Chitarra

Area formativa: discipline interpretative 
Scuola: CHITARRA 
Insegnamento: CODI/02, CHITARRA, prassi esecutive e repertori 
La formazione si articolerà nei seguenti ambiti formativi:

Tecnica
Repertorio
Conoscenza dello strumento (I° e III° livello)
(I libri di testo sono indicativi e i docenti potranno usare testi alternativi, purché di pari livello, in riferimento agli obiettivi previsti)


LIVELLO A

Tecnica

Obiettivi specifici di apprendimento

Competenze: conoscenze e abilità da conseguire

Opere di riferimento

·  Coordinamento tra mano destra e mano sinistra
·  Principi di articolazione delle dita e loro sinergie di movimento
·  Impostazione, sviluppo e approfondimento della tecnica nelle scale semplici e negli arpeggi;

·  Sviluppo e approfondimento delle tecniche per i cambi di posizione
·  Tecniche per ottenere suoni di intensità e timbro diversi.

·  Acquisizione di una corretta postura
·  Conoscenza delle note nelle prime posizioni
·  Capacità di produrre un bel suono con l’uso dell’unghia

·  Scale maggiori e minori, dal metodo J. Sagreras, vol. I°, dal metodo M Carcassi op. 59, R. Chiesa: scale maggiori e minori
·  Scale maggiori e minori, dal metodo M. Carcassi, op. 59
·  R. Chiesa: Scale maggiori e minori
· M. Giuliani: 120 arpeggi op. 1
· M. Giuliani: Studi op. 30, 50, 51, 100
· F. Carulli: Metodo
· M. Carcassi: Metodo, 25 studi melodici e progressivi op. 60
· D. Aguado: Metodo
· J. Sagreras Le prime lezioni di chitarra
· L. Brouwer: Studi semplici
· Antologie di musica antica.M. Giuliani: 120 arpeggi op.1
· M. Giuliani: Studi op. 30, 50, 51, 100
· F. Carulli: Metodo
· M. Carcassi: Metodo, 25 studi melodici e progressivi op. 60
·D. Aguado: Metodo
· J. Sagreras Le prime lezioni di chitarra
· L. Brouwer: Studi semplici

Antologie di musica antica


Repertorio

Obiettivi specifici di apprendimento

Competenze: conoscenze e abilità da conseguire

Opere di riferimento

·  Studi
·  Brani polifonici appartenenti a periodi e stili diversi (rinascimentale, barocco, romantico, moderno e contemporaneo)

·  Capacità di riconoscere elementi stilistici, strutturali e formali di studi e brani polifonici di carattere diverso tratti dalle opere di autori appartenenti ad epoche e stili diversi
·  Acquisizione e utilizzo degli elementi caratterizzanti il testo musicale proposto: segni agogici e dinamici

·  F. Carulli: Metodo, 1° vol.
·  M. Carcassi: Metodo op. 59, 1° vol.
·  M. Giuliani: Studi op. 50, op. 51, op. 98, op. 139
·  F. Sor: Studi op. 31, op. 32, op. 35, op. 44, op. 60
·  N. Coste: Studi dal Metodo
·  M. Carcassi: 25 studi melodici e progressivi op. 60
·  L. Brouwer: Studi semplici (1^ e 2^ serie)
·  J. Sagreras: Metodo, 1° vol.
·  Brani di autori di musica antica
·  Studi o brani di autori di musica moderna   

 

Conoscenza dello strumento

Obiettivi specifici di apprendimento

Competenze: conoscenze e abilità da conseguire

Opere di riferimento

·  Lo strumento: conoscenza di base e principi di funzionamento

 

· Conoscenza delle elementari nozioni organologiche, delle componenti e dei principi di manutenzione   

·  F. Carulli Preludi op.114, Metodo
· M Carcassi. Metodo, studi op.60
· M. Giuliani: Studi op.30, 50, 51
· F. Sor. Studi op. 60, 31, 32, 35, 44
· N. Coste Metodo
· J Sagreras: Le prime lezioni di Chitarra
· L. Brouwer: Studi semplici
· Brani di autori di musica antica
· Brani di autori di musica moderna o contemporanea

LIVELLO A - ESAME FINALE

  • Esecuzione di alcune scale semplici a due ottave scelte dalla commissione fra le 24 presentate
  • Esecuzione di alcune formule di arpeggio scelte dalla commissione tratte dall’op. 1 di M. Giuliani (fra le 40 presentate)
  • Esecuzione di uno studio tratto dal metodo di D. Aguado II sezione cap. 1.
  • Esecuzione di uno studio fra tre presentati dallo studente scelti fra:
    - F. Sor Studi: op. 60, 31, 35
    - F. Carulli: 24 Preludi op. 114
  • Esecuzione di uno studio di M. Giuliani fra tre presentati dallo studente scelti da:
    op. 30, 50, 51
  • Esecuzione di uno studio fra quattro presentati dallo studente tratti da M Carcassi op. 60 (dal n. 1 al n.6)
  • Esecuzione di un brano di musica antica
  • Esecuzione di un brano di musica moderna o contemporanea
La commissione si riserva di ascoltare parzialmente il programma presentato


