Politica economica

Canale A-D

Nota: questa pagina non è più attiva (nuova pagina)

          

Programma. Politica economica ed economia politica. Fallimenti del mercato microeconomici e macroeconomici. La teoria normativa della politica economica. I fallimenti dello stato e la teoria positiva della politica economica. L’analisi costi-benefici. Gli strumenti di politica microeconomica. Le politiche antimonopolistiche. Le politiche in presenza di esternalità e di beni pubblici. Le politiche distributive e lo stato sociale. Gli obiettivi e gli strumenti macroeconomici in un’economia aperta. La politica monetaria. La politica fiscale. La politica dei redditi e dei prezzi. Le politiche per la bilancia dei pagamenti. Problematiche di politica economica legate alla crescita. Le regole automatiche, gli interventi discrezionali e le incoerenze temporali. Le problematiche dell’integrazione finanziaria internazionale.

Quello che imparerete durante il corso (video), inglese a parte

Orario lezioni (il corso inizierà giovedì 25 settembre alle ore 16.00). Lunedì (14.00-16.00); Martedì(14.00-16.00); Giovedì(16.00-18.00).

Testi del corso

  • Acocella N., Politica economica e strategie aziendali, 5a edizione, Carocci, Roma, 2013 (esclusi i paragrafi 3.6, 4.8, tutto il capitolo. 5, 6.2, 6.3, 6.7, 6.9, 7.3, 7.5, tutto il capitolo. 8, i paragrafi 10.4.1, 10.4.2, 10.4.3, 10.5, 11.5, 12.9, 12.11, dal 14.4 al 14.8, 15.9, 16.2, 16.4, 16.6, 16.7, per intero i capitoli 17, 18,19 e 20)..
  • Franzini, M., Milone, L.M. e Pizzuti, F.R., Politica economica Temi scelti, Egea Editore, (escluso il capitolo 1 sulla crescita)
  • Acocella N., Economic policy in the age of globalisation, Cambridge University Press (erasmus students can also look at this book)

Attenzione!!! Potete trovare i materiali usati durante le lezioni ed altre informazioni utili nel sito che segue risorse didattiche (sono quelli utilizzati l'anno scorso, i nuovi materiali saranno via via resi disponibili)

Materiali del corso (tra parentesi sono indicati i paragrafi da studiare, nota i paragrafi fanno riferimento alla 4a edizione del libro di Acocella e sono indicativi, per il programma fate riferimento a quanto indicato sopra)

Homework ed esercizi

Materiali aggiuntivi (non necessari per l'esame)

Letture suggerite [libri] (non servono per l'esame)

  • "L'ultima lezione" di E. Rea (Einaudi). "Un uomo che scompare compie un gesto che è dentro di noi, oscuramente, perché tutti abbiamo pensato, almeno una volta, di sparire". Un romanzo sul mistero della scomparsa di Federico Caffè dove ritroverete alcuni dei vostri docenti della Sapienza...
  • "L'economista mascherato" di T. Harford (Rizzoli). Una indagine ironica sui trucchi del mercato (qualcuno lo abbiamo accennato in classe)... perché ci propongono il 3x2, quando le aste pubbliche sono un successo e quando falliscono, chi guadana con Starbucks...
  • "Licenziare i padroni" di M. Mucchetti (Feltrinelli). Una discussione comparativa tra la performance dell'impesa pubblica in Italia negli anni 90 e quella dei capitani coraggiosi...
  • "Disuguaglianze inaccettabili" di M. Franzini (LaTerza). Un saggio sull'ereditarietà della povertà, la disuguaglianza e l'immobilità economica tra tra generazioni
  • "Manifesto capitalista" di L. Zingales (Rizzoli). Per comprendere il vero punto di vista liberale e la crisi
  • "La globalizzazione e i suoi oppositori" di J. Stiglitz (Einaudi). Dove la globalizzazione ha fallito creando disastri e disuguaglianza
  • E se proprio non ne potete più della politica economica... "Lo Zen e l'arte della manutenzione della motocicletta" di R.M. Pirsing (Adelphi)

Modalità e date dell'esame

Modalità

  • La prenotazione si effettua tramite Infostud entro i termini che saranno comunicati sul relativo sito per ciascun appello..
  • Nella prova scritta dell’esame, anche in considerazione dell’estrema semplicità dei calcoli numerici previsti, non è consentito l’uso della calcolatrice.
  • Propedeuticità: è formalmente propedeutico soltanto l’esame di Economia politica.
  • Non si terrà alcun “esonero” durante lo svolgimento del corso.
  • Gli studenti frequentanti potranno essere esonerati dalla prova orale nelle sessioni di gennaio e febbraio (sono intesi come frequentanti tutti coloro che hanno diritto a seguire il corso nel canale).

Tips per passare l'esame 

  • Studiate per imparare e non per il "pezzo di carta", quindi non copiate e non provate a copiare durante l'esame. Si tratta di un comportamento scorretto (free rider), tipico della società dei furbi, ma se non iniziate a cambiare voi, che siete giovani, non avete speranza...
  • Studiate di volta in volta e fate gli esercizi, se non ci riuscite c'è qualcosa che non va. Occhio!
  • Ripassate economia politica, sopratutto la fissazione del prezzo in monopolio (e in concorrenza perfetta) e il modello IS/LM
  • Rivedete, se non la ricordate, la differenza tra stock e flussi e tra variabili reali e nominali (monetarie)
  • Se durante l'esame vi viene chiesto quali sono le tre funzioni della moneta, non rispondete "Furono i Sumeri (gli abitanti della Mesopotamia che nel 4000 circa a.c. avevano inventato la scrittura) che con i loro sacerdoti stabilirono di scegliere il metallo come la merce più adatta per gli scambi, i metalli scelti avevano il pregio di mantenere costante il peso nel tempo..." e così via per trenta pagine, anche se poi i tre motivi li esponente, la risposta sarà considerata errata
  • Alla domanda perché la AD è inclinata negativamente, non confondente la AD con la curva di domanda (micro) del consumatore. Non sono la stessa cosa e la loro inclinazione si giustifica in modo differente!
  • Alla domanda quali sono gli effetti di una espansione monetaria nel modello IS/LM non rispondente un aumento di M sposta la curva LM a destra e quindi aumenta Y e riduce i (magari con disegno), non siete Picasso! La spiegazione richiesta è la motivazione economica descritta da tali spostamenti: l'aumento di offerta di moneta genera un eccesso di offerta (il mercato della moneta prima era in equilibrio), ovvero i privati domandano titoli offrendo moneta sul mercato finanziario e creano un eccesso di domanda di titoli, il prezzo dei titoli aumenta e il tasso di interesse si riduce, la caduta del tasso di interesse stimola gli investimenti, la domanda di investimenti guida un aumento della produzione (principio della domanda effettiva) e dell'occupazione
  • Non studiate solo su wikipedia
  • Cosa non fare prima dell'esame (video) e cosa non fare durante l'esame (video) ;)