Pianoforte

Area formativa: discipline interpretative
Scuola: PIANOFORTE (corso pre-accademico per l’accesso al corso di studio di I livello DCPL/39)
Insegnamento: CODI/21, PIANOFORTE, prassi esecutive e repertori
La formazione si articolerà nei seguenti ambiti formativi: 

Tecnica e Repertorio
Lettura a prima vista
Improvvisazione
Conoscenza dello strumento

 

LIVELLO A

Tecnica e repertorio 

Obiettivi specifici di apprendimento

Competenze: conoscenze e abilità da conseguire

Opere di riferimento

·  Acquisizione delle abilità necessarie ad un primo approccio musicale dello strumento, attraverso esperienze che approfondiscano il rapporto tra gestualità, ascolto e produzione sonora.
·  Aspetti ritmici, metrici, agogici, melodici, timbrici, dinamici, armonici, fraseologici, formali.
·  Elementari procedimenti analitici dei repertori studiati.
·  Elementi essenziali di metodologie di studio.
·  Preparazione ad esperienze di esecuzione pubblica (lezioni aperte, saggi, etc.)

·  Mantenere un adeguato equilibrio psico-fisico nell'approccio con lo strumento (respirazione, percezione corporea, rilassamento, postura, coordinazione).

·  Acquisizione di tecniche strumentali adeguate alla lettura ed esecuzione di elementari repertori scelti tra generi e stili   diversi.

·  Progressivo adattamento delle metodologie di studio alla soluzione di problemi esecutivi anche in rapporto alle proprie caratteristiche.

·  I anno: tra i vari metodi editi - per es. Bastien, Metodo russo, Metodo europeo, Bartok, etc.; testi che permettano di affrontare lo studio di forme quali: polifonia, canoni, sonatine, pezzi facili.

·  II anno: scale; studi - da Pozzoli, Burgmuller, Czerny, Vinciguerra, etc.; polifonia - canoni da Kunz, Pozzoli, Trombone, Reger, etc.; sonatine da compositori vari; brani da autori vari.

·  III anno: scale; studi da Czerny, Czerny Mugellini, Heller, Clementi (Preludi ed esercizi), Pozzoli, etc.; Bach (invenzioni a due voci); sonate, sonatine e variazioni da Haydn, Mozart, Clementi, Beethoven, etc.; brani di autori dell'800 e del '900.

 

lettura a prima vista

Obiettivi specifici di apprendimento

Competenze: conoscenze e abilità da conseguire

Opere di riferimento

·  Lettura estemporanea di notazione tradizionale e non.

 

·  Acquisire tecniche funzionali alla lettura a prima vista, come strumento per incrementare l'attenzione ai vari aspetti sonoro-musicali, strutturali ed espressivi, con consapevolezza musicale e strumentale.

 

·  Jane SMISOR BASTIEN, A line a Day Sight Reading, 4 vol, Neil A. Kjos Music Company, San Diego, 1990
·  Dorothy BRADLEY, Sight Reading made Easy, 3 vol, Stainer & Bell, London, 1947
·  Cristoph BUSCHING, Prima vista, 1 vol, Ed. Gustave Boss, Kassel, 2001
·  Pauline HALL, Fiona MACARDLE, Piano time sight-reading, 9 vol, Faber Music, London, 1993
·  Joan LAST, Sight Reading for Today, 8 vol., Bosworth, London, 1988

 

 

improvvisazione 

Obiettivi specifici di apprendimento

Competenze: conoscenze e abilità da conseguire

Opere di riferimento

·  Attraverso l’espressione musicale spontanea, favorire lo sviluppo della creatività, attenzione, concentrazione e capacità di analisi.

 

·  Acquisire tecniche funzionali all'improvvisazione, come strumento per incrementare l'attenzione ai vari aspetti sonoro-musicali, strutturali ed espressivi, con consapevolezza musicale e strumentale.

·  F. EMONTS, Europaische Klavierschule Band 1,2,3 Schott
·  K. RUNZE, Zwei Hande- Zwolf Tasten  I, II, Schott
·  V. de GAINZA,  Metodo para piano, Barry
·  Teaching Piano, vol 1 edited by Denis Agay, Yorktown Music Press, 1981
·  C. BARRAT CHESTER’S, Piano book nn.1,2,3 Chester
·  P. LACHERT,  Etudes intelligentes, Barenreiter
·  G. KURTAG, Giochi, Ricordi

 

conoscenza dello strumento 

Obiettivi specifici di apprendimento

Competenze: conoscenze e abilità da conseguire

Opere di riferimento

·  Elementari nozioni organologiche relative allo strumento

 

·  Conoscenza di elementari nozioni organologiche.

