Valutazione scuola infanzia

La valutazione nella scuola dell’infanzia

L’osservazione e la valutazione rispondono al bisogno di conoscere, comprendere, educare:

- alla maturazione dell’identità;

- alla conquista dell’autonomia;

- allo sviluppo delle competenze e della cittadinanza.

Tali finalità sono perseguite attraverso l'organizzazione:

- di un ambiente di vita accogliente, positivo e stimolante;

- di relazioni positive e rassicuranti;

-di un apprendimento significativo di qualità, garantito dalla professionalità e da un dialogo sociale ed educativo (con famiglie e comunità).

Come ambiente protettivo finalizzato a promuovere le potenzialità dei bambini ed il loro benessere, la scuola dell'infanzia valuta le capacità relazionali mediante un continuo ascolto con sostegno ed incoraggiamento all'evoluzione dei progressi (individuali e sociali) e con l'osservazione dell'interazione partecipata.

La valutazione prevede:

- un momento iniziale di osservazione per delineare un quadro delle capacità relazionali individuali;

- momenti osservativi interni alle varie proposte didattiche (capacità di relazione con gli altri e con la realtà oggettiva) che consentono di adeguare specifici percorsi;

- un momento di verifica finale ed eventuali interventi.

Vengono segnalati i livelli raggiunti dai bambini nei processi di maturazione personale relativamente:

- all'autonomia relazionale durante tutti i momenti scolastici;

- al rapporto con i compagni (identità) e con le figure adulte;

- alla consapevolezza e autoregolazione corporea;

- alle competenze relazionali raggiunte;

- al modo consapevole di vivere in comunità e di rielaborare esperienze significative.