Attività

Finalità pedagogiche e scelte educative

La Scuola dell’infanzia “Marchi” predispone un piano formativo al fine di realizzare un percorso scolastico dei bambini e delle bambine che favorisca uno sviluppo armonico della loro personalità nel rispetto dei tempi di crescita e con la condivisione, da parte delle famiglie, dei principi educativi.

I valori cui si ispira la Scuola Marchi si rifanno ad un’idea di scuola aperta, democratica, basata sull’ascolto e l’osservazione attenta dei bambini, delle loro potenzialità, dei loro diritti.

L’ispirazione di fondo della nostra Scuola trae origine e fondamento dall’ispirazione cristiana. I principi guida sono:

• la centralità della persona e quindi del bambino nell’atto educativo;

• l’educazione alla libertà come autonomia di pensiero e di vita;

• la ricerca della relazione con l’altro come atteggiamento di fondo della esperienza umana.

Le scelte educative sono in armonia con i principi della Costituzione e seguono le indicazioni per il curricula del 2007 per la scuola dell’infanzia che la vedono come:

• luogo della prima alfabetizzazione culturale;

• luogo di relazioni umane;

• luogo e spazio per la formazione del bambino;

• luogo di corresponsabilità educativa con la famiglia.

All’inizio di ogni anno scolastico viene elaborata dalle insegnanti e dalla coordinatrice pedagogica una progettazione educativa e didattica specifica in base ai bisogni, ai ritmi di sviluppo, alle potenzialità ed alle modalità di apprendimento che si osservano ed ascoltano nei bambini inseriti.

Da alcuni anni la Scuola propone ai bambini alcune attività facoltative che completano in modo significativo l'esperienza del bambino.

Tali proposte sono:

  • Corso di acquaticità nelle piscine del Comune di Parma: tale attività è preceduta da un corso di educazione motoria tenuto da un insegnante UISP;
  • Attività di sensibilizzazione alla lingua inglese;
  • Attività di avvicinamento al teatro con partecipazione a spettacoli promossi dal Teatro al Parco di Parma

Biblioteca Margherita

Luogo di scambio tra i bambini ed i genitori dei bambini del Nido e della Scuola, contiene libri per bambini della fascia d'età 0-6 anni che possono essere presi in prestito. Essa viene gestita, in accordo con le insegnanti, in autonomia dai genitori dei bambini che danno la propria disponibilità a fare i bibliotecari.

Tale esperienza suscita nei bambini il piacere della lettura: non momentaneo, ma che può lasciare forte, nel tempo, il desiderio di diventare “esperti manipolatori di libri e parole”.

Lo spazio

La cura, lo studio, e la disposizione degli spazi di oggi sono il risultato di continue riflessioni, di molti ripensamenti e di una lunga esperienza. Volumi e spazi consentono incontri differenziati, flessibilità e trasformabilità degli ambienti rispetto agli orari della giornata. Tali spazi quindi, in coerenza con quanto dichiarato nelle finalità pedagogiche si articolano in modo da rendere i bambini protagonisti ed interpreti. Le insegnanti predispongono contesti di gioco e di attività negli ambienti in modo da orientare gli apprendimenti dei bambini sviluppando il più possibile la loro autonomia.

La scuola offre anche un ampio e curato spazio esterno che facilita l'esplorazione, il gusto della scoperta, dell'avventura, del gioco all'aperto in un contesto tutelato che permette di muoversi in autonomia. L'attenzione delle insegnanti è poi sempre volta a sollecitare nel bambino interesse per la natura, cura e rispetto per l'ambiente, voglia e curiosità di esplorazione, in modo da arricchire le offerte educative di cui possono quotidianamente usufruire i bambini cogliendo il valore della relazione ecologica tra l'uomo e la natura..

La partecipazione delle famiglie

Istituzione e famiglie collaborano alla realizzazione di un progetto educativo che mira ad una equilibrata crescita ed educazione del bambino. Sostenere un continuo e produttivo rapporto con le famiglie è uno degli obiettivi che l’istituzione si pone e diviene potenzialmente motivo di arricchimento in uno spazio di reciproco aiuto e sostegno per affermare e confrontare le proprie competenze educative.

I rapporti tra gli educatori ed i genitori si consolidano attraverso diverse occasioni di incontro:

Assemblea Generale: si svolge in genere ad inizio anno o in momenti speciali in cui si intendono comunicare e condividere con le famiglie problematiche od innovazioni riguardanti il Nido nel suo complesso.

Incontro di sezione: avviene tra i genitori e gli insegnanti della sezione; Incontro individuale: richiesto dalle famiglie o proposto dagli educatori offre una occasione di dialogo più ravvicinato attorno allo sviluppo della personalità del bambino.

Incontro tematico: iniziativa indirizzata ad arricchire le competenze di tutti su problemi e temi di interesse generale.

Feste ed intrattenimenti: incontri finalizzati ad incentivare relazioni e rapporti di amicizia fra operatori, bambini, genitori, nonni ed amici.