·  Il Pianoforte, dal The New Grove, ed. Ricordi.

LIVELLO A – ESAME FINALE 

Presentare un programma di durata non inferiore ai 15 minuti che dovrà comprendere almeno:
2 studi, 1 invenzione a due voci di J. S. Bach, una sonata o sonatina, pezzi del repertorio pianistico di varie epoche e stili.
(Studi: Heller op. 47, 46; Clementi Preludi ed esercizi; Pozzoli 24 studi di facile meccanismo; Czerny op. 299; Burgmuller op. 100 o altri di almeno analoga difficoltà)

La commissione si riserva la facoltà di ascoltare tutto o in parte il programma

 

LIVELLO B 

Tecnica e repertorio 

Obiettivi specifici di apprendimento

Competenze: conoscenze e abilità da conseguire

Opere di riferimento

·  Sviluppo e maturazione degli elementi proposti per il primo livello in rapporto ad un repertorio più impegnativo.
·  Tecniche di memorizzazione.

·  Mantenere un adeguato equilibrio psico-fisico in diverse situazioni di performance (respirazione, percezione corporea, rilassamento, postura, coordinazione).

·  Acquisire tecniche funzionali alla memorizzazione.

·  Ascoltare e valutare se stessi e gli altri nelle esecuzioni solistiche e di gruppo.

·  Sviluppare la capacità di eseguire, per lettura, repertori scelti tra generi e stili diversi, maturando la consapevolezza dei relativi aspetti linguistico-espressivi.

·  Adattare le metodologie di studio alla soluzione di problemi esecutivi anche in rapporto alle proprie caratteristiche, maturando autonomia di studio.

·  Scale e arpeggi
·  Studi di Cramer (84 studi) / Czerny op.299, op. 740 / Pozzoli Studi di media difficoltà, etc.
·  Bach: Invenzioni a 3 voci, Suites francesi, Suites inglesi / Haendel: Suites / Clavicembalisti.
·  Sonate di Haydn, Clementi, Mozart, Beethoven.
·  Mendelssohn: Romanze senza parole / Chopin: Valzer / Grieg: Pezzi lirici, etc.
·  Brani di compositori del '900.

 

lettura a prima vista 

Obiettivi specifici di apprendimento

Competenze: conoscenze e abilità da conseguire

Opere di riferimento

·  Lettura estemporanea di semplici brani tratti dal repertorio del livello precedente.

 

·  Acquisire tecniche funzionali alla lettura a prima vista e al trasporto

 

Si ritiene di non dare indicazioni specifiche, ma di continuare a proporre brani di difficoltà gradualmente maggiori, per incrementare le abilità di base di cui si fa cenno nella bibliografia del livello precedente.


improvvisazione 

Obiettivi specifici di apprendimento

Competenze: conoscenze e abilità da conseguire

Opere di riferimento

·  Attraverso l’espressione musicale spontanea, favorire lo sviluppo della creatività, attenzione, concentrazione e capacità di analisi; fondamenti per l’organizzazione e utilizzo del materiale prodotto.

 

·  Acquisire tecniche funzionali all’improvvisazione.

 

·  Teaching Piano, vol 1 edited by Denis AGAY, Yorktown Music Press, 1981
·  A. Rebaudengo, Leggere e improvvisare, Carisch
·  G. KURTAG, Giochi, Ricordi

·  G. Ligeti, Musica ricercata, Schott

·  C. BARRAT CHESTER’S, Piano book nn. 4, 5 Chester

·  C. Czerny, Lettere ad una giovane fanciulla sull’arte di suonare il pianoforte, Pardes
·  E. MOLINA, EL piano, improvisacion y acompanamiento, Ed. Real Musical 3 voll.

 


conoscenza dello strumento 

Obiettivi specifici di apprendimento

Competenze: conoscenze e abilità da conseguire

Opere di riferimento

·  Elementari nozioni organologiche relative allo strumento

 

·  Conoscenza del funzionamento del strumento.

 

·  Il Pianoforte, dal The New Grove, ed. Ricordi.

