Lettura della partitura

Area formativa: Discipline teorico-analitico-pratiche
Settore artistico-disciplinare: COTP/02, LETTURA DELLA PARTITURA, per l’accesso al corso di studio di I livello di Composizione
La formazione si articolerà nei seguenti ambiti formativi: 

LVELLI A, B, C
Tecnica
Repertorio
Lettura a prima vista
Conoscenza dello strumento

 

LIVELLO A

Tecnica

Obiettivi specifici di apprendimento

Competenze: conoscenze e abilità da conseguire

Opere di riferimento

Principali elementi costitutivi di una partitura.

Rapporto tra notazione della partitura e resa sonora al pianoforte.Aspetti ritmici, metrici, agogici, melodici, timbrici, dinamici, armonici, fraseologici, formali.

Semplici procedimenti analitici dei repertori studiati.

Elementi essenziali che connotano generi e stili diversi e relativa contestualizzazione storico-stilistica dei repertori studiati.

Semplici composizioni musicali strumentali e vocali di diverse epoche, generi, stili e provenienze geografiche.

Elementi essenziali di metodologie di studio e di memorizzazione.

Acquisire tecniche funzionali alla

lettura a prima vista, al trasporto, alla memorizzazione, all’esecuzione.

Possedere tecniche strumentali adeguate alla esecuzione per lettura di repertori scelti tra generi e stili diversi, maturando la consapevolezza dei relativi aspetti linguistici.

Adattare le metodologie di studio alla soluzione di problemi esecutivi, maturando autonomia di studio.

Scale di modo maggiore e minore su almeno tre ottave.

Arpeggi di modo maggiore e minore e di settima di dominante.

 Studi tratti da metodi di consolidato valore didattico, adeguati al livello, di differenti autori (di vecchie e nuove pubblicazioni).

 

Repertorio

Obiettivi specifici di apprendimento

Competenze: conoscenze e abilità da conseguire

Opere di riferimento

Principali elementi costitutivi di una partitura.

Rapporto tra notazione della partitura e resa sonora al pianoforte.

Aspetti ritmici, metrici, agogici, melodici, timbrici, dinamici, armonici, fraseologici, formali.

Semplici procedimenti analitici dei repertori studiati.

Elementi essenziali che connotano generi e stili diversi e relativa contestualizzazione storico-stilistica dei repertori studiati.

Semplici composizioni musicali strumentali e vocali di diverse epoche, generi, stili e provenienze geografiche.

Elementi essenziali di metodologie di studio e di memorizzazione.

Acquisire tecniche funzionali alla

lettura a prima vista, al trasporto, alla memorizzazione, all’esecuzione.

Possedere tecniche strumentali adeguate alla esecuzione per lettura di repertori scelti tra generi e stili diversi, maturando la consapevolezza dei relativi aspetti linguistici.

Adattare le metodologie di studio alla soluzione di problemi esecutivi, maturando autonomia di studio.

 Composizioni a due o più voci di epoche diverse in stile contrappuntistico e armonico adeguati al livello.

 

 

Lettura a prima vista

Obiettivi specifici di apprendimento

Competenze: conoscenze e abilità da conseguire

Opere di riferimento

Principali elementi costitutivi di una partitura.

Rapporto tra notazione della partitura e resa sonora al pianoforte.

Aspetti ritmici, metrici, agogici, melodici, timbrici, dinamici, armonici, fraseologici, formali.

Semplici procedimenti analitici dei repertori studiati.

Elementi essenziali che connotano generi e stili diversi e relativa contestualizzazione storico-stilistica dei repertori studiati.

Semplici composizioni musicali strumentali e vocali di diverse epoche, generi, stili e provenienze geografiche.

Elementi essenziali di metodologie di studio e di memorizzazione.

Acquisire tecniche funzionali alla

lettura a prima vista, al trasporto, alla memorizzazione, all’esecuzione.

Possedere tecniche strumentali adeguate alla esecuzione per lettura di repertori scelti tra generi e stili diversi, maturando la consapevolezza dei relativi aspetti linguistici.

Adattare le metodologie di studio alla soluzione di problemi esecutivi, maturando autonomia di studio.

Brani di piccola difficoltà di diversi stili e epoche.

Generalità su Setticlavio e Trasposizioni.

 

 

 

 


Conoscenza dello strumento

Obiettivi specifici di apprendimento

Competenze: conoscenze e abilità da conseguire

Opere di riferimento

Principali elementi costitutivi di una partitura.

Rapporto tra notazione della partitura e resa sonora al pianoforte.

