Punto P maschile

come tutti gli altri ha anche un “rovescio della medaglia”:

la sua parte posteriore è ricettiva e femminile

La prostata non solo è costituita di un tessuto 

analogo a quello del punto-G.femminile,

 ma è collegata all'utricolo, un piccolo utero vicino all'incrocio 

dei dotti eiaculatori ultimo 

residuo di quel periodo embrionale durante il quale il maschile e il femminile erano tutt'uno.

Questo lato, per l’uomo, tuttavia è associato a molti tabù, a sensi di colpa, al timore dell’omosessualità. 

Molti uomini non si toccano mai l'ano se non attraverso uno strato di carta igienica, 

altri provano piacere a toccarselo mentre si masturbano ma se ne vergognano. 

Il blocco totale di energia, di auto-repressione in questa zona, oltre a poter portare 

potenziali somatizzazioni 

nella prostata, porta tensioni croniche nell’ano, nel perineo nei glutei fino alla zona 

lombare.

La prostata, sede del Punto P, è una ghiandola a cui si può eccedere esternamente 

attaverso una pressione 

sul perineo, dall’interno attraverso l’ano.

Per il maschio la stimolazione della prostata è una buona opportunità

per scoprire una forma di orgasmo completamente diversa da quella normale,

           può avvenire perfino con assenza di stimolazione del pene, definita estroversa:

un orgasmo che somiglia molto a quello femminile.




Comments