola abbiamo assistito a lezioni con le app, ad esempio un Workshop sull’ uso sicuro di internet, quiz con Kahoot, presentazioni video, app per imparare lo spagnolo ecc.

Durante la presentazione delle scuole coinvolte nel progetto abbiamo incontrato il Consigliere Regionale all’Educazione. E’ stato un momento “ufficiale” ma anche molto coinvolgente grazie alle presentazioni e alle attività degli studenti.L’ultimo giorno della nostra settimana è stato forse il più emozionante: abbiamo assistito ad un musical recitato dai ragazzi della scuola di Navahermosa e alla fine dello show c’è stata una bellissima cena con “farewell party”.

L’esperienza è stata sicuramente positiva per noi docenti, ci siamo confrontati positivamente ancora una volta, sia dal punto di vista professionale che personale. Abbiamo assistito al graduale affiatamento tra tutti gli studenti: dai momenti iniziali caratterizzati da timidezza e incertezza agli ultimi momenti di complicità e confidenza…fino alle lacrime di commozione da parte di tutti alla partenza! Questo conferma ancora una volta l’importanza di questo progetto: la crescita professionale e umana di tutte le persone coinvolte.

(Chiara Stellin)

Incontro con il sindaco di Navahermosa

A scuola con le App

Non è la mia prima mobilità Erasmus….e non sarà nemmeno l’ultima!

Ogni esperienza, tuttavia, aggiunge valore alla mia attività di docente, offrendomi spunti di rinnovamento professionale ma regalandomi anche emozioni, nuove amicizie e l’occasione di visitare luoghi interessanti.

Questa è stata la volta della Spagna e gli spagnoli, si sa, sono un popolo caloroso, accogliente, simile a noi italiani ma con proprie tradizioni, una propria cultura ed una propria cucina che abbiamo avuto avuto modo di apprezzare, grazie alla ricca pianificazione di attività organizzate dall’IESO M. DE GUZMAN.

¡Muchas gracias a todos y hasta la vista!

(Graziella Turatti)

Farewell party / Musical "Mamma mia!"

POLAND 17 - 20 OCTOBER 2017

Il secondo Transnational Project Meeting del progetto Erasmus + “Apps4EL”si è svolto in Polonia dal 17 al 20 ottobre 2017.

Dell’Istituto Munari hanno partecipato la sottoscritta Prof.ssa Chiara Stellin, la prof.ssa Graziella Turatti e la Prof.ssa Marta Mancin, in rappresentanza ciascuna delle tre scuole che compongono l’istituto.

L’incontro è stato organizzato dai colleghi della Szkoła Podstawowa nr 1 di Wasilków (nei pressi di Białystock a nord est di Varsavia).

Il meeting si è aperto la sera del 16 ottobre presso l’hotel Branicki di Białystock dove tutti partecipanti erano alloggiati. Come nei precedenti incontri, si è da subito instaurato un clima di amicizia e cordialità e i colleghi polacchi si sono prodigati per farci sentire a nostro agio.

Nei giorni successivi si sono alternati momenti di incontro e discussione sul progetto e momenti di visita e conoscenza culturale del territorio. Gli studenti della scuola di Wasilków hanno organizzato un emozionante spettacolo di benvenuto con esibizioni musicali ed artistiche. Abbiamo visitato la scuola e assistito a lezioni che prevedevano l’uso di applicazioni adatte alle varie fasce di età degli studenti (ad esempio “ClassDojo” che permette anche di dialogare in tempo reale con i genitori). Sono stati discussi e condivisi gli step successivi del progetto e le prossime mobilità, anche attraverso l’uso della piattaforma eTwinning.

Le visite organizzate dai colleghi polacchi sono state molto interessanti: abbiamo visitato Białystock, il monastero ortodosso di Supraśl e l’adiacente Museo delle Icone, la cittadina di Tykocin con l’antica sinagoga, il parco nazionale di Białowieża e il villaggio Kruszyniany, ai confini con la Bielorussia, sede di un’antica moschea tartara.

La settimana è stata intensa e molto proficua poiché oltre alle finalità prettamente organizzative del progetto, questa è stata un’ulteriore occasione di socializzazione e scambio di informazioni, buone pratiche ed esperienze tra docenti di scuole europee completamente diverse sotto molti punti di vista.