LIVELLO B

Tecnica

biettivi specifici di apprendimento

Competenze: conoscenze e abilità da conseguire

Opere di riferimento

·  Sviluppo e approfondimento della tecnica delle scale semplici
·  Arpeggi

·  Capacità di eseguire tutte le scale semplici, maggiori e minori, nella massima estensione consentita dallo strumento

·  scale diatoniche maggiori e minori
·  M. Giuliani: 120 arpeggi dall’op. 1
·  D. Aguado: Studi dal Metodo

 

Repertorio

Obiettivi specifici di apprendimento

Competenze: conoscenze e abilità da conseguire

Opere di riferimento

·  Brani di musica rinascimentale e barocca
·  Sonate
·  Preludi
·  Brani tratti dal repertorio del ‘900

·  Approfondimento della capacità di riconoscere elementi stilistici, strutturali e formali di studi e brani polifonici di carattere diverso tratti dalle opere di autori appartenenti ad epoche e stili diversi
·  Approfondimento dell’acquisizione e dell’utilizzo degli elementi caratterizzanti, dal punto di vista esecutivo, il testo musicale proposto.

·  Raccolte di autori rinascimentali e/o barocchi (F. da Milano, Mudarra, Milan, De Narvaez...)
·  M. Giuliani: studi dall'op. 48, 50
·  F. Sor: Studi dall'op. 31, 35
·  M. Carcassi: studi dall'op. 60
·  N. Paganini: Ghiribizzi
·  Studi o brani del ‘900 storico, moderno o contemporaneo ( Tàrrega, Ponce, Castelnuovo Tedesco, LLobet...)   

  LIVELLO B – ESAME FINALE

  • Esecuzione di alcune scale semplici nella massima estensione consentita dallo strumento scelte dalla commissione tra tutte le tonalità maggiori e minori
  • Esecuzione di alcune formule di arpeggio scelte dalla commissione tratti dall’op. 1 di M. Giuliani (dal n. 1 al n.80)
  • Esecuzione di uno studio semplice sulle legature e/o abbellimenti
  • Esecuzione di uno studio di F. Sor-Segovia scelto dalla commissione fra quattro presentati dal candidato scelti dal n. 1 al n.5
  • Esecuzione di uno studio di M. Giuliani fra quattro presentati dallo studente tratti dall’op. 48 scelti dal n. 1 al n. 12
  • Esecuzione di uno studio di M.Carcassi fra tre presentati dal candidato tratti dall’op. 60 scelti dal n. 7 al n. 18
  • Esecuzione di un brano di musica rinascimentale e /o barocca
  • Esecuzione di un brano del ‘900 o contemporaneo
La commissione si riserva di ascoltare parzialmente il programma presentato

·        LIVELLO C

Tecnica

biettivi specifici di apprendimento

Competenze: conoscenze e abilità da conseguire

Opere di riferimento

·  Studio e approfondimento delle tecniche meccaniche ed interpretative necessarie per l’esecuzione e l’interpretazione del repertorio oggetto di studio    

·  Approfondimento di conoscenze e abilità relative ai precedenti livelli  

·  Vedi programma d’esame   


 LIVELLO C – ESAME FINALE

  1. Esecuzione di alcune scale semplici nella massima estensione consentita dallo strumento scelte dalla commissione fra tutte le 24 scale maggiori e minori
  2. Esecuzione di alcune scale doppi scelte dalla commissione fra Do maggiore La minore; Sol maggiore Mi minore; Re maggiore Si minore; La maggiore Fa# minore; Mi maggiore Do# minore; Fa maggiore Re minore
  3. Esecuzione di alcune formule di arpeggio scelte dalla commissione tratte dall’op. 1 di M. Giuliani (dal n.1 al n.120)
  4. Esecuzione di uni studio sulle legature e/o abbellimenti
  5. Esecuzione di uno studio di F. Sor-Segovia scelto dalla commissione fra quattro presentati dallo studente scelti dal n. 6 al n. 10
  6. Esecuzione di uno studio di M Giuliani scelto dalla commissione fra quattro presentati dallo studente tratti dall’op. 48 (dal n. 13 al n.24) oppure op. 111
  7. Esecuzione di uno studio di M. Carcassi scelto dalla commissione fra quattro presentati dal candidato dallo studente tratti dall’op. 60 (dal n. 19 al n.25)
  8. Esecuzione di tre brani di musica antica di diverso carattere
  9. Esecuzione di due brani del ‘900 o contemporaneo

La commissione si riserva di ascoltare parzialmente il programma presentato