Scuola dell'Infanzia

Carla Porta Musa

Carcano

Buongiorno a tutte le famiglie dei bambini della scuola dell'infanzia "Carla Porta Musa".

Noi insegnanti desideriamo esprimere a tutti i bambini e alle famiglie la nostra vicinanza e la nostra comprensione per le difficoltà del periodo. Siamo obbligati a stare lontani fisicamente, ma siete nei nostri pensieri e nei nostri cuori costantemente.

L'albero della vita di Klimt, sfondo di ogni intestazione di pagina di questo sito, vuole essere con i suoi elementi, l'attesa e l'abbraccio, messaggio di speranza e affetto.

Abbiamo concretizzato l'aiuto che possiamo prestare con delle proposte diversificate che caricheremo su queste pagine.

La prima di queste è una filastrocca da leggere ai bambini: è dedicata a loro, parla di loro, della scuola, delle tre sezioni.

Un arrivederci affettuoso ai bambini, alle famiglie e un nostro pensiero speciale ai nonni.

A voi doniamo questo significativo messaggio:

"Anche se il timore avrà più argomenti, scegli la speranza" (Seneca)

Le insegnanti

Filastrocca del Coronavirus

Questa mattina sono passata

dalla nostra scuola tanto amata

chiuso era il portone

di solito aperto in ogni stagione

vuoto il giardino

non vi correva neppure un bambino

e che silenzio nel salone

non si sentiva volare un moscone!

Rosy ed Antonia sempre indaffarate

ma dove si saranno cacciate?

La maestra Cristina, anche se è giovedì

non è proprio venuta qui

dei pinguneve i travestimenti

tutti da soli non sono contenti!

E Luisa, Enza, Valeria e Lucia

se ne sono proprio andate via?

Nella sezione delle ranocchie il salterello

tutto da solo non è proprio bello!

E Roberta, Elena ed Evelina

se ne stanno al calduccio sotto una copertina?

Nella sezione degli equilibristi

le corone dei pagliacci sono proprio tristi!

Paola, Giulia e Katia Mazzocchetti?

Vorrei mandar loro tanti bacetti

anche in mensa sopra ai tavolini

non ci sono i bicchieri e nemmeno i piattini

Anna ed Antonia le cuoche

saranno andate a dar da mangiare alle foche?

Cari bimbi, amici miei,

non è questa la scuola che vorrei

ma sono certa, ne sono sicura

che questo vuoto non ci deve fare paura

serve soltanto per fare scappare

quel brutto virus di cui tanto si sente parlare

e quando finalmente ci ritroveremo

tante cose ci racconteremo

tutti insieme in un abbraccio

rideremo come un pagliaccio.