Aspetti ritmici, metrici, agogici, melodici, timbrici, dinamici, armonici, fraseologici, formali.

Semplici procedimenti analitici dei repertori studiati.

Elementi essenziali che connotano generi e stili diversi e relativa contestualizzazione storico-stilistica dei repertori studiati.

Semplici composizioni musicali strumentali e vocali di diverse epoche, generi, stili e provenienze geografiche.

Elementi essenziali di metodologie di studio e di memorizzazione. 

Acquisire tecniche funzionali alla

lettura a prima vista, al trasporto, alla memorizzazione, all’esecuzione.

Possedere tecniche strumentali adeguate alla esecuzione per lettura di repertori scelti tra generi e stili diversi, maturando la consapevolezza dei relativi aspetti linguistici.

Adattare le metodologie di studio alla soluzione di problemi esecutivi, maturando autonomia di studio.

Trattati e metodi utili per le acquisizioni fondamentali di tecniche funzionali all’esecuzione di repertori di difficoltà adeguate al livello.

LIVELLO A – ESAME FINALE : NON PREVISTO


LIVELLO B

Tecnica

Obiettivi specifici di apprendimento

Competenze: conoscenze e abilità da conseguire

Opere di riferimento

Principali elementi costitutivi di una partitura.

Rapporto tra notazione della partitura e resa sonora al pianoforte.

Aspetti ritmici, metrici, agogici, melodici, timbrici, dinamici, armonici, fraseologici, formali.

Semplici procedimenti analitici dei repertori studiati.

Elementi essenziali che connotano generi e stili diversi e relativa contestualizzazione storico-stilistica dei repertori studiati.

Semplici composizioni musicali strumentali e vocali di diverse epoche, generi, stili e provenienze geografiche.

Elementi essenziali di metodologie di studio e di memorizzazione.

Acquisire tecniche funzionali alla

lettura a prima vista, al trasporto, alla memorizzazione, all’esecuzione.

Possedere tecniche strumentali adeguate alla esecuzione per lettura di repertori scelti tra generi e stili diversi, maturando la consapevolezza dei relativi aspetti linguistici.

Adattare le metodologie di studio alla soluzione di problemi esecutivi, maturando autonomia di studio.

Scale di modo maggiore e minore su quattro ottave.

Arpeggi di modo maggiore e minore e di settima di dominante e diminuita.

Studi tratti da metodi di consolidato valore didattico, adeguati al livello, di differenti autori (di vecchie e nuove pubblicazioni).


Repertorio

Obiettivi specifici di apprendimento

Competenze: conoscenze e abilità da conseguire

Opere di riferimento

Principali elementi costitutivi di una partitura.

Rapporto tra notazione della partitura e resa sonora al pianoforte.

Aspetti ritmici, metrici, agogici, melodici, timbrici, dinamici, armonici, fraseologici, formali.

Semplici procedimenti analitici dei repertori studiati.

Elementi essenziali che connotano generi e stili diversi e relativa contestualizzazione storico-stilistica dei repertori studiati.

Semplici composizioni musicali strumentali e vocali di diverse epoche, generi, stili e provenienze geografiche.

Elementi essenziali di metodologie di studio e di memorizzazione.

Acquisire tecniche funzionali alla

lettura a prima vista, al trasporto, alla memorizzazione, all’esecuzione.

Possedere tecniche strumentali adeguate alla esecuzione per lettura di repertori scelti tra generi e stili diversi, maturando la consapevolezza dei relativi aspetti linguistici.

Adattare le metodologie di studio alla soluzione di problemi esecutivi, maturando autonomia di studio.

Composizioni di epoche diverse in stile contrappuntistico e armonico adeguati al livello.

 

Lettura a prima vista

Obiettivi specifici di apprendimento

Competenze: conoscenze e abilità da conseguire

Opere di riferimento

Principali elementi costitutivi di una partitura.

Rapporto tra notazione della partitura e resa sonora al pianoforte.

Aspetti ritmici, metrici, agogici, melodici, timbrici, dinamici, armonici, fraseologici, formali.

Semplici procedimenti analitici dei repertori studiati.

Elementi essenziali che connotano generi e stili diversi e relativa contestualizzazione storico-stilistica dei repertori studiati.

Semplici composizioni musicali strumentali e vocali di diverse epoche, generi, stili e provenienze geografiche.

Elementi essenziali di metodologie di studio e di memorizzazione.

Acquisire tecniche funzionali alla

lettura a prima vista, al trasporto, alla memorizzazione, all’esecuzione.

