WebGIS

WEBGIS che descrive la geomorfologia carsica dei colli Berici nei suoi aspetti principali.
La mappa elaborata contiene l'ubicazione relativa delle cavità fino al 2006. Le doline calcolate dal DTM a 5 m pubblicato dalla Regione Veneto. Le maggiori faglie che intersecano il comprensorio berico e alcune sorgenti non utilizzate a scopri idrici.

L'area di studio considerata di questo progetto si trova in Italia, nel nord ovest della Toscana: le Alpi Apuane. Il lavoro di ricerca mira ad analizzare i cambiamenti della copertura del suolo delle Alpi Apuane negli ultimi 28 anni, utilizzando immagini satellitari del 1992 e del 2020. Viene inoltre proposta una proiezione del cambiamento della copertura del suolo al 2050, calcolata utilizzando, tra le molteplici variabili di variazione, andamento delle temperature e delle precipitazioni. La ricerca indaga anche in dettaglio l'habitat idoneo di una specie dell'area in pericolo di estinzione: Abies alba (Abete bianco), utilizzando l'algoritmo di massima entropia (MaxEnt).

I dati geografici e accessori relativi alle cavità carsiche del Veneto sono rilasciati con la licenza IODL v2.0.

Le coordinate di localizzazione della cavità hanno un’accuratezza variabile. I dati acquisiti con GPS hanno un’accuratezza di posizionamento buona, solitamente migliore di 15 m. I dati di posizionamento storici non GPS, invece, sono molto meno accurati a causa delle tecniche utilizzate: un’analisi a campione su 1369 cavità ha consentito di appurare che lo scostamento orizzontale minimo è 1 m, mentre quello massimo di 56383m, con un valore medio di 447 m ed una mediana di 66m (deviazione standard 2706.64). Il valore di scostamento più diffuso è 34 m. Il 25% dei dati è entro i 32 m ed il 75% entro i 144m.