Con il tuo 5x1000 sostieni

Fondazione Franco Verga C.O.I.

Da oltre 40 anni sosteniamo immigrati e rifugiati nel loro percorso di integrazione.

Lavoriamo ogni giorno per dare sostegno e diritti ai nuovi cittadini dal mondo.

Dona il tuo 5x1000

Nella tua dichiarazione dei redditi inserisci

il codice fiscale dell'associazione

04163040159

COSA PUOI AIUTARCI A FARE

Con il tuo contributo potrai sostenere le attività e i progetti dell'associazione Fondazione Franco Verga e partecipare alla realizzazione di storie di successo come queste:

AMRAN

Clicca sulla freccia a destra per scoprire la storia di Amran

Amran ha solo 28 anni ma il suo sguardo profondo è quello di chi ha nell’anima una saggezza antica. La saggezza di chi sopravvive alle guerre, alla morte dei propri cari, alle grandi traversate via terra e via mare. Amran è sopravvissuta a tutto ciò. Fuggita dalla Somalia dilaniata dalla guerra civile Amran, dopo aver attraversato l’Etiopia, il Sudan, la Libia, nel 2016 approda in Italia, attraversando il Mediterraneo a bordo di un barcone, mentre in grembo porta il piccolo Mohamed che oggi ha 6 anni. Arrivata a Milano al centro di accoglienza per mamme sole con figli, Amran, che parla solo Somalo e un po’ di inglese, si mette subito in moto per trovare un lavoro, così viene indirizzata alla Fondazione Franco Verga dove riceve un primo orientamento. Da quel primo incontro con i nostri operatori, Amran di strada ne ha fatta tanta: due corsi di italiano, di cui uno per il lavoro, e uno di informatica. Sempre attraverso lo Sportello Orientamento di Fondazione Franco Verga trova il suo attuale lavoro in una mensa scolastica, dove cucina e fa le pulizie. La determinazione di Amran non si ferma qui: vuole studiare di più, imparare meglio l’italiano e l’uso del computer per poter, un giorno, lavorare come impiegata. Ma nel suo cuore c’è ancora un altro grande sogno da realizzare: riabbracciare sua madre, fuggita in Uganda, e portarla qui in Italia vicino a lei e a Mohamed.

GHAZY

Clicca sulla freccia a destra per scoprire la storia di Ghazy

Ghazy, palestinese, a 31 anni ha realizzato due grandi sogni: vivere in Italia, paese che ha sempre amato fin da piccolo, e lavorare come giornalista sportivo. Dopo la laurea in comunicazione a Beirut, in Libano, e un’esperienza di lavoro presso le Nazioni Unite, nel 2019 Ghazy decide di venire in Italia per frequentare un master in Relazioni Internazionali presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano. Ma, finiti gli studi, non tutto fila liscio: con l’arrivo del Covid-19 Ghazi, che ha una scarsa conoscenza dell’italiano, non riesce a trovare lavoro. Lavoro di cui ha disperatamente bisogno anche per continuare ad avere un titolo che gli permetta di rimanere in Italia. Così decide di rivolgersi alla Fondazione Franco Verga per le questioni legate ai documenti di soggiorno e, instradato dai nostri operatori, non solo decide di imparare bene l’italiano iscrivendosi a un nostro corso di lingua, ma entra a far parte dello staff dei volontari per dare supporto ad altri migranti. Una scelta che si rivela vincente, perché dopo qualche mese gli si presenta un’occasione di lavoro che coglie al volo: viene assunto come mediatore culturale e allenatore presso una comunità per minori. Intanto Ghazy, che non ha mai smesso di coltivare il sogno di fare il cronista sportivo, non si arrende e, forte anche del buon livello di italiano acquisito, continua a cercare di affermarsi come giornalista. E ci riesce: il canale You Tube della Lega Serie A per il mondo arabo lo arruola come corrispondente sportivo per seguire le partite del campionato italiano e intervistare i calciatori delle nostre squadre per il pubblico del mondo arabo. Se il sogno diventa realtà è tutto merito della sua capacità di rimettersi in gioco e del suo livello di italiano.

RICK

Clicca sulla freccia a destra per scoprire la storia di Rick

Rick è arrivato a 11 anni a Milano da Lima, in Perù, con sua madre e una valigia piena di speranze. Oggi è un promettente giovane di 28 anni con una laurea in tasca in scienze bancarie, un doppio impiego nel turismo e nella gestione di patrimoni, e un grande sogno da realizzare: trasferirsi negli Usa e aprire un fondo di investimenti. All’inizio per lui e la sua famiglia non è stato facile: i documenti per il permesso di soggiorno, il lavoro da trovare per sua madre, la scuola per lui da continuare, il resto della famiglia lontano in Perù. Poi l’incontro con la Fondazione Franco Verga che ha aperto loro tante porte. Tramite il nostro sportello Orientamento e Informazione, Rick e la sua famiglia sono riusciti a superare tante difficoltà e a realizzare il sogno più grande: portare in Italia la nonna di Rick che finalmente ha potuto ricongiungersi con i suoi cari.

ENDRIT

Clicca sulla freccia a destra per scoprire la storia di Endrit

Endrit, 20 anni, in Kosovo studiava musica classica e sognava di diventare un musicista. Un progetto difficile da realizzare, così a 16 anni scappa dalla sua terra e viene in Italia, a Milano. Accolto in comunità si mette fin da subito a cercare un’occupazione: prima una borsa lavoro come pizzaiolo presso la storica pizzeria milanese Spontini, poi il contratto di apprendistato e adesso l’assunzione in una nuova pizzeria. Ma, nonostante il lavoro fisso, senza le necessarie garanzie Endrit ha difficoltà a trovare una casa in affitto da condividere con un’altra persona. Dopo diversi tentativi, Endrit decide di rivolgersi alla Fondazione Franco Verga e, grazie alla mediazione della nostra associazione, riesce ad ottenere il suo primo contratto di affitto.

L'IMPATTO DELLE NOSTRE AZIONI

Nel 2021 sono:

397 le persone che hanno imparato l'italiano grazie ai nostri corsi;

392 le persone che hanno ricevuto orientamento e supporto legale;

233 le persone che hanno ottenuto aiuto per inserirsi o reinserirsi nel mondo del lavoro;

12 i ragazzi che hanno ricevuto un supporto per trovare casa e un aiuto per sostenere le spese.

COME DESTINARE IL 5x1000 A FONDAZIONE FRANCO VERGA

Nella tua dichiarazione dei redditi firma e inserisci il codice fiscale dell'associazione: 04163040159

HAI DECISO DI SOSTENERCI CON IL TUO 5*1000?