La nostra scuola

tra dentro e fuori

Tutto parte dalle emozioni

Prima della scuola, con i suoi programmi e le sue attività, ci sono i bambini. E'a loro che dedichiamo il nostro impegno in un clima che costruisca innanzitutto la relazione educativa e poi su questa poggino la gioia e la motivazione ad apprendere. Si cresce in un abbraccio, si impara in un sorriso.


Dipingere si trasforma nel piacere di lasciare una traccia,

un gioco primordiale che si rinnova continuamente. (A. Stern)


Drammatizzazione immersiva

I 3 porcellini

Quando dei covoni di paglia richiamano alla memoria 'i 3 porcellini' bisogna costruire le nostre casette, come nella storia

Con i tronchi è più faticoso!

Quando anche la casetta di legno è pronta, si può iniziare a giocare: chi fa il lupo? AUUUUUU

Chiunque sia, noi siamo al sicuro nella nostra scuola di mattoni!

Stone balancing

In salone si gioca così: allenando la pazienza, la concentrazione, lo studio dei pesi e della gravità. Solo grazie a un grosso sforzo è possibile creare la giusta energia creativa, per porre in equilibrio armonico pietre di diverso peso e forma.

Motricità fine

Dai 3 a 5 anni si affinano le “abilità fino motorie” costituite dai movimenti dei piccoli muscoli delle mani e delle dita, polsi, braccia, in stretta connessione con la capacità di coordinare lo sguardo per “condurre” l'azione verso una intenzionalità specifica.

Gestire l'equilibrio significa anche esperire in modo competente la propria posizione nello spazio.

Inverno significa anche ghiaccio!

Parola ai bambini che oggi all'aperto hanno trovato tanto bellissimo, affascinante e misterioso ghiaccio

e' trasparente!

si scioglie se lo tieni in mano

ha intrappolato le foglie

lo rompi in mille pezzi di ghiaccio

senti che freddo che fa sulle mani

Da queste spontanea scoperta iniziamo un esperimento: raccogliamo piccoli tesori e li lasciamo una notte all'aperto dentro alle nostre pentole, coperti da un po' d'acqua. Cosa succederà?

farà la zuppa di sasso!

si ghiacceranno

se questa notte piove l'acqua diventerà di più

se piove i tesori potrebbero uscire dalla pentola o stare per sopra dell'acqua

verranno cristalli di ghiaccio con i tesori incastrati

Non resta che dormirci su e tornare a scuola domani per dare una sbirciatina alle nostre pentole.

Meraviglia! l'acqua ha formato uno strato di ghiaccio che ha intrappolato tutto, eppure qualcosa è riuscito a sfuggirgli


Il ghiaccio può preservare le cose in questo modo – estremamente pulite, distinte e vivide come se fossero ancora vive. Questa è l’essenza del ghiaccio.

(Haruki Murakami)

Abbiamo trovato tutto fermo immobile, congelato in uno strato di ghiaccio trasparente...

tranne una piccola piuma che, galleggiando leggera sull'acqua, è riuscita a ingannare gli artigli del freddo.

Noi per divertirci schiacciamo il ghiaccio con tronchi di legno e facciamo granatine per tutti!

Un nuovo amico a laghetto: Felice, l'abete rosso, ora è con noi.

Abbiamo adottato l'albero Felice grazie all'iniziativa del comune di Vicenza 'Adotta un albero di natale a Vicenza', tra pochi giorni lo pianteremo nel nostro giardino. Benvenuto Felice!

Carousel imageCarousel imageCarousel image

I bambini e le bambine di laghetto augurano a tutti un gioioso Natale

Bastoncini decorati dai bambini


Scende la prima neve e noi ci siamo fatti trovare pronti!

Mi chiedo se la neve ami gli alberi e campi, che li bacia così dolcemente e li copre come con una morbida trapunta bianca; e forse dice “Andate a dormire, cari, finché non arriva l’estate di nuovo.”

(Lewis Carrol, Alice nel paese delle meraviglie)


Una lettura animata con gli amici della scuola primaria Ghirotti

Libri che accorciano le distanze

Tra noi e le scuola Ghirotti esiste una continuità che si costruisce nel tempo. Un andare e un tornare di due scuole che dialogano soprattutto riguardo il disegno di crescita dei propri alunni: consapevoli del loro presente, arricchito dal loro passato, sognato per il loro futuro.

