Flauto dolce

Area formativa: Discipline interpretative della Musica antica
Scuola: FLAUTO DOLCE (corso pre-accademico per l’accesso al corso di studio di I° livello DCPL/28)
Insegnamento: COMA/10, FLAUTO DOLCE, prassi esecutive e repertori
La formazione si articolerà nei seguenti ambiti formativi: 

LIVELLI A, B, C
Tecnica
Repertorio
Lettura a prima vista
 

LIVELLO A

Tecnica

Obiettivi specifici di apprendimento

Competenze: conoscenze e abilità da conseguire

Opere di riferimento

·  conoscenza dello strumento nelle sue principali componenti
·  impostazione ed elementi fondamentali di tecnica: postura, respirazione, emissione
·  impostazione della corretta lettura della notazione musicale
·  scale e arpeggi in tonalità maggiori e minori con massimo di 3 o 4 diesis e bemolli con flauto soprano
·  uso di articolazioni
·  uso del flauto dolce contralto

·  esecuzione di studi stilistici di livello elementare
·  acquisizione di un equilibrio psico-fisico adeguato al controllo dei parametri fondamentali all’esecuzione
·  conoscenza dei principali aspetti organologici dello strumento

·  Monkemeyer, Metodi per flauto soprano e contralto
·  Rooda, Metodo per flauto soprano                                                                                                             ·  Giesbert, Metodo per flauto contralto

 

Repertorio

Obiettivi specifici di apprendimento

Competenze: conoscenze e abilità da conseguire

Opere di riferimento

·  studio di facili brani tratti dal repertorio strumentale
·  adattamento delle metodologie di studio alla soluzione di problemi specifici dell’allievo

·  saper eseguire facili brani tratti dal repertorio originale del proprio strumento e/o dattamenti con accompagnamento di pianoforte o altri strumenti

·  J. Van Eyck, Der Fluyten lust-hof, scelta di brani facili e fino alle variazioni n. 2 o n. 3
·  bicinia/tricinia di autori rinascimentali (Banchieri, Morley, Gastoldi, etc.) o duetti barocchi (Mattheson, Croft, Naudot, Paisible) di moderata difficoltà

 

Lettura a prima vista

Obiettivi specifici di apprendimento

Competenze: conoscenze e abilità da conseguire

Opere di riferimento

·  lettura estemporanea di brani per flauto solo e/o duetti di elementare difficoltà

·  saper leggere a prima vista musiche di elementare difficoltà

·  esercitazioni con brani a scelta del docente

 LIVELLO A – ESAME FINALE
·  scale e arpeggi a scelta della commissione
·  esecuzione di un brano per ognuno dei gruppi indicati alla voce Repertorio
·  Lettura a prima vista di un brano di difficoltà elementare

  

LIVELLO B

Tecnica

Obiettivi specifici di apprendimento

Competenze: conoscenze e abilità da conseguire

Opere di riferimento

·  trilli,  scale e arpeggi in tutte le tonalità con flauto soprano e contralto
·  utilizzo di tutti gli strumenti della famiglia del faluto dolce
·  articolazioni storiche
·  tecniche di studio e memorizzazione

·  raggiungimento di un rapporto controllato tra lettura, gestualità e produzione sonora
·  acquisizione della capacità di cura della qualità del suono
·  acquisizione di tecniche di studio e memorizzazione
·  acquisizione della capacità di mantenere un buon equilibrio psico-fisico in situazioni di performance

·  W. Van Hauwe, The modern recorder player
·  S. Rosenberg, Studi per flauto dolce contralto
·  H. U. Staeps, The daily lessons

 

Repertorio

Obiettivi specifici di apprendimento

Competenze: conoscenze e abilità da conseguire

Opere di riferimento

·  eseguire e interpretare repertori scelti di musica strumentale appartenenti a diversi stili del repertorio strumentale
·  adattamento delle metodologie di studio alla soluzione di problemi specifici dell’allievo

 

 

·  saper eseguire brani scelti dal repertorio originale del proprio strumento e/o adattamenti con accompagnamento di pianoforte o altri strumenti

 

·  J. Van Eyck, Der Fluyten lust-hof, scelta di brani di media difficoltà; Virgiliano, Ricercate da «Il Dolcimelo»
·  Canzoni o Sonate del primo ‘600 italiano (Frescobaldi, Riccio, Cima, Fontana, Castello, Uccellini, etc.) di medio-bassa difficoltà
·  Sonate di bassa o media difficoltà per flauto contralto e continuo del repertorio barocco italiano, tedesco e inglese (Marcello, Haendel, D. Purcell, Loeillet, Mancini, Bigaglia, etc.)