Possedere tecniche strumentali adeguate alla esecuzione per lettura di repertori scelti tra generi e stili diversi, maturando la consapevolezza dei relativi aspetti linguistici.

Adattare le metodologie di studio alla soluzione di problemi esecutivi, maturando autonomia di studio.

Brani di piccola e media  difficoltà di diversi stili e epoche.

Generalità su Setticlavio e Trasposizioni.

 


Conoscenza dello strumento

Obiettivi specifici di apprendimento

Competenze: conoscenze e abilità da conseguire

Opere di riferimento

Principali elementi costitutivi di una partitura.

Rapporto tra notazione della partitura e resa sonora al pianoforte.

Aspetti ritmici, metrici, agogici, melodici, timbrici, dinamici, armonici, fraseologici, formali.

Semplici procedimenti analitici dei repertori studiati.

Elementi essenziali che connotano generi e stili diversi e relativa contestualizzazione storico-stilistica dei repertori studiati.

Semplici composizioni musicali strumentali e vocali di diverse epoche, generi, stili e provenienze geografiche.

Elementi essenziali di metodologie di studio e di memorizzazione.

Acquisire tecniche funzionali alla

lettura a prima vista, al trasporto, alla memorizzazione, all’esecuzione.

Possedere tecniche strumentali adeguate alla esecuzione per lettura di repertori scelti tra generi e stili diversi, maturando la consapevolezza dei relativi aspetti linguistici.

Adattare le metodologie di studio alla soluzione di problemi esecutivi, maturando autonomia di studio

Trattati e metodi utili per le acquisizioni fondamentali di tecniche funzionali all’esecuzione di repertori di difficoltà adeguate al livello.

 LIVELLO B – ESAME FINALE :

  1. Esecuzione, a scelta della commissione, di scale maggiori e minori ( melodiche e armoniche ) e di arpeggi consonanti e dissonanti dell’estensione  minima di quattro ottave.
  2. Esecuzione di uno studio, su sei, tratti da C. Czerny “ Scuola della velocità” , E Pozzoli “ Studi a moto rapido”, M. Clementi “ Preludi ed esercizi”, estratto a sorte seduta stante.
  3. Esecuzione di una composizione di J. S. Bach, estratto a sorte seduta stante, scelte dal candidato fra due Sinfonie a tre voci e tre brani tratti dalle suite inglesi, per un totale di cinque pezzi.
  4. Esecuzione di una sonata di J. Haydn, W.A. Mozart, M. Clementi, R. Schumann op. 118, oppure in alternativa almeno tre brani di difficoltà adeguata al livello, di stile ed epoche diverse, per una durata complessiva compresa fra 10 e 20 minuti
  5. Lettura a prima vista di un brano di difficoltà adeguata al corso e trasposizione di un altro brano più facile non oltre un tono sopra o sotto.

LIVELLO C

Tecnica

Obiettivi specifici di apprendimento

Competenze: conoscenze e abilità da conseguire

Opere di riferimento

Principali elementi costitutivi di una partitura.

Rapporto tra notazione della partitura e resa sonora al pianoforte.

Aspetti ritmici, metrici, agogici, melodici, timbrici, dinamici, armonici, fraseologici, formali.

Semplici procedimenti analitici dei repertori studiati.

Elementi essenziali che connotano generi e stili diversi e relativa contestualizzazione storico-stilistica dei repertori studiati.

Semplici composizioni musicali strumentali e vocali di diverse epoche, generi, stili e provenienze geografiche.

Elementi essenziali di metodologie di studio e di memorizzazione.

Acquisire tecniche funzionali alla

lettura a prima vista, al trasporto, alla memorizzazione, all’esecuzione.

Possedere tecniche strumentali adeguate alla esecuzione per lettura di repertori scelti tra generi e stili diversi, maturando la consapevolezza dei relativi aspetti linguistici.

Adattare le metodologie di studio alla soluzione di problemi esecutivi, maturando autonomia di studio

Studi tratti da metodi di consolidato valore didattico, adeguati al livello, di differenti autori (di vecchie e nuove pubblicazioni).

 

Repertorio

Obiettivi specifici di apprendimento

Competenze: conoscenze e abilità da conseguire

Opere di riferimento

Principali elementi costitutivi di una partitura.

Rapporto tra notazione della partitura e resa sonora al pianoforte.

Aspetti ritmici, metrici, agogici, melodici, timbrici, dinamici, armonici, fraseologici, formali.

Semplici procedimenti analitici dei repertori studiati.

Elementi essenziali che connotano generi e stili diversi e relativa contestualizzazione storico-stilistica dei repertori studiati.

