Infanzia Laghetto

La scuola all'aperto

BASTONE DELLA PAROLA

Bastone

della parola

Guardiano dell’onestà

Che misuri l’integrità

Bastone della parola

insegnaci

ad ascoltare e

a dire la nostra verità

comunicando dal cuore

Quando ti so ascoltare

Una porta si apre nel mio cuore

Una finestra si apre nella mia mente

Uno spazio si apre nel mio ventre

Ti vedo come sei

E ti accetto

Ci sono situazioni in cui è difficile comunicare, per gestire in modo sereno e rispettoso, i momenti di ascolto e di racconti, utilizziamo un oggetto per regolare il flusso della parola, del pensiero e delle emozioni.

Quello del "Bastone della Parola" è un rituale che insegna ad evitare di fare interventi, mentre uno sta condividendo la propria parola, in modo anche da controllare i propri impulsi, ed evitare sovrapposizioni di parole e pensieri; ci insegna ad ascoltare non solo le parole, ma anche i silenzi, le pause e in questo modo si evitano situazioni di discussione personale.

Andar per legna

In questi giorni la legna è protagonista delle nostre giornate. Ne serve molta per accendere un fuoco, che sia di diverse dimensioni, che sia secca, che sia comoda da prendere al momento del bisogno. Si impara quindi a dedicare passeggiate per 'far legna'. Una fatica che si rende necessaria per godere della bellezza dei nostri cerchi intorno al fuoco e che ci avvicina ai tempi di morte e rinascita della Natura. Un albero lascia cadere dei rami secchi per far posto a rami nuovi, noi raccogliamo felici. Riceviamo delle risorse per il nostro benessere e siamo grati.

Un andirivieni operoso. Qualcuno scopre posti più ricchi di legna di altri e chiama: 'venite'!

Si accatastano bastoncini insieme al lavoro svolto dagli altri, è più facile raccoglierne tanti!

Si torna a scuola con il carico prezioso. 'Ci basteranno per quaranta fuochi, forse cento!'

'Giorno dopo giorno, silenziosamente, costruire.'

Basta qualche materiale naturale e il "Gioco del memory", con numeri e quantità è pronto ... adesso non resta che giocare, da soli o con in compagnia!

Facciamo una torre!

I bambini costruiscono, creano, riflettono "Se mettiamo questo sopra sarà troppo pesante ... "


Nel mondo dei travasi

Acqua e terra all'aperto e farina dentro la scuola

I travasi, sono attività importanti soprattutto per i più piccoli, perché consentono loro di concentrarsi, di acquisire gradualmente sicurezza, di esercitare la motricità delle mani.

I bambini si divertono a travasare la farina da un contenitore all'altro e a tracciare segni con mani e piccoli attrezzi .

Invitare il fuoco per vivere insieme le tradizioni: lo Yule

L'ultimo giorno di scuola abbiamo inviatato il fuoco per condividere con gli amici della scuola primaria la tradizione dello Yule. Si tratta di una antica tradizione germanica legata ai giorni del solstizio d'inverno. Ne accogliamo con gioia la gratitudine per la nuova stagione invernale e il rito legato al ramo dei desideri, augurando a tutti voi che si possano avverare i sogni più cari.

Gli amici delle classi seconda e quarta sono arrivati con in tasca i propri desideri, scritti a scuola. L'atmosfera intorno al fuoco si è scaldata anche con i loro canti dedicati al Natale.

whatsapp-video-2022-12-26-at-172200_DW60bKxs.mp4

Si accende il fuoco con l'acciarino

I desideri vengono lasciati bruciare

Qualcuno sceglie di portare un po' di luce nella sua casa

Un sasso tira l'altro

Costruire insieme...

...la felicità.

Mercatino di Natale, passeggiata nelle aule a cielo aperto, canzoni intorno al fuoco

Sabato 17 dicembre i genitori della scuola hanno organizzato un momento di gioia e condivisione. Dalle 10 alle 12, bambini e genitori potevano liberamente visitare il mercatino di Natale sulla terrazza della scuola, partire per una passeggiata alla ricerca di due angoli speciali nelle nostre aule a cielo aperto, ascoltare una lettura animata in giardino, cantare in cerchio attorno al fuoco. Una mattinata anche allietata da te caldo, pandoro e biscotti. Grazie a tutti coloro che hanno partecipato e un abbraccio grande e un grazie speciale alle mamme e ai papà che da ottobre hanno lavorato per la realizzazione di questa giornata.

Aule a Cielo Aperto

Che grande giornata per noi! Oggi abbiamo inaugurato il progetto Aule a Cielo Aperto

Vi invitiamo ad una esperienza nuova, naturale e divertente, creata dai bambini e dalle bambine della scuola. Andate a visitare il parchetto tra via Lago di Doberdò e via Lago di Iseo e troverete il nuovo cartello interattivo.

