Elementi di metodologia dell’ analisi e della valutazione dell’ azione psicologica e pedagogica; nozioni di docimologia


Non è possibile tracciare un profilo esaustivo della docimologia e delle sue innumerevoli applicazioni in ambito didattico. Offrire una visione completa e la situazione quantitativa relativa all’applicazione della docimologia nelle Tecnologie e nelle Metodologie Educative è praticamente impossibile. E d’altronde sarebbe anche inopportuno. Ciò che qui interessa è la definizione delle tendenze in atto. Non tanto lo status quo, ma lo status ad quem  delle utilizzazioni tecnologiche nei processi educativi e nella comunicazione.

Perché sono questi processi in atto che denotano la quantità e la qualità delle percentuali di democrazia che abbiamo a disposizione. È  questa definizione del supporto conoscitivo l’utile a cui mira il potere e la capacità di capire più o meno criticamente le scelte politiche, deputate naturalmente ad altra sede.

Per forza di cose le decisioni dei politici, per avere una loro efficacia reale, devono essere orientate al futuro e devono essere congruenti con le tendenze emergenti. Quasi sempre, in ogni settore, queste tendenze non sono chiaramente definite, ma devono comunque essere espresse; non si vedono, ma si avvertono. Se questa percezione, alla conclusione del presente lavoro, risulterà stimolata, la scelta di gettare un sasso nello stagno avrà sortito un risultato adeguato alle sue stesse attese.

"l'educazione, qualunque forma assuma, è un recupero dell'archetipo.

Marshall McLuhan

 

Una madre sbraita al figlio disubbidiente: che cosa impara il Bambino: la parola o il tono?

L’urlo.

Un padre schiaffeggia la figlia bugiarda: che cosa impara la bimba: il gesto o il significato?

Lo schiaffo.

Che cosa si percepisce in una relazione sociale: il metodo o il contenuto?

Perché?

Perché l’uno o non l’altro?

Perché raramente entrambi?

Perché non l’uno e l’altro?

L’educazione è il sistema di gestione dei modelli culturali di orientamento all’azione.

Comments