-L'albero di neve-

Qui siamo tutti insieme, bambini grandi e alunni di prima, per animare il libro 'L'albero di neve' nella bella biblioteca della scuola primaria.

Anche a Laghetto è arrivato dicembre, tra attesa, lavori, gioia e stupore....

Filastrocca di tutte le vigilie

Ci son certe cose che è bello aspettare,

il tuo compleanno, l’estate, Natale.

L’attesa che resta, il tempo che manca

Ha un gusto prezioso, di pagina bianca.

E quando poi vengono, e poi se ne vanno

ti resta una bella vigilia di un anno. Bruno Tognolini

E' Natale anche grazie al comitato genitori

Sabato 7 dicembre il Comitato Genitori ha organizzato la festa di Natale per famiglie e bambini, con laboratori, letture animate e l'immancabile mercatino di prodotti fatti a mano da mamme e papà. Un momento di aggregazione sentito e speciale completamento gestito dalle nostre super famiglie.

Biglietti, libri e calendari dell'illustratrice Lia Tempesti

Abeti di legno e stoffa

Gnomi e folletti

Laboratorio del biglietto di Babbo Natale

Un traguardo importante

Sabato 16 Novembre 2019, durante il convegno nazionale 'L'educazione SI-CURA all'aperto' svoltosi a Bologna, il progetto Laghetto: la scuola all'aperto in città si è classificato come finalista nella sezione 'documentare attraverso la scrittura' al concorso sulle migliori documentazioni educative riguardo l'outdoor education.

Per noi è un privilegio ed un onore essere state segnalate dalla giuria per il lavoro rigoroso e di forte matrice didattica. Le parole hanno il potere di trasformare la realtà circostante, devono tradursi in buone pratiche educative e diventare esperienza diretta per i nostri alunni. Questo è quello che abbiamo cercato di documentare e che con passione e tenacia cerchiamo di far vivere ai bambini della scuola dell'infanzia di Laghetto.

Carousel imageCarousel imageCarousel imageCarousel imageCarousel imageCarousel imageCarousel imageCarousel imageCarousel imageCarousel imageCarousel imageCarousel imageCarousel imageCarousel imageCarousel imageCarousel imageCarousel imageCarousel imageCarousel imageCarousel imageCarousel image

Grazie Stamperia d'Arte Busato

Arte e Natura si incontrano grazie alla collaborazione con Giancarlo della Bottega storica di Vicenza 'Stamperia d'Arte Busato'. Un'esperienza tanto magica quanto scientifica.

In una mattina speciale è arrivato a scuola Giancarlo con il torchio a stella.

Abbiamo raccolto foglie da terra e le abbiamo spalmate con le sue vernici per poi appoggiarle su una lastra.

Oh issa, oh issa! Abbiamo pressato la lastra su un foglio girando la stella del torchio, che fatica!

Alla fine, che sorpresa, il lavoro delle foglie è diventato una stampa monotipo meravigliosa.

Intervista ai bambini: La felicità è

A: un mondo di bene

F: le nonne, i nonni, le mamme, i papà ci danno le cose buone

M: la città felice

L: andare al circo

M: la felicità vuol dire quando sono contento, lo stesso della gioia

L: quando il mare è tutto bello

N: quando siamo amici

J: la felicità è bella e il mondo è più bello

M: quando un amico mi abbraccia

A: quando tutti ridono

V: guardare un amico


Quando sei felice?

M: quando sono a scuola e a casa

F: quando vado al cinema con mamma e papà

N: quando c’è l’arcobaleno

J: quando sono in vacanza, a casa e a scuola

L: quando vado dai miei nonni

A: quando sono a scuola e con i miei compagni

L: quando siamo tutti insieme a scuola davanti ai nonni cantando

M: quando vado a scuola

M: quando mi dai tanti lavoretti da fare

A: quando vado in giardino a giocare


ATTIVITA' IN SEZIONE

Si gioca con i fili...

Tu lancia, io prendo!

Io lancio, tu prendi!

...per creare nuovi spazi.

Da un semplice filo abbiamo creato degli spazi grandi da riempire di colore e creatività.

Le relazioni sono forse un po' questo?