Home page


Regia: Alberto Grilli, Massimiliano Buldrini
Dopo alcuni laboratori di base svolti in primavera e 7 incontri di laboratorio intensivo, giovani del Circondario imolese danno vita ad uno spettacolo corale, coinvolgente, in cui le differenze diventano ricchezza.

Un lavoro di gruppo, dove la musica si incontra con il teatro, creando una miscela che è della stessa sostanza dei sogni.

Io sono: il gruppo si presenta per quello che è, senza barriere, davanti ad un pubblico che incombe sulla scena.

Io sogno: tutti tendiamo ad un ideale che assomiglia ad un sogno perché...

"L'inferno dei viventi non è qualcosa che sarà; se ce n'è uno è quello che è già qui, l'inferno che abitiamo tutti i giorni, che formiamo stando insieme. Due modi ci sono per non soffrirne. Il primo riesce facile a molti: accettare l'inferno e diventarne parte fino al punto di non vederlo più. 
Il secondo è rischioso ed esige attenzione e apprendimento continui: cercare e saper riconoscere chi e che cosa, in mezzo all'inferno, non è inferno e farlo durare e dargli spazio". 

[Italo Calvino, Le città Invisibili]


Informazioni: Comune di Imola - Ufficio Progetto Giovani (Sangiorgi Roberta) - tel. 0542.602300 - sangiorgi.r@comune.imola.bo.it

Hanno collaborato al progetto: Next Generation ItalyTeatro Due MondiT.I.L.T.

Lo spettacolo fa parte del progetto "Circo Cerchio Circondario", promosso da Nuovo Circondario imolese e dai dieci Comuni che ne fanno parte, con un finanziamento della Provincia di Bologna e della Fondazione Carisbo di Bologna.




Provincia di Bologna [logo]Nuovo circondario di Imola [logo]Cassa Risparmio di Bologna [logo]
Pagine secondarie (1): Progetto
Comments