What is Google Books?

Google Books is split into two distinct parts: the Partner Programme and the Library Project.

1. Partner Programme
Partners (typically publishers) give us their books to digitise and put online. Users are then shown a strictly limited number of book pages that are relevant to their search. This is enough to give them a rough idea of what the book is about. If it’s of interest, the user can then click through to the publisher’s website, or an online retailer, and buy it. Google scans these books for free and it does not charge when users buy books. In addition, when ads are chosen to run below books, more than half of the revenue generated is given to the book publisher.

2. Library Project
Libraries like those at the universities of Oxford and Michigan, and the Library of Barcelona, provide us with their books to digitise so publications that were previously only accessible to people in the building can be found by anyone with an Internet connection. If a library book is in the public domain (out of copyright) it is shown in its entirety. If it is in copyright then users just see basic background (such as the book’s title and the author’s name), at most two or three snippets from the book and information about which library it is in, or where it can be bought. If publishers or authors don’t want to have their books digitised they just have to say so and we exclude them.


*********

Google Ricerca Libri è suddiviso in due parti distinte:

1. Programma Partner
I partner (normalmente editori) ci forniscono i propri libri affinché noi li digitalizziamo e li mettiamo in rete. Agli utenti viene mostrato solamente un ristrettissimo numero di pagine del libro che risultano pertinenti alla ricerca da essi eseguita. Ciò è sufficiente per offrire loro un’idea dell’argomento trattato dal libro. Se un utente è interessato al libro, può fare clic su un link per accedere al sito web dell’editore o a quello di un rivenditore online e acquistarlo. Google effettua gratuitamente la digitalizzazione dei libri e non addebita alcun costo agli utenti al momento dell’acquisto. Inoltre, nell’eventualità in cui si decida di far scorrere degli annunci sotto i libri, oltre la metà dei proventi verrà trattenuta dagli editori.

2. Progetto Biblioteche
Le biblioteche, come quelle delle Università di Oxford e Michigan e la Biblioteca di Barcellona, ci forniscono i propri libri affinché noi li digitalizziamo. Come risultato, pubblicazioni che un tempo erano accessibili unicamente ai frequentatori dell’istituto possono ora essere trovate da chiunque disponga di una connessione a Internet. Se un libro della biblioteca è di dominio pubblico (non protetto da copyright) viene visualizzato nella sua interezza. Se invece è protetto da copyright, gli utenti potranno vedere solamente alcune informazioni di base (ad esempio, il titolo del libro e il nome dell’autore) e, al massimo, due o tre frammenti di testo del libro, insieme all’indicazione della biblioteca nella quale si trova o della libreria in cui può essere acquistato. Se un editore o un autore non desidera che il proprio libro venga digitalizzato, non deve far altro che dircelo e verrà escluso.
Comments