L’esperienza in generale è stata assolutamente positiva e ci ha sicuramente arricchito dal punto di vista professionale ma anche personale. Assistere alle lezioni dei colleghi che utilizzavano le varie app ci ha confermato l’importanza di una didattica innovativa che mette al centro l’alunno e i suoi bisogni e ci ha dato ulteriori spunti ed idee per l’implementazione di queste metodologie nelle nostre classi.

L’inglese è stato la lingua di comunicazione tra i docenti ma dopo una settimana di full immersion abbiamo anche imparato alcuni vocaboli del polacco, a conferma che questo tipo di esperienze di mobilità culturale sono fondamentali per l’apprendimento efficace delle lingue, ma anche il contrario: la conoscenza di una lingua straniera ci permette di conoscere altre culture e di crescere professionalmente ed umanamente.

Al termine di questo incontro oltre ai piacevoli ricordi rimane la conferma della utilità di questo progetto sotto molti punti di vista, per gli alunni ma anche per i docenti.

E infine…. un ringraziamento ai colleghi polacchi che si sono prodigati per organizzare tutti gli eventi al meglio ma soprattutto farci sentire parte della loro comunità.

(Chiara Stellin)

GERMANY 27 MARCH - 1 APRIL 2017

Nell’ultima settimana del mese di marzo abbiamo partecipato, la Prof.ssa Marta Mancin e io Prof. Paolo Squerzanti in qualità di docenti accompagnatori, al secondo “short term exchange with pupils” nell’ambito del progetto Erasmus + “Apps4EL”. Dopo aver ospitato in febbraio nelle nostre scuole gli studenti ed i docenti stranieri partner del progetto, per tre dei nostri alunni è stato il momento di andare in Germania, a Stadtbergen nei pressi della città di Augsburg, per una settimana, alloggiati presso le famiglie dei ragazzi tedeschi.

La settimana, organizzata dai colleghi della Parkschule di Stadtbergen coordinati dal Prof. Bernhard Pietowski, è stata ricca di appuntamenti ed attività di vario genere. Dalla presentazione della loro scuola all’incontro con il Sindaco della città, dalle visite guidate ad Augsburg, Monaco di Baviera, al Castello di Neuschweinstein e Nördlingen ai laboratori di cucina, coding, matematica e lingue straniere, dalle attività sportive ai momenti di socializzazione con party e cene è stato un susseguirsi di situazioni coinvolgenti, sia per i ragazzi che per gli insegnanti, e i giorni sono trascorsi intensamente e rapidamente.

Per noi docenti, l’esperienza è stata molto positiva e formativa sia dal lato professionale sia dal punto di vista personale ed umano. Ci si è confrontati con colleghi di altri paesi, con le loro realtà scolastiche, con i loro metodi di lavoro e le relative problematiche. Abbiamo visto come si possono utilizzare alcune applicazioni software nella didattica e apprezzato moderne strutture scolastiche. Abbiamo avuto modo di parlare, seppure con tutti i nostri limiti, attraverso una lingua comune, l’inglese, ma anche di apprendere vocaboli di altre lingue europee. Umanamente è stata una settimana significativa. Con i colleghi, con il passare dei giorni, si è creato un buon rapporto che ci ha consentito di conoscerci meglio e di trascorrere insieme momenti simpatici e divertenti.

I nostri tre studenti si sono perfettamente integrati con i compagni che li ospitavano e con i ragazzi degli altri paesi ed hanno partecipato sempre volentieri alle attività loro proposte. Hanno sempre mantenuto nei nostri confronti un atteggiamento corretto e di collaborazione. Riteniamo che per loro sia stata un’esperienza significativa di crescita.

Al termine di questo scambio, rimane, oltre ad un piacevole ricordo, la sensazione che questi progetti dovrebbero essere allargati per poter coinvolgere più studenti e docenti vista la valenza formativa che portano.

ERASMUS + 5 DAY TRECENTA

ERASMUS + 4 DAY CASTELMASSA

ERASMUS + 3 DAY VERONE

ERASMUS + 2 DAY VENICE

ERASMUS+ 1 DAY - BADIA POLESINE

Mobile Applications for Effective Learning

WELCOME

TO ITALY

13-18 FEBRUARY 2017

Working at school



Stadtbergen - 2016

Partner

IES Manuel de Guzmán, Navahermosa (Toledo)

APPS