Home page‎ > ‎

Sistema Moda & relativa chimica

In questa pagina sposto documenti e link di carattere generale su Sistema Moda, incluse alcune cose che abbiamo pubblicato insieme!

Le linee guida ministeriali per 3ª/4ª/5ª, sulle materie di indirizzo, estratte dalla Gazzetta Ufficiale. In tutte le mie classi le presento integralmente subito dopo le reciproche presentazioni, soffermandomi soprattutto sulle competenze in uscita generali e relative al corso di Chimica.


Due articoli su come credo sia opportuno insegnare chimica, usciti sul sito della Società Chimica Italiana:
Uno generale sullo scopo del corso, dove ricordo che a parte Chimica e Materiali, Sistema Moda è l'unico indirizzo della scuola dove si studi approfonditamente chimica applicata. Ribadisco che per me Sistema Moda ha le potenzialità per formare i diplomati con una visione più ad ampio spettro di tutta la scuola italiana  
Uno più specifico su temi, modi e argomenti del corso chimico sul triennio conclusivo... almeno, per come la penso io: che però non mi sembra molto diverso da come la pensa chi ha scritto le linee guida!

Passando a cose più direttamente di uso didattico,

I due volumetti pdf usciti finora: 
  • gli Esercizi svolti con spiegazioni integrative nell'edizione aggiornata estate 2018, 116 pagine,  (qui la prima edizione estate 2015), dove ho messo così tante domande con risposte commentate e arricchite da ulteriori dettagli, che adesso mi trovo in difficoltà a preparare dei testi delle verifiche completamente nuovi!
  • il riassunto estratto dalla prima edizione del blog che riporta le esperienze di quella 3T 2009/2010 che poi divenne una 5T leggendaria.

I riferimenti ai moltissimi articoli che avevo scritto per il "vecchio" blog del Setificio, ed ai non pochi che ho scritto per quello "nuovo": il link ve lo faccio alla pagina del mio sito dove ho cercato di riordinare le cose durante e dopo il trasloco, parecchie cose sono ancora da mettere a posto ma almeno è più rapido. Prima o poi del resto li convertirò in un formato più friendly e li sposerò direttamente di là.

La pagina di Kemia.it dove invece sono raccolti i veeecchi materiali didattici soprattutto di ambito tessile, insieme a qualche testo più recente preparato direttamente per il Setificio, poi se volete scorrere la pagina fin dall'inizio trovate anche altri riferimenti utili. Ci tengo solo a ricordare che quel che io considero vecchio in realtà è molto più recente della maggior parte delle dispense che si trovano in circolazione ;)

A proposito di cose vecchie. In questo post del "vecchio sito" parlavo di fatti che succedevano cinque anni fa e, in fondo, mettevo una breve cronologia di momenti fondamentali per le fibre e i colori.



...................
(alcune parti sono state spostate da qui, "rimpolpando" la pagina sulle fibre)
..............

Dispense varie. In rete ce ne sono tante. Tutti i prof prima o poi ne hanno scritte, e anche molti studenti: noi della leggendaria 5B del '79 avevamo già iniziato a scrivercele in 4^, sotto la guida del prof. Frigerio... Molte sono poco aggiornate, si copiano le une con le altre, usano schemi antiquati etc.; in altri termini, hanno i difetti dei libri di testo senza averne i pregi. Una decina d'anni fa avevo addirittura fatto una comunicazione scientifica su storia e natura delle dispense. 
Come per Wikipedia, e anche più che per Wikipedia, vale il discorso di fondo: se siete già esperti, potere usarle senza difficoltà perchè sapete selezionare le informazioni utili; se siete principianti, fatevi guidare da un vostro insegnante. Perchè la dispensa scritta per un corso professionale di trent'anni fa potrà sembrarvi più facile da imparare di una scritta pochi anni fa per il Politecnico, ma poi rischiate di "imparare" in modo men che approssimativo dei concetti perlomeno superati (avete presente la famosa storia di "le fibre sintetiche vengono dal petrolio"?...!)

Metto qui due piccole dispense preparate anni fa su temi chimici di base: la famosa-famigerata storia della "nomenclatura inorganica" e un chiarimento sul discorso di acidi e basi. Entrambe le dispense cercano di dimostrare, fatti e documenti alla mano, che quel che si trova perlopiù su libriditesto su questi temi è così sbagliato e grossolano da sembrare esattamente il contrario della verità. E che quindi, perlomeno, è meglio non perderci del tempo.
A proposito: qualcuno di voi ha controllato quei documenti ufficiali sul sito IUPAC, per vedere che dicono cose diverse, o addirittura il contrario, di quello che spacciano come "norme IUPAC" su certi libri italiani?

Da una vita chiedo a grafici, disegnatori etc. di propormi una gabbia grfica per impaginarli, e così magari sistemo qualche parte meno chiara... toc toc, ci siete?

Comments