 LIVELLO B – ESAME FINALE

Presentare un programma di almeno 45 minuti comprendente brani da ognuno dei gruppi seguenti (J. S.Bach obbligatorio)
a) Studi Cramer 84 studi; Czerny op. 299, op. 740; Pozzoli Studi di media difficoltà, Studi a moto rapido o altri di almeno pari difficoltà
b) J. S. Bach Invenzioni a 3 voci, Suites francesi, Suites inglesi; Haendel Suites, pezzi; Clavicembalisti
c) Sonate di Haydn, Clementi, Mozart, Beethoven
d) Mendelssohn Romanze senza parole; Chopin Valzer; Grieg Pezzi lirici ecc
e) Composizioni del 900 e oltre

La commissione si riserva la facoltà di ascoltare tutto o in parte il programma

 

LIVELLO C 

Tecnica e repertorio

Obiettivi specifici di apprendimento

Competenze: conoscenze e abilità da conseguire

Opere di riferimento

·  Prosecuzione del lavoro impostato nei livelli precedenti.

·  Contestualizzazione storico-stilistica dei repertori studiati.

·  Approfondimento delle metodologie di studio per maturare una propria autonomia.

·  Ascoltare e valutare se stessi e gli altri, nelle esecuzioni solistiche e di gruppo, cogliendo i punti di forza e i margini di miglioramento.

·  Esplicitare le proprie scelte espressive motivandone le ragioni.

·  Adattare e integrare le metodologie di studio per la soluzione di problemi esecutivo-interpretativi anche in rapporto alle proprie caratteristiche.

·  Eseguire semplici composizioni, con autonomia di studio, in un tempo adeguato.
·  Sviluppare un'adeguata capacità di eseguire significative composizioni di forme e stili diversi, con difficoltà relative all'accesso previsto per l'alta formazione musicale Approfondimento di conoscenze e abilità relative ai precedenti livelli.

·  Scale e arpeggi.

·  Clementi: Gradus ad Parnassum / Chopin: Studi / Studi di altri autori.

·  Bach: Clavicembalo ben temperato.

·  Sonate: da Mozart, Clementi, Beethoven, Schubert, etc.

·  Brani di autori dell'800.

·  Brani di autori del '900.

 


lettura a prima vista 

Obiettivi specifici di apprendimento

Competenze: conoscenze e abilità da conseguire

Opere di riferimento

·  Lettura estemporanea di semplici brani tratti dal repertorio del livello precedente.

 

 

·  Acquisire tecniche funzionali alla lettura a prima vista e al trasporto.

 

A discrezione del docente.

 

 

improvvisazione 

Obiettivi specifici di apprendimento

Competenze: conoscenze e abilità da conseguire

Opere di riferimento

·  Approfondimento degli obiettivi dei livelli precedenti e organizzazione del materiale che si viene a produrre.

 

·  Acquisire tecniche funzionali all’improvvisazione.

 

·  Teaching Piano, vol 1 edited by Denis AGAY, Yorktown Music Press, 1981
·  A. Brings- C. Burkhart, New approach to keyboard harmony Norton
·  A. E. M. Grétry, Méthode simple pour apprendre a préluder en peu de temps avec toutes les ressources de l’harmonie, 1802
·  C. Czerny, Systematische Anleitung zum Fantasieren auf dem Pianoforte op. 200 op. 300 (L’arte di improvvisare, Ricordi e L’arte di preludiare, Ricordi)
·  F. W. M. Kalkbrenner, Traité d’harmonie du pianiste op.185

·  E. MOLINA, Piano complementario 3, Ed. Real Musical
·  Improvvisazione,  voce nelle  enciclopedie musicali


Conoscenza dello strumento 

Obiettivi specifici di apprendimento

Competenze: conoscenze e abilità da conseguire

Opere di riferimento

·  Fondamenti di storia dello strumento

·  Conoscenza della storia del pianoforte e della sua evoluzione organologica; collegamenti con il corrispondente repertorio prodotto.

·  Il Pianoforte, dal the New Grove, ed. Ricordi.

 LIVELLO C – ESAME FINALE

Presentare un programma di almeno 45 minuti comprendente 2 studi, 2 preludi e fuga dal Clavicembalo ben temperato di J. S. Bach.
Ogni gruppo deve essere presente nel programma
a) Czerny op. 740; Clementi Gradus; Chopin Studi ecc.
b) J.S. Bach Clavicembalo ben temperato
c) Sonate Mozart (esclusa K 545), Clementi, Beethoven (escluse op. 49 n.1 e 2), Schubert ecc.
d) Brani dell' 800
e) Brani del '900 e oltre
Lettura a prima vista

La commissione si riserva la facoltà di ascoltare tutto oparte del programma