Il progetto EDI-SECUR si propone di realizzare un innovativo sensore ottico per il monitoraggio dinamico di strutture civili.

Ciò permetterà di migliorare la conoscenza degli edifici con procedure semplificate rispetto alle tecniche attualmente in uso. Attualmente, le indagini tradizionali per lo studio degli edifici richiedono l’installazione di sensori sismici all'interno dell'edificio e necessitano di tempi relativamente lunghi per l’acquisizione e l’elaborazione dei dati. Questo aspetto assume ancor più rilevanza per edifici sottoposti a sollecitazione dovuta a eventi calamitosi quali terremoti, frane, subsidenze etc.

L’utilizzo di un sensore ottico che rileva a distanza le vibrazioni meccaniche di una sorgente sottoposta ad oscillazione permette delle valutazioni speditive dei modi di vibrazione degli edifici e della loro variazione anche a seguito di danneggiamenti multipli causati da lunghe sequenze d terremoti. Il sensore ottico permette di rilevare a distanza le varie frequenze di oscillazione che possono essere messe in relazione con possibili modificazioni delle caratteristiche dinamiche a loro volta associabili al danneggiamento strutturale. Inoltre il sensore ha la innovativa peculiarità di non richiedere la sua ortogonalità rispetto alla superficie investigata, di non perdere la coerenza della luce anche a distanze superiori ai 100 m e di rilevare spostamenti micrometrici. Tali caratteristiche non sono presenti in alcun sistema ottico e a microonde attualmente esistente per la misura delle vibrazioni.

Tale strumento verrà sviluppato in forma di prototipo e i test validati con tecniche tradizionali. Le misure verranno effettuate su diverse tipologie di edifici, tenendo conto della risposta sismica dei siti di costruzione e dell’interazione tra il suolo e la struttura.