  

Lettura a prima vista

Obiettivi specifici di apprendimento

Competenze: conoscenze e abilità da conseguire

Opere di riferimento

·  lettura estemporanea di brani per flauto solo e/o duetti di elementare difficoltà
·  lettura da fac-simili di stampe originali rinascimentali o barocche

·  acquisizione di un discreto livello di lettura a prima vista e memorizzazione

·  esercitazioni con brani a scelta del docente

LIVELLO B – ESAME FINALE 
·  scale e arpeggi a scelta della commissione
·  esecuzione di uno studio di Rosenberg o un esercizio di Staeps
·  esecuzione di un brano per ognuno degli altri gruppi indicati alla voce Repertorio
·  lettura a prima vista di parte di una Sonata del primo ‘600 o ‘700 di limitata difficoltà

 

LIVELLO C

Tecnica

Obiettivi specifici di apprendimento

Competenze: conoscenze e abilità da conseguire

Opere di riferimento

·  sviluppo di tutti gli aspetti della tecnica: articolazioni doppie, miste e legati, vibrato, controllo del suono, cura del registro acuto e dell’omogeneità dei registri dello strumento
·  autonomia metodologica nello studio
·  elaborazioni di strategie personali per la soluzione di problemi tecnici e interpretativi
·  trilli, scale e arpeggi in tutte le tonalità e scale cromatiche
·  approccio alle tecniche contemporanee (suoni soffiati, glissati, frullati, multipli, accordi)

·  consolidamento del rapporto tra lettura, gestualità e produzione sonora
·  mantenimento di un adeguato equilibrio psico-fisico nell’esecuzione di brani in diverse situazioni

·  W. Van Hauwe, The modern recorder player
·  Federico il Grande, Studi per flauto contralto
·  F. Bruggen, 5 studi per il controllo delle dita

 

Repertorio

Obiettivi specifici di apprendimento

Competenze: conoscenze e abilità da conseguire

Opere di riferimento

·  avviamento alla prassi interpretativa del repertorio antico e barocco e dei diversi stili nazionali, incluso lo stile francese
·  cura dell’interpretazione, del fraseggio, dell’autonomia nell’esecuzione di brani di diversi stili
·  diminuzioni di Madrigali o Chansons e ornamentazione nelle Sonate barocche
·  approccio all’improvvisazione su bassi ostinati
·  acquisizione di nozioni culturali derivanti dalla conoscenza dei principali trattati fra ‘500 e ‘700

·  saper eseguire brani scelti dal repertorio originale del proprio strumento e/o adattamenti con accompagnamento di pianoforte o altri strumenti

 

·  J. Van Eyck, Der Fluyten lust-hof, brani di difficoltà medio-alta; Canzoni o Sonate del primo ‘600 italiano (Fontana, Castello, Uccellini, etc.) di difficoltà medio-alta
·  concerti solistici per flauto e orchestra di media difficoltà
·  sonate per flauto e continuo o cembalo obbligato del repertorio barocco italiano, tedesco e francese (Corelli, Barsanti, Veracini, Vivaldi/Chedeville, Telemann, Bach, Hotteterre, Philidor, etc.)

 

Lettura a prima vista

Obiettivi specifici di apprendimento

Competenze: conoscenze e abilità da conseguire

Opere di riferimento

·  lettura e trasporto anche su stampe originali rinascimentali o barocche

·  acquisizione di un buon livello di lettura a prima vista e memorizzazione

·  esercitazioni con brani a cura del docente

 LIVELLO C – ESAME FINALE 
·  esecuzione di uno studio di Federico il Grande o di F. Bruggen
·  esecuzione di un brano per ognuno degli altri gruppi indicati alla voce Repertorio
·  trasporto a prima vista di un brano compreso nel periodo dal XVI al XVIII secolo in stampa originale

Comments