Il senso di appartenenza al Pianeta Terra si crea con piccoli ma costanti passi. Con questo nostro passo desideriamo consegnare ai cittadini del quartiere le nostre scoperte, idee, fantasie relative alla relazione con la Natura del parco. Allo stesso tempo ci piace l'idea di restituire loro la freschezza del pensiero dei bambini e riportarli a una affiliazione affettiva con i luoghi naturali.

Evviva!

Il cartello è ad alta accessibilità: testi in rilevo e scritte in braille.

Contrasto di colore altamente leggibile, superficie con nanotecnologie antibatteriche..

QrCode per aumentare le possibilità di conoscenza attraverso mobile phone.

Image (1).pdf

Alberi di Natale e dove trovarli

S'io fossi il mago di Natale

farei spuntare un albero di Natale

in ogni casa, in ogni appartamento

dalle piastrelle del pavimento... (Gianni Rodari)

Noi aggiungiamo: dalla strada e dall'aiuola

e dal giardino della scuola!

Piccole e grandi creazioni, il Natale si sente nell'aria e nella terra.

Abbiamo ospiti!

Nell'isitituto comprensivo 8 tutti i plessi sono in cammino insieme. Per un alunno crescere non significa non guardare più indietro. Per questo crediamo che siano importanti tutti i momenti in cui i bambini e gli studenti si avvertono come un flusso, accogliendo le proposte e vivendole insieme, anche a età differenti.

La musica in questo caso è stata l'emozionante protagonista di un incontro molto speciale tra i nostri bambini e alcuni alunni dell'indirizzo musicale della scuola secondaria G.G Trissino. Abbiamo conosciuto i loro strumenti musicali e speriamo tornino presto a trovarci, la prossima volta potranno suonare con noi legnetti, sassi e pentole.

SUDOKU! IL ROMPICAPO PASSATEMPO CHE ALLENA IL CERVELLO E LE CAPACITA' DI MEMORIA E DI CONCENTRAZIONE

ECCO ALCUNI ESEMPI DI SOLUZIONE DI SUDOKU DA PARTE DEI BAMBINI


I bambini posizionano dentro ad ogni quadrato un materiale naturale in modo che lo stesso elemento compaia solo una volta in ogni riga e in ogni colonna. Si esercita la logica in modo divertente e che soddisfazione la soluzione !

TERRRRRRAAA IN VISTAAAAA! ed altro ancora

Ogni tanto non servono parole, condividiamo con voi la gioia dei loro progetti

CHIOCCIOLINA, CHIOCCIOLINA, ESCI FUORI DALLA TUA CASINA!




Nei mesi autunnali, soprattutto di ottobre e novembre, è facile trovare le chiocciole nel nostro giardino.

Sono una gioia per i nostri bambini!

Soprattutto offrono nuove opportunità, per stimolare le diverse forme di creatività e di intelligenza, di ricerca, di condivisione.



contiamo quante sono...

...queste sono piccole , queste sono grandi !!!!

Ne ho trovata una piccola, una media e una grande!!

Faccio una casetta per le chioccioline.

La natura offre continuamente al bambino opportunità per conoscere, imparare, giocare e scoprire. Gli insegna a cogliere i dettagli, a dargli un nome e a riconsegnarli alla natura.

Spazi, materiali, arredi naturali: il salone

Dentro la scuola il linguaggio è il medesimo che incontriamo fuori. Cerchiamo di mantenere coerenza con una visione di scuola sostenibile, creativa, affettiva. Il primo spazio che si incontra è il salone. I colori sono tenui, c'è molto legno naturale nei giochi e negli arredi. Gli spazi di esperienza sono pensati per ripetere in modo più organizzato le esperienze che si vivono nei nostri giardini. La scelta dei materiali tra materiale naturale, materiale povero e materiale non strutturato, desidera offrire ai bambini la libertà di creare senza stereotipi, usando immaginazione e fantasia nella forma più genuina possibile. Nelle foto alcuni esempi

Da pochi giorni il salone si è arricchito di piante da interno. Grazie alla collaborazione con le famiglie stiamo creando oasi verdi, piccoli separè di piante grasse e succulente, per creare graziosi spazi di benessere. Le piante sono un dono educativo, un profondo gesto di cura collettivo e reciproco. Grazie a tutti coloro che stanno contribuendo al nostro rapporto di prossimità con la natura anche all'interno della scuola.

Foglie secche, foglie preziose


Quando d'autunno le foglie cadono, non smettono la loro magia. Sono li per offrire altre opportunità, per suggerire nuove piste e per solleticare la creatività dei nostri bambini. Guardate quante diverse manifestazioni di intelligenze si possono scorgere nei loro giochi.