Semplici composizioni musicali strumentali e vocali di diverse epoche, generi, stili e provenienze geografiche.

Elementi essenziali di metodologie di studio e di memorizzazione.

Acquisire tecniche funzionali alla

lettura a prima vista, al trasporto, alla memorizzazione, all’esecuzione.

Possedere tecniche strumentali adeguate alla esecuzione per lettura di repertori scelti tra generi e stili diversi, maturando la consapevolezza dei relativi aspetti linguistici.

Adattare le metodologie di studio alla soluzione di problemi esecutivi, maturando autonomia di studio

Composizioni di epoche diverse in stile contrappuntistico e armonico adeguati al livello.


Lettura a prima vista

Obiettivi specifici di apprendimento

Competenze: conoscenze e abilità da conseguire

Opere di riferimento

Principali elementi costitutivi di una partitura.

Rapporto tra notazione della partitura e resa sonora al pianoforte.

Aspetti ritmici, metrici, agogici, melodici, timbrici, dinamici, armonici, fraseologici, formali.

Semplici procedimenti analitici dei repertori studiati.

Elementi essenziali che connotano generi e stili diversi e relativa contestualizzazione storico-stilistica dei repertori studiati.

Semplici composizioni musicali strumentali e vocali di diverse epoche, generi, stili e provenienze geografiche.

Elementi essenziali di metodologie di studio e di memorizzazione.

Acquisire tecniche funzionali alla

lettura a prima vista, al trasporto, alla memorizzazione, all’esecuzione.

Possedere tecniche strumentali adeguate alla esecuzione per lettura di repertori scelti tra generi e stili diversi, maturando la consapevolezza dei relativi aspetti linguistici.

Adattare le metodologie di studio alla soluzione di problemi esecutivi, maturando autonomia di studio

Composizioni in chiavi antiche a due, tre e quattro parti vocali e strumentali.

Lettura al pianoforte di strumenti traspositori a coppie e oltre.

Brani vocali con accompagnamento pianistico accennando con la voce la parte del canto (arie antiche, musica vocale da camera ecc.).


Conoscenza dello strumento

Obiettivi specifici di apprendimento

Competenze: conoscenze e abilità da conseguire

Opere di riferimento

Principali elementi costitutivi di una partitura.

Rapporto tra notazione della partitura e resa sonora al pianoforte.

Aspetti ritmici, metrici, agogici, melodici, timbrici, dinamici, armonici, fraseologici, formali.

Semplici procedimenti analitici dei repertori studiati.

Elementi essenziali che connotano generi e stili diversi e relativa contestualizzazione storico-stilistica dei repertori studiati.

Semplici composizioni musicali strumentali e vocali di diverse epoche, generi, stili e provenienze geografiche.

Elementi essenziali di metodologie di studio e di memorizzazione.

Acquisire tecniche funzionali alla

lettura a prima vista, al trasporto, alla memorizzazione, all’esecuzione.

Possedere tecniche strumentali adeguate alla esecuzione per lettura di repertori scelti tra generi e stili diversi, maturando la consapevolezza dei relativi aspetti linguistici.

Adattare le metodologie di studio alla soluzione di problemi esecutivi, maturando autonomia di studio

Trattati e metodi utili per le acquisizioni fondamentali di tecniche funzionali all’esecuzione di repertori di difficoltà adeguate al livello.

 LIVELLO C – ESAME FINALE :

  1. Esecuzione di uno studio estratto a sorte seduta stante fra sei presentati dal candidato tratti da C. Czerny op. 740, Cramer- Bülow “ 60 studi scelti”, M. Clementi “ Gradus ad Parnassum”.
  2.  Esecuzione di un preludio e fuga estratto a sorte seduta stante fra sei presentati dal candidato tratti dal primo e secondo Volume del “Clavicembalo ben temperato” di J.S. Bach e da “24 preludi e fughe” di D. Šostakovič.
  3. Esecuzione di una sonata di L. van Beethoven, oppure in alternativa almeno tre brani di stile ed epoche diverse di difficoltà adeguata al livello, per una durata complessiva di almeno 20 minuti.
  4. Lettura a prima vista di un brano in chiavi antiche a 4 parti ( Soprano, Contralto, Tenore, Basso).
  5. Lettura a prima vista di un brano vocale con accompagnamento pianistico ( accennando con la voce la parte del canto) tratto da arie antiche, musica vocale da camera, ecc.
  6. Lettura al pianoforte di strumenti traspositori  a coppie e oltre.
  7. Una o più modulazioni indicate dalla commissione da realizzare estemporaneamente al pianoforte.
Comments