Coperta di foglie

Piste di foglie

Salto ad ostacoli

Foglie animate

Pulizia e rastrellatura

Osservazione e classificazione

Collane di foglie

Decorazioni

Diventa facile colorare, restituendo veridicità all'esperienza,

allontanandosi dagli stereotipi.

Dialoghi tra dentro e fuori

Un sasso grosso mi sta vicino

tanti sassi, ecco un omino


Sassi piccoli sul mio foglio

creo me stesso con orgoglio.


Seguo le lettere del mio nome

sono sempre io, eccome!


Creiamo sagome di sassi, moderni Pollicini. L'esperienze da fuori si portano dentro, la consapevolezza di avere uno spazio corporeo si rinforza con le sagome a pennarello.

Va da sé che se si può seguire il contorno del corpo umano, lo stesso si possa fare con altre cose. Non serve spiegarlo, nasce spontaneo il disegno dei contorni e si riporta fuori l'idea ampliata.

EU CODE WEEK 2022

La nostra scuola ha partecipato, in questo mese di ottobre, alla settimana Europea del codice.

L'uso della tecnologia, che diventa sempre di più un aspetto importante della vita di tutti i giorni, e la convinzione che le competenze diffuse e condivise siano il miglior strumento di crescita individuale e collettiva, ci ha portato alla scelta consapevole della nostra settimana del "codice" .

Tutti i bambini grandi , hanno avuto l'opportunità di poter sperimentare una programmazione in modo divertente, intuitivo e immediato, nelle nostre aule all'aperto.

478753-xEyfJDRIC7.pdf

Alla base dei processi e dei lavori che coinvolgono le nuove tecnologie c'è , infatti, l'attività del coding, una programmazione che avviene tramite codice, ovvero pensiero computazionale, la capacità, cioè, di ottenere un determinato risultato tramite un procedimento logico.

Strumenti a scuola: la lente di ingrandimento

Le libere esplorazioni possono condurre i bambini a maturare la capacità di analisi di elementi ponendo a confronto immagini che vedono con o senza lente di ingrandimento.

Viene spontaneo lavorare con ciò che è presente nelle nostre aule all'aperto: chiocciole, bruchi, foglie, fiori, ma anche oggetti come corde e moschettoni.

In queste attività i bambini non solo consolidano i concetti delle misurazioni ma iniziano a porre elementi in relazione ad altri, scoprono dettagli, formano basi di conoscenza scientifica sull'esistente e soprattutto sono mossi dalla curiosità e dalla meraviglia di scoprire piccoli pezzi di realtà che possono ingrandire a piacimento.

Usare una lente di ingrandimento potenzia anche la capacità di organizzazione del movimento per l'osservazione e suggerisce riflessioni personali rispetto a vedere il proprio posto nel mondo. La lente va tenuta vicino agli occhi? Vicino agli oggetti? Va messa a metà strada tra occhi e insetto? Esplorazione dopo esplorazione si affina la capacità di utilizzare la lente d ingrandimento, maturando così gestione del movimento ma anche interiorizzando curiose analogie tra la giusta distanza tra il sè e gli altri.

Wonder Me - la meraviglia delle stagioni

Mercoledì 28 settembre i bambini medi e grandi hanno vissuto uno spettacolo teatrale a cielo aperto che ripercorre la meraviglia, lo stupore, le scoperte, le meravigliose prime volte degli incontri tra l'essere umano e la Natura.

Ketti Grunchi, Delfina Pevere e Francesca Bellini hanno presentato a bambini e genitori il loro spettacolo, frutto di due anni di teatro di ricerca svolo nella nostra scuola, in collaborazione con Educare nel Bosco di Altavilla.

Wonder me non è fare teatro all'aperto, ma un appropriarsi del linguaggio della Natura in una contaminazione espressiva che sia veicolo di emozioni per adulti e bambini. E' stare nella Natura, è sentire la Natura, è fare teatro della Natura.

Video gentilmente messo a disposizione da una mamma presente allo spettacolo.

WhatsApp Video 2022-09-29 at 15.37.54.mp4

Fare il fuoco, la ricerca di un anno

Cari tutti eccovi la sintesi del progetto che ci ha viste coinvolte lo scorso anno scolastico. Il tema è stata l'importanza educativa della relazione con il fuoco nella scuola dell'infanzia. Il progetto ha visto coinvolte 4 sezioni, 86 bambini, le loro famiglie, 515 persone che hanno compilato un questionario e Christian Mancini, ecologo e formatore, che ha curato la nostra formazione. Il progetto, nella sua forma intera e dettagliata, sarà pubblicato a breve.

Anticipiamo che quest'anno il nostro focus di interesse sono Le Corde: siamo pronti ad un anno di fili, nodi, snodi, reti, relazioni, sfide, giochi, apprendimenti, emozioni, cordate e tanto altro... ma intanto buona visione del documento e Buon inizio d'anno scolastico !